Rifugi e Bivacchi

Tra le tante attività della Società Alpina Friulana, si distingue la gestione sul territorio montano di rifugi e bivacchi, che sono di proprietà dell’associazione.

ALPI GIULIE

Rifugio Gilberti-Soravito
Rifugio Giacomo Di Brazzà
Rifugio Divisione Julia

 

 

Bivacco Modonutti-Savoia
Bivacco Daniele Bertolutti
Bivacco Sandro Del Torso

 

 

ALPI CARNICHE


Rifugio Giovanni e Olinto Marinelli

Bivacco Dionisio Feruglio

 

L’attività dei rifugi si svolge nel periodo che va dalla tarda primavera all’autunno, fornendo un’accoglienza a buoni livelli e un’accesso semplice con possibilità di prenotazione. I bivacchi, situati in luoghi strategici, offrono un punto di appoggio agli alpinisti nelle aree distanti dai rifugi. Il bivaccoModonutti-Savoia, in particolare, gestito in accordo con il Circolo Speleologico Idrologico Friulano, fornisce un prezioso supporto agli speleologi che visitano le cavità carsiche del massiccio orientale del Canin.

I rifugi sono soggetti al Regolamento Generale del Club Alpino Italiano, allo scopo di uniformarne le caratteristiche, in relazione alla categoria di appartenenza. Risultano così stabiliti a livello nazionale le principali modalita’ di gestione e i prezzi. Secondo lo spirito del CAI, il rifugio non deve fungere da albergo ma da base per attività alpinistiche ed escursionistiche, quindi è improntato a criteri di semplicità, il che significa anche, specie per i rifugi a quote più elevate, maggior rispetto dell’ambiente.