Escursioni


In questa pagina trovate tutte le escursioni organizzate della Commissione Escursionismo, dal Gruppo Seniores e dalla Commissione Culturale e Divulgativa per l’anno 2019.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre attività iscriviti alla newsletter

Inoltre potere godervi le foto delle passate escursioni già effettuate nel 2019.

Foto e i programmi delle escursioni degli anni passati: 2017, 2018


Le escursioni del 2019

 

ALTA VIA – VETTA D’ITALIA

Da mercoledì 24 luglio 2019

A giovedì 25 luglio 2019

E/EE - Auto

Trentino Alto Adige – Dolomiti Orientali

esc_20190724 Vetta d' ItaliaL’Alta Via Vetta d’Italia è una delle più vecchie in Alto Adige, costruita nel 1903 conduce ancor oggi attraverso un meraviglioso paesaggio nella parte più a nord della Valle Aurina, ai piedi dei ghiacciai del Picco dei Tre Signori e del Pizzo Rosso di Predoi.

Il primo giorno raggiungeremo il Rifugio Tridentina. Il secondo giorno sono previsti due percorsi:
itinerario A – attraverso il sentiero “Via Vetta D’Italia” con difficoltà EE arriveremo direttamente alla cima (m 2.912)
itinerario B – partirà più tardi dal Rifugio fino a raggiungere il bivio del sentiero che porta in Vetta dove si ricongiungerà con il gruppo A per la discesa.

Dislivello:
1° giorno: +850 m
2° giorno: itinerario A +470 m/-1350 m.  Itinerario B +200 m/-1100 m
Coordinatori: Gildo Garlatti – Claudio Assolari (UD SEN – Gruppo Seniores)

scarica_pdfguarda_foto

GRUPPO DELLE TOFANE – DOLOMITI

Da sabato 27 luglio 2019

A domenica 28 luglio 2019

E/EE/EEA - Pullman

Tofana di Rozes – Ferrata G.Lipella Tofane di pace e di guerra, fra leggende e fatti storici

esc_201907281° giorno:
Il Passo Falzarego (2.109 m) deriva dal ladino “fàlza règo” ossia “falso re”. L’appellativo si riferisce a un leggendario sovrano del Regno dei Fanes che avrebbe usurpato il trono al suo legittimo detentore e si sarebbe successivamente tramutato in pietra per aver ingannato il suo popolo.
Itinerario A: traversata dal rifugio Col Gallina al Col dei Bos per la via Ferrata Brigata Alpina (classificata moderatamente difficile) e discesa al rifugio Dibona. (difficoltà EEA – dislivello 600m – durata 6 ore)
Itinerario B: traversata dal rifugio Col Gallina per le Forcelle Travenanzes e Col dei Bos fino al rifugio Dibona. (difficoltà E – dislivello 600m – durata 6 ore)

2° giorno:
Le Tofane, situate nel Parco Naturale delle Dolomiti di Ampezzo, da sempre esaltano con la loro bellezza la conca di Cortina. La Tofana di Rozes con il suo profilo inconfondibile è un mondo incantato fra terra e cielo.
Itinerario A: dal rifugio Dibona per la via Ferrata Lipella (classificata moderatamente difficile); discesa per la via normale. (difficoltà EEA – dislivello 1150m – durata 9 ore)
Itinerario B: dal rifugio Dibona per comodo sentiero fino al rifugio Giussani ove per chi lo desidera è possibile fermarsi; quindi per la via normale (difficoltà EE) per placche e terrazze detritiche si raggiunge la cima. (difficoltà E-EE – dislivello 1150m – durata 9 ore)

Coordinatori: Maria Luisa Colabove – Luca Del Bianco – Manuel Masotti – Marco Morassi (UD – Commissione Escursionismo in collaborazione con la Sottosezione di San Daniele)

scarica_pdfguarda_foto

  Itinerario A               Itinerario B
pulsante_iscrivitiv12   pulsante_iscrivitiv12

BUS DEL BUSON e BRENT DE L’ART

giovedì 8 agosto 2019

E - Auto

Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi

esc_20190808 Brent de l'ArtDue incantevoli forre, relitti fossili di fiumi glaciali dalle alte pareti.

Pur essendo delle forre di dimensioni ridotte, per la particolare forma e per la composizione degli strati calcarei marmorei oltre che per i caratteristici colori tra il rosso, il bianco e il grigio verde sono le più affascinanti dell’area, annoverabili tra i monumenti ecologici delle Prealpi Bellunesi.

Dislivello: +/-460 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Livio De Marchi (UD SEN – Gruppo Seniores)

DAL PASSO GIAU AL PASSO STAULANZA

domenica 11 agosto 2019

E - Pullman

Traversata dal Passo Giau al Passo Staulanza (Dolomiti)

esc_20190526

È una traversata con bellissimi e ampi panorami (anche detta la tappa delle 8 forcelle). Fa parte dell’alta via N° 1 che dal lago di Braies arriva a Belluno. L’escursione ha inizio dal Passo Giau (m 2.236) seguendo il sentiero n. 436, passando per Forcella di Zònia e Forcella de Col Piombin tra Col Piombin e il Monte Cernera scendiamo a quota 2.170m per poi salire alla Forcella Giau (m 2.360) tra la Ponta Lastoi de Formin e il Monte Cernera. Qui entriamo sul pianoro tra i bastioni diLastoi de Formin – Spiz de Mondeval e il Monte Mondeval dove si trova il sito archeologico della tomba mesolitica dell’Uomo di Mondeval. Ampio panorama su: Beco de Mezodì, Pelmo, Civetta. Scendiamo fino a quota 2175 per poi risalire alla Forcella Ambrizzola (m 2.277) tra Croda da Lago e il Becco de Mezodì, da dove ammiriamo la conca di Cortina e i monti che la circondano. Tenendo il sentiero 436, a sud, ci portiamo alla Forcella Col Duro e scendiamo alla Casera Prendera (m 2.148) e poi, per sent. 458, alla forcella de Col Roan (m 2.075) con vista sull’Antelao e per sentiero 467 alla Forcella Roan (1.999 m) per poi salire alla Forcella de la Puina (m 2.034) e fiancheggiando il Col de la Puina possiamo osservare verso est la Marmolada. Scendiamo al Rifugio Città di Fiume (m 1.918) per poi riprendere il sentiero 472 e, attraverso i ghiaioni del Pelmo e del Pelmetto, arrivare al Passo Staulanza (m 1.766).

Dislivello: +400/-700 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Olivo Ecoretti e Mirco Venir (UD – Commissione Escursionismo)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

PICCO DI GRUBIA

giovedì 29 agosto 2019

EE - Auto

Alpi Giulie

esc_20190829 Picco di GrubiaDa Sella Nevea con la funivia raggiungeremo il rif. Gilberti. Da qui, seguendo il segnavia CAI 632, attraversando un enorme anfiteatro sovrastato dalle pareti nord dell’Ursic – Canin e Picco di Carnizza, raggiungeremo sella Grubia eil bivacco Marussig (2.040m). Proseguendo si arriverà a Forchia di Terrarossa e quindi alla Cima del Pic di Grubia, splendido spartiacque tra la val Raccolana e la val Resia.

Dislivello: +/-500 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Gildo Garlatti – Pietro Venier (UD SEN – Gruppo Seniores)

MONTE COGLIANS (FERRATA NORD) E MONTE RAUCHKOFEL

domenica 1 settembre 2019

EE/EEA - Auto

Alpi Carniche

esc_20190901_2Itinerario A: la via ferrata Nord del Coglians è considerata difficile. Nonostante l’attrezzatura eccellente rimane un itinerario impegnativo per dislivello e ambiente severoin cui si svolge. È richiesta quindi una certa esperienza e preparazione fisica. Nel tratto iniziale,dove il vuoto e la verticalità sono padroni assoluti, l’uso del cavo è indispensabile, mentre nel tratto centrale si cammina su detriti a tratti instabili. La lunga e aerea cresta finale che porta alla cima ci accoglie in un grandioso itinerario di alta montagna.

Itinerario B: facile itinerario escursionistico di notevole impatto visivo, il Rauchkofel si trova in territorio austriaco, situato di fronte alle imponenti pareti N del Coglians e Lastrons del Lago, la cui piramide verde, che fa da sfondo al cristallino lago, si presenta in tutta la sua bellezza appena valicato il passo Volaia.

Dislivello: +/-1430 m (A), +/-1100 (B)
Durata: 8 – 9 ore (A) – 6-7 ore (B)
Coordinatori: Tiziano Scarsini – Simonetta Degano – Marco Morassi – Olivo Ecoretti (UD – Commissione Escursionismo)

CANYON DEL BLETTERBACH E LABIRINTO LATEMAR

Da mercoledì 11 settembre 2019

A giovedì 12 settembre 2019

E - Auto

Alto Adige – Val D’Ega

Il primo giorno da Aldino si raggiunge il centro visitatori e si percorre il Canyon del Bletterbach fino alla cascata “Butterloch”. Il secondo giorno dal passo di Costalunga si raggiunge malga Latemar e si scende verso il labirinto del Latemar facendo un percorso in un immenso caos pietroso.

Dislivello: 1° giorno: +/-300 m, 2° giorno: +/-500 m
Coordinatori: Claudio Assolari – Tosolini Stenia (UD SEN – Gruppo Seniores)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

SUI SENTIERI DELL’ORSO

Da sabato 14 settembre 2019

A domenica 15 settembre 2019

EE -Pullman

Parco Naturale dell’Adamello e Brenta

esc_20190914Una splendida due giorni nel Parco Naturale dell’Adamello e Brenta (TN), un parco ricco di flora e fauna grazie all’integrità e varietà del suo territorio.
Visiteremo gli spettacolari e panoramici sentieri della Val d’Ambiez e della Val di Jon in compagnia degli amici della TAM SAT di Trento, con l’intento di osservare l’orso bruno (Ursus Arctos) nel suo habitat. Ci guideranno in completa sicurezza spiegandoci biologia e comportamenti dell’orso, oltre a raccontarci gli aspetti positivi e negativi del progetto Life Ursus, un progetto nato per non far estinguere la popolazione autoctona di orsi rimasta in Trentino agli inizi degli anni novanta.

1° giorno: dal Paese di San Lorenzo Dorsino (TN) saliremo in Val d’Ambiez fino a raggiungere il rifugio Cacciatore che ci ospiterà per la notte.

2° giorno: dal Rifugio Cacciatore saliremo leggermente di quota fino a raggiungere la Val di Jon per poi scendere verso Malga Asbelz e raggiungere il paese di Dorsino (TN).

Dislivello: 1* giorno +1000 m, 2* giorno +600/-1600 m
Coordinatori: Ermes Furlani, Michela Di Tomaso e Riccardo Maida (UD – Commissione Escursionismo)

RIFUGIO GRAUZARIA – FORAN DE LA GJALINE

giovedì 26 settembre 2019

E - Auto

Alpi Carniche

esc_20190926 GrauzariaDalla Val Aupa si salirà per il sentiero 437 fino al rifugio Grauzaria (1.250m), posto nel bosco sotto gli strapiombi della Sfinge e del Cuel del Giaj proseguendo poi fino al Foran del la Gjaline, ove apparirà solitaria la torre del Sernio.

Dislivello: +/-310 m
Durata: 5 ore
Coordinatori: Livio De Marchi – Daniela Biasutti (UD SEN – Gruppo Seniores)

MONTE PRAMAGGIORE (2.478 m) – Dolomiti Friulane

domenica 29 settembre 2019

E/EE - Auto

Salendo dalla Val Settimana e passando per Casera Pramaggiore

SONY DSCIl Monte Pramaggiore è una delle più importanti e belle cime delle Dolomiti Friulane.
Lasciate le auto poco prima del rifugio Pussa, si imbocca il facile sentiero 366 fino al ricovero Casera Pramaggiore (1.802 m) dal quale si può godere di una splendida vista e ove termina l’itinerario B.
L’itinerario A continua salendo per pendio prativo fino a Forcella Pramaggiore (2.295 m) dove spesso pascolano gli stambecchi. Qui termina il sentiero CAI e inizia la traccia rocciosa e impegnativa segnalata da bolli rossi: per raggiungere la cima è necessario infatti affrontare la cresta rocciosa con qualche passaggio di grado I+. La faticosa salita sarà compensata dalla possibilità di ammirare un bellissimo panorama sulle altre vette del Parco e fino ai ghiacciai austriaci.

Dislivello: Itinerario A: +/-1600 m, Itinerario B: +/-900 m
Durata: 8/9 ore
Coordinatori: Maria Luisa Colabove e Giorgio Di Giusto (UD – Commissione Escursionismo)

 

GROTTE DI PRADIS

domenica 6 ottobre 2019

T - Auto

Escursione Naturalistica

esc_20191006 pradisPradis: grotte verdi, forra, geo-morfologia e archeologia. Innumerevoli gli spunti per una escursione davvero interessante: a Clauzetto la chiesa di San Giacomo dove portavano le indemoniate per gli esorcismi, poi i vari piccoli borghi rurali dell’altopiano di Pradis con caratteristiche case in pietra e una molteplicità di profonde vallette, con ponti, antiche mulattiere, prati e fitti boschi, fino ad arrivare al paese di Gerchia.
La grotta con la statua della Madonnina è situata sull’orlo della profonda, stretta e bellissima forra, dove poi il percorso porta da un lato all’altro della stessa o sul suo fondo dove scorre il torrente Cosa. La sorgente dell’acqua Pradis e la valle del Rio Secco, con i reperti dell’uomo di Neanderthal.

Dislivello: +/-100 m
Durata: 5 ore
Coordinatori: Operatori Naturalistici e Culturali (UD CCD–Commissione Culturale e Divulgativa)

JÔF DI SOMDOGNA

giovedì 10 ottobre 2019

E - Auto

Alpi Giulie

esc_20191010 SomdognaLa Sella di Somdogna è il valico naturale tra la Val Dogna e il Tarvisiano. Il percorso dell’escursione è ad anello, con partenza dalla Sella si giunge alla cima incontrando lungo il percorso le prime testimonianze della Grande Guerra (resti di ricoveri e trincee). Dalla cima si scende verso sud attraversando la Fossa di Carnizza per giungere al bivacco Stuparich e successivamente al Rifugio Grego.

Dislivello: +/-700m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Livio De Marchi – Claudio Assolari (UD SEN – Gruppo Seniores)

MONTE CLAPSAVON (2.462 m)

domenica 13 ottobre 2019

EE - Auto

Autunno quasi alpinistico, da Casera Razzo al Clapsavon

esc_20191013Il Monte Clapsavon è la vetta inferiore del massiccio del Bivera-Clapsavon: l’elevazione senza impedimenti sa regalare panorami unici.
Da Casera Razzo (1.739 m) attraverseremo sul sentiero 210 i piacevoli pascoli delle casere Mediana e Chiansaveit (1.698 m), rimirando i larici dei declivi vicino prendere i colori giallo, arancio, oro e marrone della nuova stagione.
Proseguiremo prendendo decisamente quota, su cammino ripido e inizialmente scivoloso nel bosco, poi più stabile su pendii erbosi fino a forcella Chiansaveit (2.051 m).
Piegheremo quindi su sentiero segnato alpinistico attraverso i ghiaioni e sfasciumi del versante nord del Clapsavon, fino alla vetta con croce (2.462 m), per apprezzare appieno lo sguardo che via via si è aperto libero sui 360° di panorama di vette.
Rientreremo per la forcella del Bivera (2.330 m), da raggiungere dopo alcuni passaggi assicurati con corde in cresta, scendendo per il ripido ghiaione del massiccio fino ad incontrare nuovamente vegetazione e quindi chiudere l’anello con il dolce rientro per casera Razzo.

Dislivello: +/-750 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Paolo Blasoni, Denia Cleri, Giorgio Di Giusto (UD – Commissione Escursionismo)

CIMA DEI COLESEI

giovedì 24 ottobre 2019

E - Auto

Dolomiti di Sesto

esc_20191024 ColoseiFaremo un giro ad anello che partendo da Bagni di Valgrande (Padola) ci porta dapprima al Rifugio Lunelli e quindi, su strada militare, superato il limite del bosco alla Cima dei Colesei.

Panorama sul Comelico e sul Monte Popera. La discesa avverrà sul versante opposto a quello di salita fino a Valgrande.

Dislivello: +/-700 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Livio De Marchi – Claudio Assolari (UD SEN – Gruppo Seniores)

MONTE ZAIAVOR

domenica 27 ottobre 2019

E - Auto

Escursione ad anello da Passo Tanamea - Monte Zaiavor - Sella Carnizza - Passo Tanamea.

esc_20191027Bel percorso autunnale. Da passo Tanamea si percorre il sentiero 727 fino alla Bocchetta di Zaiavor e poi su in cima allo Zaiavor (m 1815). Si riscende verso la Bocchetta per poi proseguire verso Sant’Anna di Carnizza. Giunti alla casera Nischiuarch imbocchiamo il sentiero 739, che ci riporta al punto di partenza.

Dislivello: +/-955m
Durata: 6/7 ore
Coordinatori: Mauro Rizzo e Marco Morassi (UD – Commissione Escursionismo)

 

 

MALGA AVRINT – SIARADE SENIORES

giovedì 7 novembre 2019

E - Auto

Prealpi Carniche

esc_20191107 AvrintTranquilla escursione di fine stagione da Verzegnis a Malga Avrint situata in una panoramicissima posizione sui monti della Valle del Tagliamento e della Valle del But.

Al termine dell’escursione raggiungeremo un locale tipico della zona per un momento conviviale di chiusura del programma annuale ed un arrivederci all’anno nuovo.

Dislivello: +/-500 m
Durata: 4 ore
Coordinatori: Livio De Marchi – Claudio Assolari  (UD SEN – Gruppo Seniores)

SIARADE

domenica 10 novembre 2019

Auto

esc_20191110“SIARADE” è il termine della lingua friulana che indica la chiusura ma anche l’autunno, mutuato dalla terminologia contadina e inteso come stagione di chiusura dei lavori agricoli.

Nel nostro caso SIARADE indica la chiusura della stagione escursionistica, ma non termine della curiosità e amore per la montagna, quella voglia di andare che è l’energia che ci fa pensare alle escursioni per l’anno venturo.

SIARADE è la denominazione che diamo ad una giornata in compagnia dove ci ritroveremo tutti (escursionisti domenicali, gruppo Seniores, gruppo Montagna Terapia, e tanti altri amici) per festeggiare e stare assieme, dividendo la giornata tra una prima parte dedicata all’escursione ed una seconda parte di convivio presso un locale tipico. Programma ancora da definirsi.

DA S. GIOVANNI AL TIMAVO AL SENTIERO RILKE

domenica 17 novembre 2019

T - Auto

Escursione Naturalistica

esc_20191117 duinoLe sorgenti del fiume sotterraneo Timavo, con la suggestiva antica chiesa di san Giovanni Battista; il monumento ai “Lupi di Toscana”; il porto peschereccio; la cava di pietra dove hanno rinvenuto i fossili di dinosauri e poi l’altopiano carsico fino a Duino.

I due castelli ed infine la passeggiata Rilke sulle falesie carbonatiche di Duino, con splendide vedute sul golfo di Trieste.

Concluderemo l’escursione pranzando al villaggio dei pescatori di Duino.

Durata: 7 ore
Coordinatori: Operatori Naturalistici e Culturali (UD CCD–Commissione Culturale e Divulgativa)

MONTE SABOTINO (versante italiano)

venerdì 29 novembre 2019

E - Auto

Valle dell’Isonzo

esc_20191121 MSabotinoIl Monte Sabotino (609m) è un’altura al confine tra Italia e Slovenia a nord di Gorizia.

Da San Mauro (Oslavia) saliremo per il sentiero che porta alla chiesetta di San Valentino e da qui per il sentiero di cresta fino alla vetta da cui si può godere un meraviglioso panorama di Nova Gorica a sud, verso l’occidente si vede il Collio, ad est il Monte Santo e l’altopiano di Trnovo e Banjščice, verso nord si possono ammirare le Alpi. Il ritorno avverrà per la strada militare.

Dislivello: +/-600 m
Durata: 4 ore
Coordinatori: Claudio Assolari – Tosolini Stenia (UD SEN – Gruppo Seniores)

 

Le escursioni già effettuate nel 2019

TRAVERSATA DA PASSO SAN PELLEGRINO A MALGA CIAPELA

domenica 14 luglio 2019

E - Pullman

Dolomiti Fassane – Gruppo di Costabella

esc_20190714L’escursione proposta è altamente panoramica: parte dal Passo San Pellegrino e, valicando il Passo di Forca Rossa, lungo l’Alta Via dei Pastori si scende a Malga Ciapela. L’ambiente è meraviglioso e lungo tutto l’itinerario presenta vari aspetti naturalistici e paesaggistici, come i numerosi laghetti, i tabià (ex fienili di legno) di Fuciade e di Valfredda, lo sfasciume rosso delle Marmolade, i pascoli che si estendono a perdita d’occhio, i picchi dolomitici, il minuscolo villaggio di Franzedàs con i suoi antichi tabià che si dice abitati dai personaggi delle fiabe.

Dislivello: +600/-1100 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Marco Cabbai, Piero Pasquili e Nicola Michelini (UD – Commissione Escursionismo)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

PUANINA TOUR

giovedì 11 luglio 2019

E - Auto

Alpi Carniche

esc_20190711 Puanina TourPuanina è il nome con cui gli abitanti di Ugovizza, nel cuore della Valcanale, indicano l’alpeggio, la montagna dove sono ancora vive tradizioni secolari. Attraverso un percorso circolare si potrà compiere un vero e proprio viaggio lungo la tradizione delle malghe di Ugovizza. Attraverso boschi e prati fioriti raggiungeremo dapprima Malga Priu e quindi il Rifugio Gortani.

Dislivello: +/-500 m
Durata: 4.30 ore
Coordinatori: Gildo Garlatti – Daniela Biasutti (UD SEN – Gruppo Seniores)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

MONTE PIZZUL

domenica 7 luglio 2019

E - Auto

Escursione Naturalistica

esc_20190707 pizzulInteressante escursione Naturalistico/Culturale. Da Malga Pizzulper mulattiere e sentieri di guerra saliremo sulla vetta del monte Pizzul alla ricerca delle rocce tra le più antiche d’Italia risalenti all’Ordoviciano (circa 450 milioni di anni fa). Stupenda la vista a 360° che si gode dalla cima, in particolare verso Pontebba. Dalla cima ritorneremo a Malga Pizzul passando per casera Paluchian.

Durata: 5 ore
Coordinatori: Operatori Naturalistici e Culturali (UD CCD–Commissione Culturale e Divulgativa)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

CORNO DI FANA E RIFUGIO BAITA BONNER

domenica 30 giugno 2019

E - Pullman

Escursione ad anello da Candelle -Rifugio Bonner-Corno di Fana-Bocchetta di Fana- Candelle

esc_20190630Da Dobbiaco, per la Valle di S. Silvestro, si arriva a Candelle (m 1.540). Il tracciato inizia sulla strada forestale segn. 25 e prosegue fino alla quota di 1900. Da lì seguiamo sulla sinistra il sentiero che sale rapidamente connumerose serpentine sino al Rif. Bonner Hutte (m2.340) e poi alla cima del Corno di Fana (m 2.663), percorrendo un pezzo dell’alta via di Dobbiacco.

Scendendo sulla cresta di confine si arriva alla Bocchettadi Fana (m 2.511).

Escursione moltoappagante per la splendida vista che si ha sulmassiccio delle Vedrette di Ries e degli Alti Tauri a nord e sulle Dolomiti a sud. Per la discesa si percorre il sent. 24 (poi il 25 a)e si scende perla conca alpestre della Bergalmhütte e i suoi piccolissimispecchi lacustri.

Continuando la discesa raggiungeremo il sentiero della partenza e poi di nuovo a Candelle.

Dislivello: +/-1100 m
Durata: 7 ore
Coordinatori: Riccardo Maida e Mauro Rizzo (UD – Commissione Escursionismo)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

GARTNERKOFEL(A)

giovedì 27 giugno 2019

E - Auto

Alpi Carniche

esc_20190627 GartnerkofelRemunerativa escursione nelle Alpi Carniche con partenza da uno dei poli sciistici più in voga della Carinzia ossia Passo Pramollo.

Il Gartnerkofel si trova in territorio austriaco e offre in vetta un panorama incredibile: dalle Giulie Slovene alle Dolomiti.

Dislivello: +/-670 m
Durata: 5 ore
Coordinatori: Livio De Marchi – Claudio Assolari (UD SEN – Gruppo Seniores)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

PIZ DI MEDE – PEZZACUL

domenica 23 giugno 2019

E - Auto

Giornata del “Solstizio d’estate” organizzata dagli Operatori Naturalistici e Culturali del CAI

esc_20190623Chissà cosa si prova a camminare sulla lava ad un chilometro di profondità sotto il mare!

Dev’essere complicato andarci, ma se si aspetta un po’ (310-320 milioni di anni), ecco che le spinte della crosta terrestre portano quel fondo marino a due chilometri sopra il livello del mare e, per fare servizio completo, la natura provvede ad abbellire il tutto con ricchi addobbi floreali ed un panorama impagabile.

Aggiungiamoci poi laghetti glaciali, trincee della Grande Guerra, vacche e capre al pascolo, moderati dislivelli ed il servizio è completo.

Certo, la vecchia strada militare di arroccamento è lunga, ripida e stretta, ma tanto utile e, una volta in quota, si merita davvero il nome di “panoramica delle vette”.

Dislivello: +/-400m
Durata: 5 ore
Coordinatori: Renzo Paganello e Antonio Nonino (UD – Commissione Escursionismo)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

Sentiero Corbellini e Passo Elbel – CAMBIO PROGRAMMA

domenica 9 giugno 2019

EE/EEA - Pullman

Traversata da Sappada alla Val Pesarina – Gruppo del Clap – Alpi Carniche Occidentali

L’escursione programmata è stata sostituita con

Anello tra i Monti Paularo, Dimon e Neddis da Castel Valdajer – Alpi Carniche

Una traversata nel cuore delle Dolomiti Pesarine che con due itinerari ci porterà da Sappada alla Val Pesarina attraverso percorsi spettacolari.

Il percorso A ci vedrà impegnati sul Sentiero attrezzato Corbellini su un percorso vario e suggestivo, attraverso valloni e costoni panoramici. Recentemente messo in sicurezza, alterna passaggi scavati nella roccia, aree boscose e prative, passerelle di legno ed un probabile passaggio su nevaio, fino a giungere al Rifugio f.lli De Gasperi (1.767 m).

Il percorso B parte lungo un tratto in falsopiano attraverso la Valle del Rio Storto e poi del Rio Enghe per poi sormontare una bastionata rocciosa tra boschi di larici e vallette detritiche fino ad una fresca cascata. Raggiungeremo poi il panoramico Passo Elbel (1.963 m). Da qui in un ora abbondante si raggiugerà il Rifugio per poi scendere tutti assieme verso la località Pian di Casa (1.280 m).

Dislivello: Itinerario A: +750/-500 m. Itinerario B: +850/-700 m
Durata: 6-7 ore
Coordinatori: Francesca Marsilio, Luca Del Bianco e Mauro Flora (UD – Commissione Escursionismo)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

CROCIERA SUL SILE

giovedì 6 giugno 2019

T - Auto

Veneto

esc_20190606 SileEscursione lungo il fiume Sile, il fiume di risorgiva più lungo d’Europa, oggi Parco Naturale, tra natura e ville venete con soste lungo le sue sponde per ammirare ville, chiese ed il misterioso “Cimitero dei Burci.”

Durante la navigazione verranno illustrate la storia del fiume Sile, dalla sua nascita, all’importanza commerciale e le bellezze che lo circondano.

Durata: 7 ore
Coordinatori: Antonella Pasqualotto – Livio De Marchi (UD SEN – Gruppo Seniores)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

MONTE GOLICA – SLOVENIA

giovedì 30 maggio 2019

E - Auto

Caravanche

esc_20190516 GolicaViste le previsioni meteo non favorevoli e la presenza di neve sul monte Golica, l’escursione viene rinviata a GIOVEDÌ 30 MAGGIO

La Golica è una bella e vasta montagna collocata nella catenaoccidentale delle Caravanche, al confine tra Slovenia ed Austria, sopra all’alta valle della Sava.

La sua fama è dovuta in gran parte alla ricchissima flora dei suoi versanti che risultano così dei veri e propri giardini botanici.

In questa stagione avremo modo di ammirare la splendida fioritura dei narcisi che ricoprono incredibilmente i suoi prati.

Dislivello: +/-900 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Gildo Garlatti – Lisena Scialino (UD SEN – Gruppo Seniores)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

RADUNO SENIORES TRIVENETO

mercoledì 22 maggio 2019

Auto

Colli Euganei

esc_20190522 Colli EuganeiQuest’anno si terrà il 9° Raduno Triveneto Seniores, organizzato dal CAI Sezione di Padova nei Colli Euganei.

Il programma dettagliato verrà fornito dagli organizzatori.

Coordinatori: Gruppo Seniores Udine in collaborazione con CAI Padova (UD SEN – Gruppo Seniores)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

 

Torna all’inizio