Escursioni


In questa pagina trovate tutte le escursioni organizzate della Commissione Escursionismo, dal Gruppo Seniores e dalla Commissione Culturale e Divulgativa per l’anno 2019.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre attività iscriviti alla newsletter

Inoltre potere godervi le foto delle passate escursioni già effettuate nel 2019.

Foto e i programmi delle escursioni degli anni passati: 2017, 2018


Le escursioni del 2019

 

MONTE SABOTINO (versante italiano)

giovedì 21 novembre 2019

E - Auto

Valle dell’Isonzo

esc_20191121 MSabotinoIl Monte Sabotino (609m) è un’altura al confine tra Italia e Slovenia a nord di Gorizia.

Da San Mauro (Oslavia) saliremo per il sentiero che porta alla chiesetta di San Valentino e da qui per il sentiero di cresta fino alla vetta da cui si può godere un meraviglioso panorama di Nova Gorica a sud, verso l’occidente si vede il Collio, ad est il Monte Santo e l’altopiano di Trnovo e Banjščice, verso nord si possono ammirare le Alpi. Il ritorno avverrà per la strada militare.

Dislivello: +/-600 m
Durata: 4 ore
Coordinatori: Claudio Assolari – Tosolini Stenia (UD SEN – Gruppo Seniores)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

DA S. GIOVANNI IN TUBA A SISTIANA

domenica 8 dicembre 2019

T - Auto

Escursione Naturalistica

esc_20191117 duinoOriginariamente prevista per domenica 17 novembre 2019, rimandata per maltempo al 08/12/2019

Le sorgenti del fiume sotterraneo Timavo, con la suggestiva antica chiesa di san Giovanni Battista; il monumento ai “Lupi di Toscana”; il porto peschereccio; la cava di pietra dove hanno rinvenuto i fossili di dinosauri e poi l’altopiano carsico fino a Sistiana.

I due castelli ed infine la passeggiata Rilke sulle falesie carbonatiche di Duino, con splendide vedute sul golfo di Trieste.

Durata: 5 ore
Coordinatori: Operatori Naturalistici e Culturali (UD CCD–Commissione Culturale e Divulgativa)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

 

Le escursioni già effettuate nel 2019

SIARADE e CONVEGNO SOCIALE

domenica 10 novembre 2019

E - Pullman

Escursione sui Piani del Montasio e Convegno Sociale

esc_20191110SIARADE” in lingua friulana indica la chiusura ma anche l’autunno: mutuato dalla terminologia contadina, è la stagione di chiusura dei lavori agricoli. Nel nostro caso indica la chiusura della stagione escursionistica,  certo non della curiosità e amore per la montagna, che è l’energia che ci fa pensare alle escursioni per l’anno venturo.

Il programma è ricchissimo: l’escursione sarà ai Piani del Montasio da Sella Nevea, seguita da un ricco rinfresco a buffet al Rifugio Divisione Alpina Julia. Quest’anno riproponiamo anche la tradizione del CONVEGNO SOCIALE: nel pomeriggio, relatori di pregio – Umberto Sello (Consigliere SAF e Responsabile Archivio Storico) e Giovanni Duratti (già Presidente SAF), ci racconteranno i segreti dell’archivio storico della SAF e ci faranno scoprire l’avventurosa vita dell’alpinista friulano Antonio Feruglio.
Nella Sala Convegni del Rifugio fin dalla mattina, si potrà visitare la mostra “Montagne del Friuli: immagini dall’archivio della Società Alpina Friulana”.

E inoltre…. ad allietarci ci sarà anche il Coro sociale della SAF!

scarica_pdf               guarda_foto

 pullman+rinfresco                        rinfresco

pulsante_iscrivitiv12              pulsante_iscrivitiv12

MALGA AVRINT – SIARADE SENIORES

giovedì 7 novembre 2019

E - Auto

Prealpi Carniche

esc_20191107 AvrintTranquilla escursione di fine stagione da Verzegnis a Malga Avrint situata in una panoramicissima posizione sui monti della Valle del Tagliamento e della Valle del But.

Al termine dell’escursione raggiungeremo un locale tipico della zona per un momento conviviale di chiusura del programma annuale ed un arrivederci all’anno nuovo.

Dislivello: +/-500 m
Durata: 4 ore
Coordinatori: Livio De Marchi – Claudio Assolari  (UD SEN – Gruppo Seniores)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

MONTE ZAIAVOR

domenica 27 ottobre 2019

E - Auto

Escursione ad anello da Passo Tanamea - Monte Zaiavor - Sella Carnizza - Passo Tanamea.

esc_20191027Bel percorso autunnale. Da passo Tanamea si percorre il sentiero 727 fino alla Bocchetta di Zaiavor e poi su in cima allo Zaiavor (m 1815). Si riscende verso la Bocchetta per poi proseguire verso Sant’Anna di Carnizza. Giunti alla casera Nischiuarch imbocchiamo il sentiero 739, che ci riporta al punto di partenza.

Dislivello: +/-955m
Durata: 6/7 ore
Coordinatori: Mauro Rizzo e Marco Morassi (UD – Commissione Escursionismo)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

CIMA DEI COLESEI

giovedì 24 ottobre 2019

E - Auto

Dolomiti di Sesto

esc_20191024 ColoseiFaremo un giro ad anello che partendo da Bagni di Valgrande (Padola) ci porta dapprima al Rifugio Lunelli e quindi, su strada militare, superato il limite del bosco alla Cima dei Colesei.

Panorama sul Comelico e sul Monte Popera. La discesa avverrà sul versante opposto a quello di salita fino a Valgrande.

Dislivello: +/-700 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Livio De Marchi – Claudio Assolari (UD SEN – Gruppo Seniores)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

MONTE PRAMAGGIORE (2.478 m) – Dolomiti Friulane

domenica 13 ottobre 2019

E/EE - Auto

Salendo dalla Val Settimana e passando per Casera Pramaggiore

SONY DSCIl Monte Pramaggiore è una delle più importanti e belle cime delle Dolomiti Friulane.
Lasciate le auto poco prima del rifugio Pussa, si imbocca il facile sentiero 366 fino al ricovero Casera Pramaggiore (1.802 m) dal quale si può godere di una splendida vista e ove termina l’itinerario B.
L’itinerario A continua salendo per pendio prativo fino a Forcella Pramaggiore (2.295 m) dove spesso pascolano gli stambecchi. Qui termina il sentiero CAI e inizia la traccia rocciosa e impegnativa segnalata da bolli rossi: per raggiungere la cima è necessario infatti affrontare la cresta rocciosa con qualche passaggio di grado I+. La faticosa salita sarà compensata dalla possibilità di ammirare un bellissimo panorama sulle altre vette del Parco e fino ai ghiacciai austriaci.

Dislivello: Itinerario A: +/-1600 m, Itinerario B: +/-900 m
Durata: 8/9 ore
Coordinatori: Maria Luisa Colabove e Giorgio Di Giusto (UD – Commissione Escursionismo)

scarica_pdfguarda_foto

Itinerario A               Itinerario B
pulsante_iscrivitiv12 pulsante_iscrivitiv12

 

JÔF DI SOMDOGNA

giovedì 10 ottobre 2019

E - Auto

Alpi Giulie

esc_20191010 SomdognaLa Sella di Somdogna è il valico naturale tra la Val Dogna e il Tarvisiano. Il percorso dell’escursione è ad anello, con partenza dalla Sella si giunge alla cima incontrando lungo il percorso le prime testimonianze della Grande Guerra (resti di ricoveri e trincee). Dalla cima si scende verso sud attraversando la Fossa di Carnizza per giungere al bivacco Stuparich e successivamente al Rifugio Grego.

Dislivello: +/-700m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Livio De Marchi – Claudio Assolari (UD SEN – Gruppo Seniores)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

GROTTE DI PRADIS

domenica 6 ottobre 2019

T - Auto

Escursione Naturalistica

esc_20191006 pradisPradis: grotte verdi, forra, geo-morfologia e archeologia. Innumerevoli gli spunti per una escursione davvero interessante: a Clauzetto la chiesa di San Giacomo dove portavano le indemoniate per gli esorcismi, poi i vari piccoli borghi rurali dell’altopiano di Pradis con caratteristiche case in pietra e una molteplicità di profonde vallette, con ponti, antiche mulattiere, prati e fitti boschi, fino ad arrivare al paese di Gerchia.
La grotta con la statua della Madonnina è situata sull’orlo della profonda, stretta e bellissima forra, dove poi il percorso porta da un lato all’altro della stessa o sul suo fondo dove scorre il torrente Cosa. La sorgente dell’acqua Pradis e la valle del Rio Secco, con i reperti dell’uomo di Neanderthal.

Dislivello: +/-100 m
Durata: 5 ore
Coordinatori: Operatori Naturalistici e Culturali (UD CCD–Commissione Culturale e Divulgativa)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

MONTE CLAPSAVON (2.462 m)

domenica 29 settembre 2019

EE - Auto

Autunno quasi alpinistico, da Casera Razzo al Clapsavon

esc_20191013Il Monte Clapsavon è la vetta inferiore del massiccio del Bivera-Clapsavon: l’elevazione senza impedimenti sa regalare panorami unici.
Da Casera Razzo (1.739 m) attraverseremo sul sentiero 210 i piacevoli pascoli delle casere Mediana e Chiansaveit (1.698 m), rimirando i larici dei declivi vicino prendere i colori giallo, arancio, oro e marrone della nuova stagione.
Proseguiremo prendendo decisamente quota, su cammino ripido e inizialmente scivoloso nel bosco, poi più stabile su pendii erbosi fino a forcella Chiansaveit (2.051 m).
Piegheremo quindi su sentiero segnato alpinistico attraverso i ghiaioni e sfasciumi del versante nord del Clapsavon, fino alla vetta con croce (2.462 m), per apprezzare appieno lo sguardo che via via si è aperto libero sui 360° di panorama di vette.
Rientreremo per la forcella del Bivera (2.330 m), da raggiungere dopo alcuni passaggi assicurati con corde in cresta, scendendo per il ripido ghiaione del massiccio fino ad incontrare nuovamente vegetazione e quindi chiudere l’anello con il dolce rientro per casera Razzo.

Dislivello: +/-750 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Paolo Blasoni, Denia Cleri, Giorgio Di Giusto (UD – Commissione Escursionismo)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

RIFUGIO GRAUZARIA – FORAN DE LA GJALINE

giovedì 26 settembre 2019

E - Auto

Alpi Carniche

esc_20190926 GrauzariaDalla Val Aupa si salirà per il sentiero 437 fino al rifugio Grauzaria (1.250m), posto nel bosco sotto gli strapiombi della Sfinge e del Cuel del Giaj proseguendo poi fino al Foran del la Gjaline, ove apparirà solitaria la torre del Sernio.

Dislivello: +/-310 m
Durata: 5 ore
Coordinatori: Livio De Marchi – Daniela Biasutti (UD SEN – Gruppo Seniores)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

SUI SENTIERI DELL’ORSO

Da sabato 14 settembre 2019

A domenica 15 settembre 2019

EE -Pullman

Parco Naturale dell’Adamello e Brenta

esc_20190914Una splendida due giorni nel Parco Naturale dell’Adamello e Brenta (TN), un parco ricco di flora e fauna grazie all’integrità e varietà del suo territorio.
Visiteremo gli spettacolari e panoramici sentieri della Val d’Ambiez e della Val di Jon in compagnia degli amici della TAM SAT di Trento, con l’intento di osservare l’orso bruno (Ursus Arctos) nel suo habitat. Ci guideranno in completa sicurezza spiegandoci biologia e comportamenti dell’orso, oltre a raccontarci gli aspetti positivi e negativi del progetto Life Ursus, un progetto nato per non far estinguere la popolazione autoctona di orsi rimasta in Trentino agli inizi degli anni novanta.

1° giorno: dal Paese di San Lorenzo Dorsino (TN) saliremo in Val d’Ambiez fino a raggiungere il rifugio Cacciatore che ci ospiterà per la notte.

2° giorno: dal Rifugio Cacciatore saliremo leggermente di quota fino a raggiungere la Val di Jon per poi scendere verso Malga Asbelz e raggiungere il paese di Dorsino (TN).

Dislivello: 1* giorno +1000 m, 2* giorno +600/-1600 m
Coordinatori: Ermes Furlani, Michela Di Tomaso e Riccardo Maida (UD – Commissione Escursionismo)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

 

Torna all’inizio