Corsi Alpinismo Giovanile

ALPINISMO GIOVANILE2016.web4
FESTA di apertura dell’Alpinismo Giovanile  

sabato 20 gennaio 2018

ECCOCI DI NUOVO QUI!!!

Località: Valli del Natisone

Trasporto: autonomo

Ritrovo: Via Brigata Re, 29 -33100 Udine “ex caserma Osoppo” – Mappa

Iscrizioni: ENTRO IL 16 GENNAIO 2018

Contatti: alpinismogiovanile@alpinafriulana.it

Apertura stagione escursionistica Gruppo Alpinismo Giovanile “D. Collini” – CAI SAF Udine – La meta di quest’anno ci porterà nuovamente nelle Valli del Natisone. All’imbrunire, in un’escursione seminotturna saliremo il Monte San Martino ed il Monte Skarije.  Poi  saremo  ospiti  della  Baita  “Sotto  il  San  Martino  – Koča pod Sv. Martinam”, dove verrà presentato il programma escursionistico  2018.  Al  termine  i  nostri  accompagnatori  ci prepareranno una buona pastasciutta.

sanMartino1

Locandina Festa di inizio attività

Per iscriversi all’attività di Alpinismo Giovanile trovate il modulo qui (compilare la parte a noi dedicata)
___________________________________________________________________________
L’alpinismo Giovanile ha lo scopo di aiutare i ragazzi nella loro crescita umana, proponendogli l’ambiente montano per vivere con gioia ed entusiasmo esperienze di formazione.
Viene svolta un’attenta azione propedeutica allo scopo di dare loro una adeguata preparazione sia fisica che tecnica che li renderà autonomi nell’affrontare in sicurezza escursioni in tutti i periodi dell’anno.
I nostri sforzi sono tesi a formare un giovane che sia capace di ascoltare, di stare con gli altri con sincera amicizia, che sia capace di gioire e di amare la natura, in definitiva quindi, un giovane positivo e protagonista.
Come gruppo A.G. diamo grande importanza e rilievo ai valori della solidarietà, della condivisione e del rispetto degli altri, dell’ambiente, delle culture diverse dalle nostre e della gente della montagna.
L’ambiente naturale è visto come un vero e proprio laboratorio di cultura e di valori: scopo primario è quello di far crescere i ragazzi prima come uomini e donne e poi come escursionisti consapevoli.
La sicurezza viene messa al primo posto ed è al centro della nostra attenzione.
L’idonea preparazione delle uscite, la verifica delle condizioni meteo, l’uso corretto dei materiali, la capacità di orientarsi, il giusto approccio con il verticale e con il vuoto, la disciplina della cordata, la giusta alimentazione, l’amicizia del gruppo, sono tutti aspetti che vengono trattati durante le escursioni.
Le uscite sono quindi una felice combinazione tra avventura, fascino dell’esplorazione, istruzione tecnica e coscienza ambientale, dove il ragazzo sviluppa le sue capacità manuali, creative e di osservazione attraverso il metodo dell’imparar facendo.
___________________________________________________________________________

Perchè Gruppo AG “Diego Collini

diego004                                                          diego003diego001-1

Ci sono uomini….

Ci  sono  uomini  che, come  montagne  restano  per  sempre.  Come  montagne  sono  Iì  ad  indicarti  il  cammino  a  rassicurarti  che  sei  sulla  strada giusta.  Diego  Collini  e  uno  di  questi.  Negli  anni  80  entra  nella  grande famiglia  del  CAI,  nella  sottosezione  di  Codroipo  che  lo  accoglie,  per esternare  tutta  la  passione. Subito  vuole  confrontarsi  con  l’alpinismo. Entra  cosi  a  far  parte  del  Gruppo  Rocciatori  “Gli  Orsi”.  Ma  certo Diego  non  è  un  orso  né  un  solitario  e  presto  si  avvicina  all’Alpinismo Giovanile  diventando  Accompagnatore  nel  1995.  L’anno  successivo entra  a far parte  dell’OTP  e  nel  1999  e  Presidente per il  Veneto e Friuli Venezia  Giulia dell’ Alpinismo  Giovanile.  Il  suo  rincorrersi  nelle  cariche burocratiche  non  corrisponde  però  a  chi  sceglie  più  facilmente  la poltrona  (per  quanto  importante)  agli scarponi,  e il suo  agire è un crescendo  di  impegni  e  obiettivi  tutti  rivolti  al suo  amore  più  grande:  aiutare  i ragazzi  a  crescere  attraverso  la  montagna  ma  non  solo. Sa che per aiutarli  deve battersi  per  creare un CAI nuovo,  aperto  sia  nei  loro  confronti  sia verso  gli Accompagnatori.  La fortuna  vuole  che  accanto a Diego e grazie a lui si crei un gruppo  di lavoro  in  grado  di  superare le divisioni  geografiche  e  soprattutto  intellettuali,  nasce  cosi  la  Scuola Interregionale  di  Alpinismo  Giovanile per il Veneto e  Friuli  Venezia Giulia. Nessuno poteva immaginare che questo sarebbe divenuto l’atto testamentario più  importante per l’Alpinismo Giovanile del FVG.  Diego ci ha lasciato  una  grande  eredità  basata  soprattutto  sulla volontà di stare assieme, sul crescere in gruppo. Saper  coniugare  l’obiettivo  con  l’anello più debole  affinché tutti si giunga in cima. Il  desiderio più intimo per tutti gli accompagnatori del FVG è che il  riconoscimento di “Accompagnatore emerito alla memoria” a Diego non sia  altro  che l’eco instancabile  del  ricordo  che  dalle stanze  delle  sezioni  del  CAI  sale al rifugio Galassi per rimbalzare sul Matajur.

Lettera  della  Commissione  Interregionale  Veneto e Friuli Venezia  Giulia  del CAI  inviata  alla  Commissione  Centrale  Alpinismo  Giovanile  per  il  riconoscimento  a  Diego  di  “Accompagnatore emerito  alla  memoria”.
___________________________________________________________________________

 

      ALPINISMO GIOVANILE2016.web3      ALPINISMO GIOVANILE2016.web2

Per partecipare all’Alpinismo Giovanile è necessario:

• Avere da 0 a 17 anni;
• Essere soci CAI;
• Iscriversi specificatamente all’attività di Alpinismo Giovanile compilando il modulo scaricabile qui nella parte a noi dedicata versando la quota associativa al gruppo A.G. Diego Collini;
• Chi non è socio CAI può partecipare in via eccezionale ad un’uscita previo pagamento dell’assicurazione giornaliera da effettuarsi presso la segreteria della Società Alpina Friulana.

GRUPPO FAMILY  (F)
Dedicato alle famiglie con bambini al di sotto degli 8 anni. Nel gruppo Family bambini e genitori (e parenti vari) vengono accompagnati nelle passeggiate dagli accompagnatori di Alpinismo Giovanile per favorirne il graduale  inserimento nell’ambiente montano. I bambini possono uscire con il gruppo anche senza la presenza dei genitori.

GRUPPO ARCOBALENO  (A)
Dedicato ai bambini/ragazzi fino ai 17 anni che abbiano acquisito una buona autonomia personale. Il gruppo in uscita verrà suddiviso secondo abilità e attitudini personali dei ragazzi. Che cosa facciamo? Educhiamo i ragazzi a sentirsi parte di un mondo di cui avere cura ed esserne custodi. In sicurezza affrontiamo: camminate con le “ciaspe” in ambiente innevato, con la collaborazione degli amici speleologi esploriamo il mondo sotterraneo, facili arrampicate in ambiente, impariamo ad orientarci, a conoscere e rispettare l’ambiente che ci circonda: animali, alberi, piante, rocce, persone, culture e tradizioni.

Uscite AG 2018

F: uscita dedicata al gruppo Family
A: uscita dedicata al gruppo Arcobaleno


Apertura stagione escursionistica Gruppo Alpinismo Giovanile “D. Collini” – CAI SAF Udine – La meta di quest’anno ci porterà nuovamente nelle Valli del Natisone. All’imbrunire, in un’escur- sione semi-notturna saliremo il Monte San Martino ed il Monte Skarije.  Poi  saremo  ospiti  della  Baita  “Sotto  il  San  Martino  – Koča pod Sv. Martinam”, dove verrà presentato il programma escursionistico  2018.  Al  termine  i  nostri  accompagnatori  ci prepareranno una buona pastasciutta.
OVVIAMENTE insieme a genitori, nonni, amici e parenti vari ecc.


Con neve o senza neve … con ciaspe o senza ciaspe … partendo dal centro di fondo raggiungeremo Casera Mimoias.


L’amico Joško guida alpina locale e Max ci accompagneranno lungo i sentieri più significativi del capoluogo dell’alta valle dell’Isonzo. Attraverso un itinerario ad anello raggiungeremo numerose punti di interesse storico e curiosità naturali. L’ossario militare Italiano, l’insediamento storico del Tonocov Grad, la passerella sull’Isonzo/Soča, la cascata del Kozjak, le trincee  italiane  della  guerra  15-18  ed  il  ponte  di  Napoleone saranno gli obiettivi della nostra uscita. 


Si parte da un ampio pianoro dove si trova un’antica casa con un bellissimo chiostro. Da lì ci si incammina sul sentiero CAI 832 che passa proprio alle spalle della costruzione. Ci addentriamo subito nel verde in un percorso vario e di rara bellezza, mai monotono che lungo il percorso cambia su ogni versante, regalandoci incontri assicurati con specie vegetali alpine. La comparsa dei muretti a secco e dei gradini ci preannuncia l’arrivo al borgo di Zanon (m 517) che avviene entrando in un recinto di allevamento.


Partiremo dal paesino più caratteristico della Val Aupa: Dordolla. Percorrendone le viuzze simili alle calli veneziane seguire- mo poi, il sentiero CAI 425. Questo ci immergerà in boschi con alberi a foglie caduche e ci farà raggiungere la forcella Vualt. Da qui scenderemo fino alla radura in cui c’è una costruzione con il tetto rosso sempre aperta, ossia il rifugio Vualt.


Le  rogazioni  sono  un’antica  tradizione  agricola  propiziatoria. Rogare dal latino significa pregare. Dalla Chiesa di San Giovanni a Tercimonte, mediante sentieri e mulattiere, ci porteremo su una serie di paesi posti sul lato sud-est del Monte Matajur. Il sacerdote durante il percorso, attraverso antiche formule in latino benedirà i campi, le case, le stalle e le cantine. Un itinerario suggestivo primaverile, nel momento in cui la natura si sta risvegliando.


Un nuovo sentiero ha bisogno del nostro aiuto!  Per un giorno diventeremo pittori e con pennellate bianche e rosse tracceremo il giusto percorso.


Spesso rientrando via autostrada dall’Austria ci si ferma alla stazione autogrill di Campiolo, ma questa zona offre decisamente di più. Noi la scopriremo risalendo il torrente Glagnò seguendo l’antica mulattiera che arriva fino al borgo di Stavoli. In questa zona, se saremo fortunati, saremo avvolti dal profumo della “lavanda di Venzone” in fiore. Nessuna auto in questo paese: non ci sono carrozzabili per arrivarci.


Casco in testa, luce frontale!!! Entreremo in grotta accompagnati dagli amici del Gruppo Speleologico Friulano.


Stambecchi aspettateci, arriviamo da voi!!! Dai Piani del Montasio, passando per il rifugio Di Brazzà, saliremo alla cima di Terrarossa regno degli stambecchi.


Un nuovo sentiero ha bisogno del nostro aiuto!  Per un giorno diventeremo pittori e con pennellate bianche e rosse tracceremo il giusto percorso. 


Le sorgenti del Gorgazzo sono uno dei luoghi più affascinanti e saranno il punto di partenza per la nostra escursione. Raggiunta questa sorgente carsica, imboccheremo un percorso che ci permetterà di godere di magici panorami alternando boschi di carpini e roverelle, ambienti cespugliosi e ampi prati. Ad un tratto ritroveremo il Gorgazzo e ci dirigeremo nelle terre dei magredi per scoprire cosa sono. 


In questa uscita saremo ospiti della sezione del Cai Val Natisone. L’ambiente è quello autunnale, in questo periodo le Valli del Natisone  cambiano  pelle,  esplodendo  in  una  diversità  di  colori propria di questo periodo. Attraverso sentieri di guerra e dei cacciatori, andremo a visitare le parti più recondite del monte San Martino. Al termine dell’escursione ci ritroveremo tutti insieme alla Baita “Sotto il San Martino – Koča pod Sv. Martinam” a gustare una calda pastasciutta e ad assaporare il meraviglioso frutto di stagione: la Castagna!


Dove il Carso si affaccia al Mar Adriatico la vegetazione è continua- mente solcata da manufatti antichi e moderni. I più visibili sono delle torri in pietra bianca chiamate “vedette” che, se salite, per- mettono di ammirare in lontananza Grado, le Prealpi Pordenone- si, le Alpi Carniche e Giulie fino alle isole del Quarnaro. Fra storia e natura il tracciato che seguiremo ci permetterà di scoprire una natura assonnata del tardo autunno, fra le rocce calcaree solcate da profondi spaccature. 


La squadra degli AQUILOTTI della SAF partecipa alla 24x 1 ora per Telethon. Come consuetudine da 8 anni il nostro gruppo si impegna nella solidarietà. Anche quest’anno daremo il massimo!

Scarica il libretto delle escursioni!!!

 

Elenco dell’ORGANICO del gruppo Alpinismo Giovanile “D. Collini” per l’anno 2017

Responsabile: Donatella Carraro – ASAG-ONCS
Segreteria: Tiziana D’Andrea-collaboratore
Responsabile magazzino: Cristina Chizzola-collaboratore
Responsabile sito Internet: Andrea Ferigo-collaboratore
Giulio Pasqualato– ASAG
Dennis Michelutti-ONCS
Sergio Baliello-aiuto collaboratore
Valentina Cettolo-collaboratore
Davide Floreani-collaboratore
Giuseppe Lecciso-collaboratore
Cristina Prosperi-collaboratore
Marina Treu-collaboratore
Marco Valentino-collaboratore

LEGENDA:

ASAG: Accompagnatore Sezionale Alpinismo Giovanile
ONCS: Operatore Naturalistico Culturale Sezionale

Attività 2016

Attività 2017