Escursioni


In questa pagina trovate tutte le escursioni organizzate della Commissione Escursionismo, dal Gruppo Seniores e dalla Commissione Culturale e Divulgativa per l’anno 2020.

Causa emergenza Covid-19, ll Programma 2020 è stato modificato: ci siamo riorganizzati per riprendere le escursioni con piacere ed in sicurezza, sulla base delle nuove direttive CAI per l’Escursionismo. Seguiteci sul sito, sulle ns. newsletter e pagine Facebook!

Qui da leggere e scaricare le Note operative partecipanti e il Modulo di autodichiarazione, validi per le nuove attività, che ne integrano il Regolamento standard. Le troverete allegate in ogni Programma di escursione.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre attività iscriviti alla newsletter

Inoltre potere godervi le foto delle passate escursioni già effettuate nel 2020.

Foto e i programmi delle escursioni degli anni passati: 2017, 2018, 2019


Le escursioni del 2020

 

MONTE CORONA

giovedì 1 Ottobre 2020

Tra Italia e Austria

E - Auto

dig

Da Pramollo si sale dolcemente tra alpeggi e pascoli in un ambiente conosciuto molto bene dai paleontologi per la grande quantità di piante fossili del carbonifero. Non da meno sono i panorami che si potranno vedere, dai Tauri alle cime più alte delle Giulie.

Dislivello: +/-700 m
Durata: 5 ore
Coordinatori:  Livio De Marchi e Claudio Assolari (UD SEN – Gruppo Seniores)

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.
Data/ meta escursione con possibili modifiche

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

MONTE SERNIO 2187 m (Alpi Carniche)

domenica 4 Ottobre 2020

Ascesa dalla Val Aupa

EE-F - Auto

esc_20201004_M-Sernio.jpgEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Lassù, sul Monte Sernio, i panorami sono i più estesi, dalle Carniche alle Giulie. Impenetrabile e apparentemente irraggiungibile, ci conquisteremo il permesso di salirlo dalla Val Aupa, facendoci complici della sua solitudine di roccia.
Dal parcheggio oltre l’abitato di Dordolla seguiremo il sentiero CAI n. 437 fino a Forcella Foran de la Gjaline, poi per sentiero 419 a Forca Nuviernulis. Da qui asprezza e magia si mescolano per i salti rocciosi, le cengette e le paretine inclinate che ci portano alla cima. Il rientro è per medesima via. Escursione con notevole dislivello, necessita un appropriato impegno fisico – tecnico.

Dislivello: +/-1500 m
Durata: 9 ore
Coordinatori: Giorgio Di Giusto, Marco Manzini, Piero Pasquili (UD – Commissione Escursionismo)

LA REGATA IN BICI (Carso triestino)

domenica 11 Ottobre 2020

Escursione in mountain bike da Prosecco (TS)

MC/MC - MTB + Auto

esc_20201011_LA REGATA IN BICI.jpgItinerario unico con vista dalla catena alpina al mare.
Panorama a 360° dalla torre di Liburnio alla vedetta di Slataper, pedaleremo tra la boscaglia carsica e su spettacolari piste sterrate,  ammirando la Barcolana dall’alto.

Dislivello: da comunicarsi
Durata: da comunicarsi
Coordinatori: (UD – Commissione Escursionismo)

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.
Data/ meta escursione modificata

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

foto: www.pedalaqb.com

EX MINIERA DEL RIO RESARTICO

giovedì 15 Ottobre 2020

Parco delle Prealpi Giulie

E - Auto

esc_20201015_miniera-del-rio-resartico.jpgSi salirà la stretta Valle del Rio Resartico passando per i ruderi del villaggio minerario e salendo ancora si giungerà all’ingresso della miniera e reso visitabile dalla direzione Parco delle Prealpi Giulie. Dalla fine dell’ottocento e fino a primi anni cinquanta, nella miniera si estraeva un minerale di facile infiammabilità; questo veniva portato a Resiutta dove veniva distillato per estrarne alcuni oli minerali pesanti, utilizzando come combustibile i gas che si liberavano durante la lavorazione. La prima illuminazione pubblica della città di Udine fu alimentata dall’olio distillato da questi minerali.

Dislivello: +/-700 m
Durata: 4 ore
Coordinatori:  Gildo Garlatti – Pietro Venier  (UD SEN – Gruppo Seniores)

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.
Data/ meta escursione con possibili modifiche

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

MONTE CHIAVALS

domenica 18 Ottobre 2020

Traversata con partenza dalla riserva naturale della Val Alba

EE - Auto

esc_20201018_Monte Chiavals.jpgEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Il Monte Chiavals si trova nella Riserva naturale regionale della Val Alba. Dalla sua cima si gode un panorama incredibile a 360° sui vicini Sernio, Grauzaria e Zuc del Bor e sui più lontani Montasio e Canin. Dal parcheggio della val Alba ci incammineremo subito su sentiero inoltrandoci all’interno di una faggeta. Inizieremo a prendere quota su comodo sentiero che ci condurrà, incrociando una mulattiera ed una strada di guerra su cengia rocciosa, al bivacco Bianchi, di recente ricostruzione. Ci concederemo una meritata sosta ristoratrice ammirando l’incantevole vista che si gode dal bivacco sulla sottostante Val Aupa. Pronti per riprendere il cammino seguiremo la segnalazione dell’Alta Via CAI di Moggio, che ci porterà a salire direttamente il pendio sovrastante; qualche gradino accennato sulle zolle erbose faciliterà la nostra risalita che comunque rimarrà impegnativa, svolgendosi lungo la linea di massima pendenza. Giunti quasi in prossimità della cima non ci rimarrà che percorrere una parte di cresta con attenzione dove questa si fa sottile ed esposta, ancora pochi metri e ci ritroveremo sulla piccola vetta, caratterizzata da una simbolica croce in legno.

Dislivello: + 1000 m / – 850 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Luca Del Bianco e Antonio Nonino (UD – Commissione Escursionismo)

MONTE MATAJUR 1641 m (Prealpi Giulie)

domenica 25 Ottobre 2020

Anello sul confine, da Cepletischis

EE - Auto

esc_20201025_Matajur_camminabimbi.jpgEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Verso est, le vallate oltre il Natisone si restringono e ci portano in terre di confini destinati ad obbedire alla Natura, che questi limiti non conosce. Saliremo dal parcheggio di Cepletischis fino in cima per il sentiero CAI 736, già Alta Via Valli del Natisone e parte del Sentiero Italia. Passeremo dai piani submontani con bosco misto alle faggete oltre Casera Tamorsca, calpesteremo la stessa via usata da Rommel nel 1917, attraverseremo i labirinti calcarei per il M. Glava e raggiungeremo la chiesetta del Redentore in vetta. A sudovest tutto il declinare della piana, ad est tutta la visuale sul gruppo del Canin per noi.. Rientreremo per il versante sud fino al Rifugio Pelizzo, quindi per il  Sentiero Naturalistico del Matajur segnavia CAI 750 fino a ricongiungerci al n. 736 e chiudere l’anello.

Dislivello: +/-1150 m
Durata: 9 ore
Coordinatori: Giorgio Di Giusto, Riccardo Maida e Marina Pascolo (UD – Commissione Escursionismo)

foto: www.camminabimbi.it

CASERA PEZZEIT DI SOTTO da Val di Preone

giovedì 29 Ottobre 2020

Prealpi Carniche

E - Auto

esc_20201029_casera-pezzeit.jpgLa malga Pezzeit di Sotto si trova su un bel ripiano panoramico lungo il crinale nord del monte Burlat, nella alta Val Preone. L’itinerario proposto giunge alla casera partendo da Sella Chiampon, nei pressi della sorgente del torrente Arzino, percorrendo il sentiero Cai 826, attraversa una bellissima faggeta e ci offre un ottimo panorama sul monte Verzegnis e le Alpi Carniche.

Dislivello: +/-700 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Gildo Garlatti – Pietro Venier  (UD SEN – Gruppo Seniores)

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.
Data/ meta escursione con possibili modifiche

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

PICCOLO BELEPEIT

domenica 1 Novembre 2020

Sul filo del rasoio del Canal del Ferro

E - Auto

esc_20201101_belepeit.jpgEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Sui monti del Canal del Ferro, caratterizzati da versanti ripidi, profondamente incisi da forre, disabitati, gelati d’inverno e arsi d’estate, fino agli anni ’60 ogni terrazzo naturale aveva una o più abitazioni rurali ove un po’ di agricoltura, pastorizia e animali da cortile consentivano una vita dignitosa, anche se spartana. Attualmente, invece, gran parte di quelle abitazioni sono abbandonate e gli orti e prati ora invasi dai noccioli. Tuttavia, ci sono alcuni montanari resilienti, che nel fine settimana o durante le ferie tornano a far rivivere le vecchie case e qualche orticello, come a Stavolo Belepeit (984 m), in magnifica posizione su un terrazzo esposto al sole e difeso a nord da una parete di roccia.
Ciò che rende interessante il sito dal punto di vista geologico, è che si trova sul lato occidentale di una profonda faglia attiva. È come se un gigantesco coltello incidesse il ripidissimo fianco meridionale della “Cueste Spiçade” (già il toponimo è significativo) e che sia attiva lo denota il biancore della roccia finemente fratturata dall’attrito e le varie tracce del sentiero che è stato spostato sempre più a monte, per poter attraversare il vertice del canalone. Magnifico panorama sulle Prealpi Giulie e Carniche.

Dislivello: +/-800 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Livio De Marchi e Renzo Paganello (UD CCD–Commissione Culturale e Divulgativa)

foto: calcarea.wordpress.com

SIARADE

domenica 8 Novembre 2020

Chiudere per riaprire, come ogni anno

esc_20201108_Siarade.jpgEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Siarade è la festa di fine stagione escursionistica, l’uscita per raccontarci le mete raggiunte e quelle a venire, il momento conviviale per gustare un pranzo insieme (montagna è condividere!).
Quest’anno sarà nella domenica centrale della settimana dal 4 all’ 11 novembre per l’esposizione della mostra “Presenze Silenziose: ritorno e nuovi arrivi di carnivori nelle Alpi” nella Sala Eventi della SAF.

Coordinatori: (UD – Commissione Escursionismo)

ANELLO DEL M. HERMADA – SIARADE SENIORES

giovedì 12 Novembre 2020

Carso triestino

E - Auto

esc_20201112_anello-hermada-siarada.jpgDa Malchina si segue il sentiero Vertikala e si sbocca su una strada sterrata che raggiunge il sentiero n. 3. Da qui si va alle tre cime: la prima denominata col nome di Ermada N.E., la seconda Ermada Gramnda e la terza Ermada S.O. Si passa anche il monte Cocco ed infine per strada sterrata si rientra al punto di partenza.

Dislivello: +/-300 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Claudio Assolari e Stenia Tosolini (UD SEN – Gruppo Seniores)

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.
Data/ meta escursione con possibili modifiche

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

 

Le escursioni già effettuate nel 2020

ANELLO DELLA STRETTA DI FLEONS E DEL PASSO GIRAMONDO (Alpi Carniche)

domenica 27 Settembre 2020

Sui percorsi della Grande Guerra nel Vallone di Bordaglia accompagnati dallo storico Marco Siega

E - Auto

esc_20200927_anellodellastrettadifleonsedelpassogiramondo.jpgEscursione attualmente sospesa causa Covid-19

L’itinerario ha inizio a Forni Avoltri presso la chiesetta di Pierabech. Si percorre il vallone Sissanis per il Sentiero della Fede fino alla stretta di Fleons. Si prosegue per un tratto di Traversata Carnica, passando per le casere Sissanis di Sotto e di Sopra, dapprima fino a Sella Sissanis (Quota Pascoli) e quindi a Passo Giramondo. Saremo accompagnati dalla guida storica Marco Siega che, strada facendo, ci racconterà delle vicende belliche accadute lungo il percorso, in particolare nell’anfiteatro di Bordaglia, e della Compagnia Volontari Alpini Gemona che combattè in questi luoghi distinguendosi per valore. Rientreremo per il piccolo incantevole lago Bordaglia di origine glaciale e le casere Bordaglia di Sopra e di Sotto. Il lago, considerato tra i più belli della Carnia, è inserito all’interno dell’oasi faunistica di Bordaglia-Fleons istituita dalla regione Friuli-Venezia Giulia nel 1968.
A fine escursione per chi lo desidera sarà possibile effettuare una visita guidata alla mostra permanente della Grande Guerra in Val Degano presso il museo di Forni Avoltri. Sarà con noi Giacomo Pinna curatore del museo.

Dislivello: +/-1100 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Maria Luisa Colabove, Riccardo Maida, Germano Romanin (UD – Commissione Escursionismo in collaborazione con la Sezione CAI di Forni Avoltri)

IL MONTE ZOUFPLAN

domenica 27 Settembre 2020

Escursione naturalistica culturale

E - Auto

I laghetti, le rocce vulcaniche, le arenarie rosse e il panorama lungo la Dorsale

L’itinerario si sviluppa nell’alta Valle del Bût, caratterizzata dalla presenza di una dorsale con le zone sommitali, tra 2000 e 2200 metri di quota, formate da rocce non carbonatiche. Sul Monte Zoufplan, poco a valle della strada che, a meridione, si avvicina alla sommità, è esposto il contatto tra la Formazione del Dimon, ultima unità del Paleozoico antico, costituita da rocce di origine vulcanica e l’Arenaria di Val Gardena di età permiana superiore caratterizzata da sottili brecciole e peliti dal caratteristico colore rosso. La cornice dei laghetti che occupano il fondo di una conca glaciale a ridosso della cima conferisce ulteriore motivo d’interesse alla zona.

Dislivello: + 500 m / – 500 m
Durata: 5 ore
Coordinatori: Olivo Ecoretti, Francesca Marsilio (UD CCD – Commissione Culturale e Divulgativa)

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

ANELLO PASSO ELBEL dalla Val Pesarina

giovedì 24 Settembre 2020

Alpi Carniche

EE - Auto

Minolta DSC

Escursione attualmente annullata causa Covid-19

Percorso che si svolge nella zona delle dolomiti Pesarine, partendo dal parcheggio per il rifugio De Gasperi. Si sale in questa direzione fino a raggiugere il bivio che svoltando a sinistra ci fa passare sotto il campanile di Mimoias e di seguito raggiungiamo la meta. Il ritorno avviene passando per casera Mimoias e infine al parcheggio.

Dislivello: +/-750 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Claudio Assolari – Gildo Garlatti (UD SEN – Gruppo Seniores)

ANELLO DI PUSEA DA CAVAZZO CARNICO

giovedì 24 Settembre 2020

E - Auto

Il percorso dell’intero anello è caratterizzato dalla presenza delle specie arboree caratteristiche delle Prealpi Carniche:sul fondovalle incontriamo carpino nero, orniello,tiglio,roverella e pino nero, salendo di quota faggio e acero di monte. Su lunghi tratti il bosco è inserito in suggestivi scorci del Rio Faeit. Pusea emerge dal bosco all’improvviso dopo un tratto in leggera discesa. Una decina di case, in una conca di verde. Il paese dal dopoguerra è stato abbandonato a causa della forte emigrazione dovuta alla mancanza di risorse locali. Dopo il terremoto del 1976 alcune case sono state ristrutturate ed ha ripreso nuova vita grazie alla sistemazione della strada che proviene da Verzegnis dopo avere attraversato l’omonimo lago. Salendo dalla radura della Trattoria Al Pescatore avremo alle spalle il Monte Amarianna che emerge con la vetta soltanto, bella nel biancore della roccia in contrasto con il verde del rilievo del monte Alz che la copre. Davanti, incombenti il Piçiàt e il Bottai e lo scrosciare dell’acqua del rio Faeit.

 

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

Dislivello: +/-500 m
Durata: 5 ore
Coordinatori:  Gildo Garlatti e Rosanna Pillinini (UD SEN – Gruppo Seniores)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

IL COLLIO (Collio Superiore)

sabato 19 Settembre 2020

Escursione in mountain bike da Cormons

MC/MC - MTB + Auto

esc_20200919_IL COLLIO.jpgEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Escursione ad anello in mountain bike partendo da Cormons, per poi sconfinare in Slovenia, rientrare in Italia ed arrivare alle vigne più alte del Collio, e quindi scendere verso Dobrovo, Ruttars e ritornare a Cormons. Paesaggio splendido tutto in mezzo alle vigne.

Dislivello: +/-650 m
Durata: 5 ore (35 km)
Coordinatori: Mauro Rizzo, Olivo Ecoretti e Marco Morassi (UD – Commissione Escursionismo)

foto: www.civadoitaly.com

I COLLI MORENICI IN MTB

sabato 19 Settembre 2020

Ciclo Escursione in Mtb da Pagnacco

MC / MC

Dal caratteristico borgo di Fontanabona di Pagnacco passaremo i paesi di Alnicco, S. Margherita del Gruagno, Brazzacco, Moruzzo e Fagagna, dove seguiremo la Strada dei Quattro Venti per prendere il “sentiero delle colline di Pasqua” e rientrare attraversando i boschi vicino a Casali Liolà.

Dislivello: + 400 m
Durata: 4 ore
Coordinatori:  Nicola Michelini, Mauro Rizzo, Mirco Venir (UD CE – Commissione Escursionismo)

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

TOFANA DI DENTRO (Dolomiti)

domenica 13 Settembre 2020

Escursione ad anello alla Tofana de Inze o Terza Tofana

EE/EEA-F - Auto

esc_20200913_Tofana di DentroEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Le Tofane da sempre esaltano con la loro superba presenza la bellezza del Parco Naturale delle Dolomiti di Ampezzo.
Escursione ad anello su itinerario con paesaggi immensi su tutti i Gruppi Dolomitici della Conca Ampezzana e delle Dolomiti di Fanes.
Partendo dal rifugio Dibona, si raggiunge il rifugio Pomedes ove ha inizio il sentiero attrezzato Olivieri che, entrando letteralmente nella montagna, raggiunge il rifugio Ra Valles. Si prosegue quindi sul versante Nord della montagna fino a Forcella Formenton e quindi, passando per il Bivacco Baracca degli Apini, alla cima della Tofana di Dentro.
La discesa avviene dapprima per la ferrata Formenton fino all’intaglio fra le due Tofane di Dentro e di Mezzo. Si scende successivamente per traccia di sentiero percorrendo dapprima una stretta e aerea cengia, quindi un lungo ghiaione fino ad incrociare il sentiero che scende dal rifugio Giussani verso il rifugio Dibona ove il percorso si conclude.
Escursione molto lunga in ambiente severo su terreno in parte attrezzato. Il percorso di discesa lungo la cengia richiede passo sicuro, assenza di vertigini e provata esperienza su analoghi percorsi.
Nel complesso l’escursione è considerata molto difficile.

Dislivello: +/-1200 m
Durata: 9 ore
Coordinatori: Maria Luisa Colabove, Manuel Masotti, Marco Morassi e Serena Pettoello (UD – Commissione Escursionismo in collaborazione con la Sottosezione  “Mario Micoli ” San Daniele del Friuli)

MONTE CROSTIS

domenica 13 Settembre 2020

da Collina di Forni Avoltri

E - Auto

Il Monte Crostis (2250 m) si trova nelle Alpi Carniche, nella zona a NE di Rigolato. Meta di molti escursionisti, dalla sua cima si gode di un panorama a 360° su tutte le Alpi Carniche, fino alla Giulie ed alle Dolomiti. Ineguagliabile la vista sul gruppo del Coglians-Chianevate. Lo saliremo partendo dalla frazione di Collina, in comune di Forni Avoltri, passando per Casera Plumbs e Forcella Plumbs. Dalla cima scenderemo poi sul versante meridionale fino a scavallare attraverso Sella Bioichia.

Dislivello: + 1000 m / – 1000 m
Durata: 7 ore
Coordinatori: Marco Morassi, Marina Pascolo (UD CE – Commissione Escursionismo)

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

AURISINA

domenica 13 Settembre 2020

Escursione naturalistica culturale

T - Auto

Da borgo carsico a centro dell’industria estrattiva del marmo

Trovarsi nel posto giusto al momento giusto, conta, e ne è esempio il paese di Aurisina/Nabrežina, trasformatosi in pochi decenni da sonnacchioso borgo carsico a centro nevralgico dell’industria estrattiva di marmo. Nel corso della passeggiata azioneremo più volte la macchina del tempo: scopriremo dapprima il piccolo borgo sonnacchioso di poche anime, il suo nucleo storico, i campi coltivati e i vigneti, ma proseguendo nell’itinerario dovremo andare ancora più indietro nel tempo: tra sentieri, doline e peculiarità naturalistiche, capiremo come si è formata la pietra che ha fatto la fortuna di Aurisina, e la sua influenza sul paesaggio e sul territorio. Infine ci affacceremo a fine Ottocento, durante i febbrili lavori attorno alla Ferrovia Meridionale, in una cittadina brulicante di vita, dove ogni giorno si affaccendavano migliaia di lavoratori, tra cavatori, facchini, scalpellini, ma anche commercianti, trasportatori e osti, in un teatro di varia e variegata umanità. 

Proprio grazie all’incontro con Giorgia Zandomeni, titolare della Tecnomarmi snc, concluderemo l’itinerario entrando nel presente dell’economia legata al marmo carsico: scopriremo così il suo laboratorio, le tecniche di lavorazione e la storia della famiglia Zandomeni, da più generazioni attiva nel bacino minerario di Aurisina

Dislivello: in piano
Durata: 4 ore
Coordinatori: Denia Cleri, Sara Famiani (UD CCD – Commissione Culturale e Divulgativa)
Con la collaborazione di Alessandra Beltrame (Giornalista – Presidente Commissione Culturale e Divulgativa)

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

TREKKING ALLE CINQUE TERRE

Da lunedì 7 Settembre 2020

A sabato 12 Settembre 2020

Liguria di levante

E - Treno

esc_20200907_trekking-cinque-terreEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Tra mare e cielo, vigneti e colori da Monterosso e Riomaggiore e oltre. Le cinque terre vantano una straordinaria ricchezza naturalistica sopravvissuta per secoli in un delicato ed affascinante equilibrio con l’attività umana. La macchia mediterranea con boschetti di pini, lecci e sugheri nei profumi di timo, lavanda e rosmarino convive fianco a fianco con appezzamenti coltivati a vigna strappati alla collina mediante terrazzamenti protetti e sostenuti da tipici muri a secco. Per secoli i sentieri che percorreremo sono stati l’unico collegamento  tra un paese e l’altro e tra questi e l’entroterra. I suggestivi cinque paesini sul mare incastrati sulla foce dei torrenti si chiamano “terre” e  non porti, in quanto scali praticabili solo per piccole imbarcazioni.

Dislivello: +/-200  | 500 m
Durata: 6 giorni
Coordinatori:  Antonio Nonino – Livio De Marchi (UD SEN – Gruppo Seniores)

 

Torna all’inizio