Escursioni 2024


In questa pagina trovate tutte le escursioni organizzate della Commissione Escursionismo, dal Gruppo Seniores e dalla Comitato Scientifico e dal Gruppo Alpinisti Sciatori per l’anno 2024.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre attività iscriviti alla newsletter

Foto e i programmi delle escursioni degli anni passati: 2017, 2018, 2019, 2020, 2021, 2022, 2023


Le escursioni del 2024

 

Lezioni di sci in pista e fuori pista

domenica 25 Febbraio 2024

GAS 2024

Con il maestro Livio Sadoch, sulle nevi di Sella Nevea,
una giornata per imparare la tecnica di sci fuoripista.
Corso eccellente sia per scialpinisti alle prime armi che
per esperti che vogliano migliorare la tecnica di
discesa. Aperto anche ai freerider “puri”.

 

MONTE DOBRATSCH Alpi della Valle del Gail – Villach Austria

giovedì 29 Febbraio 2024

escursione con ciaspole

EAI corriera

Escursioni seniores 2024

Ultima escursione sulla neve e, per finire in bellezza, in notturna!  Il monte Dobratsch (2176 m), in territorio austriaco, è il primo contrafforte delle Alpi Carniche e si trova alla confluenza della valle austriaca del Gail e dell’italiana Val Canale. E’ una montagna importante perché rappresenta uno dei primi esempi,  di recupero ambientale alpino.    Era il monte degli sciatori della zona , ma oggi gli impianti sono stati smantellati per tutelare le acque sotterranee, già conosciute al tempo dei Romani, ed ora la zona è divenuta un Parco Naturale, un territorio di nuovo integro.  Sulla sommità c’è la più alta chiesa d’Europa, la Knappenkirche “Maria am Stein”.  

Dislivello: + / – 435 m
Durata:  ore 4.0
Coordinatori: A. Nonino  L. De Marchi  R. Pillinini  P. Venier     (UD SEN – Gruppo Seniores)

L’ESCURSIONE  DEL 22 FEBBRAIO È ANNULLATA PER SFAVOREVOLI PREVISIONI METEO E RIPROPOSTA PER GIOVEDÌ 29 FEBBRAIO 2024    RESTANO VALIDE LE ISCRIZIONI

 

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

foto.www.kaernten.at

CUEL DI NUVOLAE E MONTE SORANTRI – Alpi Carniche

giovedì 7 Marzo 2024

Escursione

E - mezzi propri

Escursioni seniores 2024

 

L’escursione si svolge nel parco intercomunale delle colline carniche nel comune di Raveo. Suggestivi sono il Santuario della Madonna di Monte Castellano e il romitorio, situato poco dietro la chiesa.  Il monte Sorantri è un importante sito archeologico dove sono stati rinvenuti reperti della tarda età del ferro e dell’inizio dell’età romana.

 

Dislivello: 600 m
Durata:   5.00 ore  (soste escluse)
Coordinatori:  R. Pillinini   P. Venier    (  SAF CAI   –   Gr. Seniores)

foto: R. Pillinini –  SAF CAI  Gr. Seniores

ANELLO DEL MONTE CJASTELAT

domenica 10 Marzo 2024

Escursione

EE - Auto

Escursioni 2024

Da Piancavallo – Pian delle More

Il monte Cjastelat (1641 m), situato nel contesto del Cansiglio-Cavallo, rappresenta la perfetta gita domenicale con i colori del sottobosco, i panorami mozzafiato sul Friuli e la media difficoltà del sentiero che saranno in grado di conquistare anche i più esigenti.

Il percorso, per la maggior parte, non presenta particolari difficoltà tecniche. Tuttavia bisognerà valutare con attenzione un paio di punti che a inizio stagione potrebbero essere problematici; tuttavia c’è la possibilità di evitarli facendo una deviazione.

Dislivello: +/- 500 m
Difficoltà: EE
Durata: 6 ore (escluse le soste)
Coordinatori: Simonetta Degano e Marco Morassi (UD CE – Commissione Escursionismo)

Iscrizioni non ancora attive

MOGGESSA: l’unico bosco bandito di pino nero in Italia e in Europa

domenica 17 Marzo 2024

escursione naturalistica

Escursioni naturalistiche 2024

Il bosco bandito e il borgo abbandonato di Moggessa di là.

La prima volta mi avevano accompagnato le guardie forestali. “C’è un bosco di pino nero incredibile”, mi avevano raccontato al telefono, “avranno oltre trecento anni”. Naturalmente non ci credevo ma sono andato a vedere. E invece nella stazione forestale di Moggio faceva bella mostra di sé una rondella di un fusto non molto grande di pino nero. I suoi anelli, talmente sottili che difficilmente si distinguevano a occhio nudo, erano stati accuratamente contati dal comandante. E’ un ‘bosco bandito’, unico nel suo genere”. Da ragazzo, quando sentivo parlare di bosco bandito, pensavo ci si riferisse a antiche leggende di banditi nascosti nella foresta. Solo più tardi ho compreso che si intendeva un bosco “bandito al taglio”, cioè un bosco che non può essere tagliato, se non in casi molto particolari, perché assolve importanti funzioni per la comunità. Cit. Andrea Maroè della Giant Trees Foundation.

 

ISCRIZIONI NON ANCORA APERTE

DOVE VETO MORE? – MTB

sabato 23 Marzo 2024

Cicloescursionismo (MTB)

TC/TC - Auto Propria

Escursioni 2024

Cicloescursione in laguna veneziana da faro a faro

Il percorso si svolge partendo dal faro di Cavallino e costeggiando la foce del Sile, seguiamo il canale della laguna percorrendo il “Pordelio” e la scenografica passerella a sbalzo sulla laguna. Arriviamo con le nostre MTB a Ca’ Savio, a Treporti e alle suggestive barene di Lio Piccolo, fino a giungere alla sua caratteristica piazza. Successivamente dirigiamo verso il litorale, costeggiamo il canale che ci riporta in laguna e arriviamo al faro di Punta Sabbioni, punta estrema della bocca di porto di Venezia Lido, spartiacque tra mare e laguna. Sulla strada del ritorno infine incontreremo ben visibili alcune fortificazioni della Grande Guerra e soddisfatti chiuderemo il nostro tour rientrando al punto di partenza.

Dislivello: +/- 36 m
Durata: 5 ore (totali 50 km)
Coordinatori: Renzo Cristofoletto ed Erica Rizzo (UD CE – Commissione Escursionismo)

Iscrizioni non ancora attive

Uova sulla neve…. la Pasqua del GAS

Data di inizio: venerdì 29 Marzo 2024

Data di termine: lunedì 1 Aprile 2024

GAS 2024

Passo del Tonale è la location scelta per godere delle magnifiche discese di quasi 2000 m di dislivello del Pisgana e del Pisganino, pernottando al rifugio ai Caduti dell’Adamello.

In alternativa sceglieremo l’Engadina o il ghiacciaio dei Forni con le sue innumerevoli possibilità di gite.

MONTE FESTA – Lago dei Tre Comuni

giovedì 18 Aprile 2024

Escursione

E - mezzi propri

Escursioni seniores 2024

 

L’escursione  a carattere storico ci porterà sui luoghi della grande guerra  tra i resti del forte costruito sulla sommità del Monte Festa. Da lassù si aprono bellissimi scorci sul lago di Cavazzo e sulle Alpi Carniche.

 

Dislivello: 700 m
Durata:   5.00 ore  (soste escluse)
Coordinatori:   E. Garlatti Costa  R. Pillinini   P. Venier    ( SAF CAI – Gr. Seniores)

foto: www.aventureros.it

LONGARONE: la sequoia che resistette alla forza dell’acqua del Vajont

domenica 21 Aprile 2024

escursione naturalistica

Escursioni naturalistiche 2024

La sequoia che resistette al Vajont diventa una pianta monumentale

È alta 32 metri e un’età stimata di circa 160 anni. Ma quel che più la contraddistingue risiede nel suo valore storico e culturale: il riferimento è alla sequoia gigante di Longarone, testimone perenne del disastro provocato dalla frana del Vajont. E ora monumento vivente, secondo la Regione Veneto (con Veneto Agricoltura). L’arbusto, capace di resistere all’ondata distruttrice del 1963, è stato inserito ufficialmente nell’elenco degli alberi monumentali su scala regionale. «L’enorme cicatrice sul tronco – spiegano da Veneto Agricoltura – è il frutto della ferita inferta alla pianta nella notte del 9 ottobre, quando l’onda segnò in modo indelebile la sequoia, senza però riuscire a sradicarla. Localmente è chiamata pianta santa, forse perché sembra toccare il cielo grazie alla sua eccezionale altezza».

 

ISCRIZIONI NON ANCORA APERTE

Festa dello scialpinismo

Data di inizio: giovedì 25 Aprile 2024

Data di termine: domenica 28 Aprile 2024

GAS 2024

Il Grossvenediger è la seconda cima dell’Austria adatta allo scialpinismo primaverile che permette di godere di una lunga discesa di oltre 2000 m di dislivello.

In alternativa, la Val Malta o il Lagorai saranno altre bellissime zone che ci consentiranno di scegliere tra diverse gite.

GARDEGGIANDO SU DUE RUOTE – MTB

Data di inizio: sabato 27 Aprile 2024

Data di termine: domenica 28 Aprile 2024

Cicloescursionismo (MTB)

MC/MC - Auto propria

Escursioni 2024

Weekend in Mtb tra Garda e Bardolino

Siamo nella sponda veneta del lago di Garda, in provincia di Verona per la precisione. Qui sono collocate alcune delle località più importanti del lago di Garda, come Bardolino, Lazise e la città che dà il nome al lago… Garda, ovviamente! Con le nostre MTB percorreremo due itinerari immersi nelle dolci colline che caratterizzano la zona compresa tra Garda e Bardolino, talvolta indicata anche come Riviera degli Ulivi, ma ricca altresì di coltivazioni di vitigni. Dalle colline scorgeremo in lontananza l’azzurro delle acque del lago, che raggiungeremo successivamente quando attraverseremo con le nostre bici questi caratteristici borghi lacustri.
Il primo giorno pedaleremo tra colli e ci scalderemo tastando qualche salita dei primi pendii del monte Baldo, in direzione di San Zeno di Montagna, Torri del Benaco e Garda successivamente. Il secondo giorno sarà invece un saliscendi tra i colli che si affacciano sul lago, attraversando Costermano, Cavaion Veronese, per giungere poi alle acque lacustri a Bardolino e salutando infine il nostro weekend dalla Rocca di Garda.

Dislivello: +/- 520 m (sabato); +/- 670 m (domenica)
Durata: 4 ore (totali 30 km) (sabato); 5 ore (totali 37 km) (domenica)
Coordinatori: Renzo Cristofoletto, Erica Rizzo e Francesca Coccolo (UD CE – Commissione Escursionismo)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

MONTE KOLOVRAT dal Rifugio Solarie – Alpi Giulie

giovedì 2 Maggio 2024

Escursione

T E - mezzi propri

Escursioni seniores 2024

 

Una facile camminata ad anello, tra le valli del Natisone da un lato e la valle dell’Isonzo dall’altro, che permette di esplorare l’altopiano del Kolovrat con spettacolari panorami sulle Alpi Giulie fino al mare e raggiungere il museo a cielo aperto sulla prima guerra mondiale.

Dislivello: + / – 400 m
Durata: 4 ore
Coordinatori: E. Garlatti Costa   A. Pasqualotto O. Nadalini     ( SAF CAI – Gruppo Seniores)

 

 

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

foto: www.turismofvg.it

GORIZIA IN FIORE: il giardino delle azalee Lucio Viatori

sabato 4 Maggio 2024

escursione naturalistica

Escursioni naturalistiche 2024

Giardino Lucio Viatori: il giardino delle azalee

Scopriremo uno dei giardini più belli d’Italia e ci immergeremo nel mondo di Luciano Viatori, ricco di passione, pazienza e tanti fiori.
Curare il giardino è come scolpire il marmo, vederlo vivo, intuire la forma che si nasconde dentro la materia già prima di lavorarla.” Cit. Luciano Viatori
L’area botanica creata da Luciano Viatori a Gorizia riunisce, in uno spazio verde con vista sulla città, splendide collezioni di fiori e piante, la cui ricca fioritura culmina nella stagione primaverile.
Il Giardino Viatori nacque negli anni ’70 quando Luciano acquistò una collina ai margini della città, con splendida vista sulla città di Gorizia con il suo castello, l’Isonzo, il Carso e le Prealpi. Centinaia di rododendri ed azalee, collezioni di lillà, ortensie, spiree, viburni, osmanti, peonie, rose rampicanti, pruni e meli da fiore, ed un centinaio di magnolie caducifolie, l’ultimo grande amore del professore, si possono ammirare in fiore da marzo a giugno

 

ISCRIZIONI NON ANCORA APERTE

Fine stagione del GAS – Gruppo Alpinisti Sciatori

Data di inizio: giovedì 9 Maggio 2024

Data di termine: domenica 12 Maggio 2024

GAS 2024

Saliremo alla Britannia Hütte coi suoi 4000 accessibili allo scialpinista medio. Un fine stagione ad alta quota, anche per chi ci arriva per la prima volta.

Una meta più vicina sarà la zona del gruppo Ortles-Cevedale che permette facili gite ma di grande soddisfazione.

STAVOLI DI ORIAS E SOPRAVALLE – Dolomiti Pesarine

giovedì 16 Maggio 2024

Escursione

E - mezzi propri

Escursioni seniores 2024

 

La loro costruzione è fatta risalire tra la fine del ‘700 e l’inizio dell’800. Sono collocati su un pianoro orientato verso valle . Da lì si possono ammirare, ad est, il Monte Arvenis, il monte Tamai ed il cubo dello Zoncolana;  ad  ad ovest invece la creta di Mimoias.

Dislivello: + / – 400 m
Durata: 4 ore
Coordinatori: E. Garlatti Costa   A. Pasqualotto O. Nadalini     ( SAF CAI – Gruppo Seniores)

 

 

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

foto:  R. Pillinini  –  SAF CAI  Gr. Seniores

AL DI QUA DEL CONFINE – MTB

sabato 18 Maggio 2024

Cicloescursionismo (MTB)

MC/BC - Auto propria

Escursioni 2024

Collio goriziano e Monte Sabotino

Ideale tour primaverile a bassa quota che, partendo da Gorizia, la “Berlino italiana”, ci vedrà per due terzi buoni del tragitto oltreconfine, e più precisamente tra i vigneti e i piccoli borghi di Brda, il Collio sloveno adagiato tra i fiumi Iudrio/Idrija e Isonzo/Soča. Territorio e paesaggio, come le loro continuazioni italiane, contraddistinti da una redditizia attività vitivinicola e dalla memoria storica delle vicissitudini belliche dello scorso secolo, memoria che culmina, assieme al nostro itinerario, con le trincee e i cimeli militari del Monte Sabotino.

Con la partecipazione del gruppo Ciclo Cai Sampierdarena (Genova).

Dislivello: +/- 900 m
Durata: 5 ore (totali 40 km)
Coordinatori: Mauro Rizzo e Francesca Coccolo (UD CE – Commissione Escursionismo)

Iscrizioni non ancora attive

BRUGNERA: a passeggio tra viali e aiuole della “Bella e malinconica Varda…che dorme tra i lauri e le rose

domenica 19 Maggio 2024

escursione naturalistica

Escursioni naturalistiche 2024

Il parco della bella e malinconica villa Varda…che dorme tra i lauri e le rose.

Il Parco di Villa Varda, lungo le rive del fiume Livenza, è ospitato nella splendida villa da cui prende il nome. E’ un susseguirsi e un rincorrersi di rigogliosa vegetazione. Il bosco, che riveste gran parte del parco, è inoltre ricco di piante autoctone quali carpini, olmi, aceri, salici e pioppi. Purtroppo dell’impianto originario del parco rimangono pochi esemplari. Tra questi, però, ve ne sono alcuni di grande importanza per rarità botanica e/o dimensione: lo splendido librocedro (Librocedrus decurrens) una specie di albero originario delle montagne dell’Oregon e della California, sicuramente uno dei più vetusti che si annoveri nella penisola italiana; la sofora (Sophora japonica), specie introdotta in Europa nel 1747 e in Veneto nel 1812. La varietà più comune è la “pendula”, caratterizzata da rami contorti e pendenti; vari esemplari di fotinia (Photinia serrulata), pianta che, nei giardini del secolo scorso, era considerata una autentica rarità; alcuni esemplari di ginepro della Virginia (Juniperus virginiana) e di pino nepalese (Pinus wallichiana), che sono la testimonianza degli esperimenti, condotti nella nostra regione già dall’inizio del secolo, di introdurre specie forestali esotiche.

ISCRIZIONI NON ANCORA APERTE

AL DI LÀ DEL CONFINE – MTB

sabato 8 Giugno 2024

Cicloescursionismo (MTB)

MC/BC - Auto propria

Escursioni 2024

Sveta Gora: la montagna sacra

Sveta Gora (Monte Santo) si erge affilata nel comune di Nova Gorica, sulla sponda nordorientale del Soča/Isonzo. Il rilievo (681 m slm) sovrasta ieratico il Monte Sabotino dall’altra parte della valle, offrendo una vista irripetibile sull’intero goriziano. Lo sguardo attraversa così il carso isontino e raggiunge in condizioni atmosferiche particolarmente terse perfino la costa. Nel 1539 si dice che la Madonna apparì a Uršula, una pastorella del sottostante villaggio di Grgar, ordinando la costruzione di una chiesa a lei dedicata, ordine che poi la ragazza avrebbe riportato gli abitanti del paese. Durante la prima guerra mondiale Sveta Gora fu teatro di durissimi scontri tra le truppe austro-ungariche e italiane, che videro la chiesa completamente rasa al suolo. Bunker e monumenti, veri e propri musei a cielo aperto, sono disseminati tra la vegetazione, lungo la dorsale che collega il Monte Santo con i contigui monti Vodice e Kuk a nord-ovest. Partiremo assieme dall’abitato di Plave per raggiungere in mountain bike la suggestiva basilica, sede di un convento di francescani, e immergerci nelle innumerevoli vicende dei secoli passati.

Dislivello: +/- 910 m
Durata: 5 ore (totali 26 km)
Coordinatori: Mauro Rizzo e Francesca Coccolo (UD CE – Commissione Escursionismo)

Iscrizioni non ancora attive

foto: www.vipavskadolina.si

Gita in bici II “Memorial Lucio Rodaro” con pranzo sociale

domenica 9 Giugno 2024

GAS 2024

Per sciogliere le gambe e prepararsi all’estate.

MONTE MEDOL: i tassi secolari della Val Prescudin

domenica 16 Giugno 2024

escursione naturalistica

Escursioni naturalistiche 2024

Alla scoperta del tasso di bosco Medol: il re della Valcellina

Raramente gli esemplari di questa specie raggiungono grandi dimensioni, ecco perché il tasso della Val Cellina è così speciale. Quest’albero possiede una circonferenza massima di 7,70 m ed è molto longevo; l’età è infatti stimata oltre i 500 anni. Il tasso si trova all’interno del magnifico bosco di Medòl tra faggi, carpini e olmi ed è situato nel bacino del torrente Prescudin. L’ambiente in cui vive è molto fresco ed ombroso caratteristiche che il tasso predilige; inoltre è in grado di captare la poca luce che filtra tra le foglie delle chiome dei faggi per continuare a crescere lentamente e indisturbato nel bosco. La specie è tossica, in quanto semi e foglie contengono la tassina, un alcaloide estremamente velenoso. Solo i frutti, arilli carnosi, sono commestibili e molto apprezzati dagli uccelli.

ISCRIZIONI NON ANCORA APERTE

TRAVERSATA DEL MONTE TINISA E ANELLO DEL MONTE COLMAIER

domenica 23 Giugno 2024

Escursione

EE/EEA - Auto

Escursioni 2024

Due magnifici itinerari alla scoperta delle meraviglie della Conca di Sauris

Entrambi gli itinerari prendono il via nei pressi del Rifugio Tita Piaz al Passo del Pura.

Itinerario A: Il primo percorso prevede la traversata del Monte Tinisa attraverso il sentiero attrezzato De Monte Pascul. Percorreremo l’intera cresta, superando le tre cime che la caratterizzano: la cima est (2080 m), la cima di mezzo (2100 m) e la cima ovest (2120 m). La “cresta del cielo” è un’esperienza unica che ci regalerà una vista a 360 gradi su tutte le catene montuose circostanti, dalle Alpi Carniche alle Giulie fino ad arrivare alle cime del Pelmo e dell’Antelao.

Itinerario B: Il secondo percorso prevede un giro ad anello passando per Casera e Forchia Nauleni,  Forchia Grande, Forchia Piccola e raggiungendo la cima del Monte Colmaier (1858 m) e del Monte Sesilis (1802 m) dai quali il panorama non sarà da meno.

Difficoltà: EEA (Itinerario A);  EE (Itinerario B)
Dislivello: +/- 800 m (A); +/- 700 m (B)
Durata: 5 ore (A);  5 ore (B)  (escluse le soste)
Coordinatori: Paolo Cignacco e Paolo Baiti (Itinerario A), Giorgio Pilosio e Mattia Clemente (Itinerario B) (UD CE – Commissione Escursionismo)

Iscrizioni non ancora attive

foto: camminateinfriuli.altervista.org

ANELLO DEL MONTE GOLA – Alpi Carniche

giovedì 4 Luglio 2024

Escursione naturalistica

E - mezzi propri

Escursioni seniores 2024

Splendida escursione da condividere con gli amici del “Gruppo Escursionisti Seniores – Slow Trekking“ CAI di Gorizia per un incontro intersezionale. Il monte Gola, nelle Alpi Carniche, si trova tra il monte Floriz e il monte Crostis ed è una cima panoramica dalla quale si vedono le montagne di confine attorno al passo Volaia. Attorno a noi il monte Crosyis, le pareti meridionali del Coglians e, verso ovest, i paesi di Collina, Forni Avoltri e Sappada.  A 200 m dalla cime troveremo la Casera Plumbs da dove il sentiero, in leggera salita, traversa il versante sud del monte Gola e prosegue lungo la dorsale erbosa, senza difficoltà, fino alla panoramica cima.

 

 

Dislivello: +/- 750 m
Durata:   h. 5.00 ore (soste escluse)
Coordinatori:   O. Nadalini   A. Manganaro

UD SEN – Gruppo Seniores

 

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

foto: www.digilander.libero.it

UDINE MONUMENTALE: viaggio tra gli alberi antichi della città di Udine

sabato 6 Luglio 2024

escursione naturalistica

Escursioni naturalistiche 2024

Viaggio tra gli alberi monumentali della città di Udine.

Sono 18 gli alberi monumentali, tutelati da un’apposita legge del 2013 che determina le “Norme per lo sviluppo degli spazi urbani”, nel territorio della città di Udine. Piante che sono state inserite nella lista degli alberi monumentali d’Italia in base all’età, alle dimensioni e al loro impatto sul paesaggio cittadino. Il più grande è un gelso bianco in piazza Patriarcato con una circonferenza di 756 centimetri. Ma ci sono anche diversi cedri dell’Himalaya, un pioppo nero, un cipresso del Kashmir e una farnia, un tipo di quercia molto diffuso in Europa. Dal 2018 al 2022 gli alberi sono passati da 23 mila 868 a 24 mila 543. Nel bilancio arboreo si legge: “Il verde urbano, soprattutto dopo il periodo della pandemia da Covid 19, rappresenta per la collettività un bene ormai divenuto irrinunciabile, oltre che per le sue funzioni igienico-sanitarie e ricreative, anche per l’utilizzo che può avere per lo svolgimento di attività culturali e sportive. I parchi, i giardini e le zone coperte da vegetazione favoriscono infatti l’aggregazione, l’integrazione sociale, l’utilizzo del tempo libero e la distensione psicologica a ogni età; infatti, la sola permanenza in uno di questi spazi agisce da “tranquillante naturale” e riduce lo stress, oltre che l’aggressività”

ISCRIZIONI NON ANCORA APERTE

SENTIERO CHERSI E FORCELLA NABOIS

domenica 14 Luglio 2024

Escursione

E/EE - Auto

Escursioni 2024

Due escursioni nel cuore delle Alpi Giulie

Itinerario A: Il Sentiero Chersi è ritenuto tra i più belli degli  itinerari escursionistici nel cuore delle Alpi Giulie, in un luogo di notevole interesse storico, naturalistico e alpinistico. Risalendo il vallone della Spragna, in ambiente grandioso e severo con una vista favolosa  sulle pareti nord del Montasio e dello Jôf Fuart, percorrendo una serie di cenge, si raggiunge la forcella Nabois, da cui si scende al rifugio Pellarini e quindi si fa ritorno a valle.

Itinerario B: Partendo dalla Val Saisera il sentiero attraversa la millenaria foresta di Tarvisio per poi farsi via via più roccioso fino a raggiungere il Rifugio Pellarini: un meraviglioso balcone panoramico sullo Jôf Fuart, il Grande e Piccolo Nabois, la Madre dei Camosci e la Cima di Riofreddo. Da qui eventualmente si prosegue fino a Sella Nabois con vista sul vallone della Studence e sull’Alta Spragna.

Dislivello: +/- 1300 m (A), +/- 550 m (B)
Difficoltà: EE (A),  E (B)
Durata: 8 ore (A);  4 ore (B)  (escluse le soste)
Coordinatori: Itinerario A – Mattia Clemente e Paolo Baiti, Itinerario B  (UD CE – Commissione Escursionismo)

Iscrizioni non ancora attive

BIKE AND BRAIN – MTB

sabato 20 Luglio 2024

Cicloescursionismo (MTB)

MC/MC - Auto propria

Escursioni 2024

Monte Rite e Museo delle Nuvole

In questo nostro variegato giro, con la formula bike&brain, all’impegno fisico ed emotivo per i panorami dolomitici, aggiungeremo l’ingrediente “cultura”.

Pedaleremo fino al Monte Rite (2.183 m) dove, tra le rocce dolomitiche, incontreremo con stupore, in una straordinaria posizione ad alta quota, il Messner Mountain Museum Dolomites, il museo più alto d’Europa, chiamato appunto Museo nelle Nuvole.

L’itinerario, oltre alla visita del museo, ci darà l’impressione di essere in un mare di nuvole bianche, in cui la luce peculiare delle Dolomiti permetterà al nostro sguardo di spaziare su tutte quelle magnifiche cime che circondano il Monte Rite.

L’uscita sarà realizzata in collaborazione con il Gruppo di Cicloescursionismo “Ruote in Spalla” del CAI Sezione di San Donà di Piave.

Dislivello: +/- 1020 m
Durata: 5 ore (totali 23 km)
Coordinatori: Renzo Cristofoletto ed Erica Rizzo (UD CE – Commissione Escursionismo)

Iscrizioni non ancora attive

foto: venetoinside.com

IL SUONO DEGLI ALBERI

domenica 21 Luglio 2024

escursione naturalistica

E

Escursioni naturalistiche 2024

Il sentiero dei violini nel bosco degli alberi di risonanza

Il sentiero degli alberi di risonanza è un percorso creato nella val Saisera per poter avvicinarsi e ammirare quei maestosi e secolari abeti rossi, fornitori di quel legname particolarmente adatto alla costruzione delle casse armoniche di alcuni strumenti musicali come violini, violoncelli, chitarre, pianoforti e altri strumenti musicali. Gran parte del percorso attraversa la millenaria Foresta di Tarvisio.

LUNGHEZZA:  10,8 km
DISLIVELLO:  250 m circa
DURATA:  ore 4.30
TRASPORTO:  mezzi propri
COORDINATORI: Emanuele Rugo

ISCRIZIONI NON ANCORA APERTE

ALTA VIA DI NEVES – trekking in Val Aurina

Data di inizio: mercoledì 31 Luglio 2024

Data di termine: giovedì 1 Agosto 2024

Escursione

E - mezzi propri

Escursioni seniores 2024

 

L’alta via di Neves è un itinerario ad anello con partenza ed arrivo presso il lago di Neves (m.1880). Dopo avere raggiunto il rifugio Ponte di Ghiaccio (m.2545) , il percorso si snoda ai piedi della Punta Bianca e del Gran Mesule fino a giungere al rifugio Porro (m.2419). Da qui inizia la discesa verso il lago di Neves con dei panorami senza uguali sui monti Fundres , Cima di Campo e le Dolomiti.

 

Dislivello  1° giorno: ⇑680 m / 3 ore (soste escluse)
Dislivello  2° giorno: ⇑300 m  ⇓980 m / 6 ore (soste escluse)
Coordinatori: E. Garlatti Costa   A. Pasqualotto  A. Nonino  L. De Marchi  R. Pillinini  P. Venier   ( SAF CAI – Gruppo Seniores)

 

 

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

foto: www.vecchiescarpe.blogspot.com

MONTE COGLIANS VIA SENTIERO SPINOTTI E PIC CHIADIN

domenica 4 Agosto 2024

Escursione

EE/EEA - Auto

Escursioni 2024

150 anni della SAF sul tetto del Friuli Venezia Giulia

Una giornata speciale sul tetto del Friuli Venezia Giulia per festeggiare i 150 anni della SAF.

Itinerario A: Partendo dal Rifugio Tolazzi si raggiunge il Sentiero Spinotti, una successione di tratti attrezzati su placche, roccette e cenge, che attraversa la parete sud del M. Coglians. Terminati i tratti attrezzati, seguendo una traccia di sentiero lungo due ripidi ghiaioni e un breve tratto di facile arrampicata, si raggiungono i 2780 m della vetta del Coglians da dove godere di un panorama vasto e grandioso sull’intera pianura friulana.

Itinerario B: Dal Rifugio Tolazzi si raggiunge forcella Moraret, dove è posto il Rifugio Marinelli. Poco prima del rifugio, si risale la dorsale erbosa per giungere al Pic Chiadin, punto panoramico privilegiato sul vicino gruppo del Coglians-Cjanevate.

Entrambi i gruppi concluderanno l’escursione presso il Rifugio Marinelli per continuare tutti insieme i festeggiamenti in onore del 150° anniversario della SAF.

Dislivello: +/- 1600 m (A), +/- 950 m (B)
Difficoltà: EEA (A),  EE (B)
Durata: 8 ore (A);  5 ore (B)  (escluse le soste)
Coordinatori: Itinerario A – Mattia Clemente, Marco Morassi e Nicola Michelini, Itinerario B – Giorgio Di Giusto e Marina Pascolo (UD CE – Commissione Escursionismo)

Iscrizioni non ancora attive

RAGGI DI STELLE – MTB

sabato 10 Agosto 2024

Cicloescursionismo (MTB)

MC/MC - Auto propria

Escursioni 2024

Notte di San Lorenzo a Sella Sant’Agnese

La sella di Sant’Agnese (430 m slm) nel comune di Gemona del Friuli è un piccolo valico a raccordo delle ripide pendici del Monte Chiampon a est e da quelle più modeste del Monte Cumieli a ovest. Qui convergono diverse mulattiere e strade sterrate provenienti dagli abitati di Ospedaletto, Venzone e appunto Gemona. La chiesetta che vi si adagia e da cui la sella prende il nome era un tempo parte di un vecchio complesso monastico ed è stata fedelmente ricostruita dopo il sisma del 1976. Un grazioso edificio di culto in una posizione considerata strategica fin dall’antichità e in virtù della quale la postazione verrà inquadrata nel sistema difensivo del Forte di Monte Ercole all’inizio del XX secolo. La vista che si può godere da questo ampio avvallamento prativo, e la sua lontananza dai centri urbani, sono le condizioni ideali per cimentarsi nell’avvistamento delle cosiddette stelle cadenti, il fenomeno della pioggia di meteore Perseidi, frammenti della cometa Swift Tutle. Il 10 agosto è il giorno comunemente associato al picco del fenomeno celeste. SI tratta del giorno del culto di San Lorenzo, martire cristiano le cui lacrime erano tradizionalmente associate proprio a questi detriti incandescenti. Al calar del sole, con le mountain bike dotate per l’occasione di faretti omologati, imboccheremo da Glesiute sopra Gemona l’ampia e dolce forestale che ci porterà alla sella, dove sosteremo ad ammirare la volta celeste.

Dislivello: +/- 310 m
Durata: 3 ore (totali 11 km)
Coordinatori: Mauro Rizzo e Francesca Coccolo (UD CE – Commissione Escursionismo)

Iscrizioni non ancora attive

foto: https://www.istockphoto.com

SULLE PISTE DEI MALGARI: i saperi e gli alberi secolari sulle piste dei malgari da Lateis

domenica 25 Agosto 2024

escursione naturalistica

Escursioni naturalistiche 2024

I saperi e gli alberi secolari sulle piste dei malgari.

Il percorso si dipana attraverso tre vecchie malghe, fino a giungere al più antico larice della nostra regione e poi a scendere attraverso il vetusto Bosc dal Diaul, un raro esempio di bosco che si è mantenuto praticamente intatto negli ultimi settant’anni. La Tempesta Vaia del novembre 2018, fortunatamente, ha solo parzialmente intaccato questo bosco di grandi larici e abeti, lasciando però intatta quell’atmosfera primigenia, che si può respirare a pieni polmoni attraversandolo. Le foreste vetuste, o foreste vergini secondarie, rappresentano realtà rare e uniche. L’assenza per un periodo prolungato di attività umane, consente alle dinamiche forestali naturali di esprimersi al meglio, dando luogo a cenosi strutturalmente complesse e ricche di biodiversità, consente alle foreste di ritrovare, lentamente, la loro condizione naturale e la loro stupefacente bellezza. Le foreste vetuste rappresentano, quindi, un elemento chiave delle strategie di conservazione della biodiversità.

ISCRIZIONI NON ANCORA APERTE

LA STRADA DEGLI ALPINI E ANELLO DEI TRE RIFUGI DELLA VAL FISCALINA

domenica 8 Settembre 2024

Escursione

EE/EEA - Pullman

Escursioni 2024

Dolomiti di Sesto tra storia e leggenda

Itinerario A: La storica Strada degli Alpini percorre uno splendido itinerario attrezzato della Grande Guerra nelle Dolomiti di Sesto risalendo il versante della Val Fiscalina. Tra forcelle, cenge e pinnacoli, il panorama è grandioso sulle Tre Cime e sulle Dolomiti circostanti.

 


Itinerario B: L’anello dei 3 rifugi della Val Fiscalina (Zsigismondo Comici, Pian di cengia e Locatelli) è sicuramente un itinerario impegnativo per dislivello e lunghezza, non tanto per i passaggi tecnici. I panorami mozzafiato e l’ambiente dolomitico però sono sicuramente il punto forte.

Dislivello: +/- 1300 m (A), +/- 1250 m (B)
Difficoltà: EEA (A),  E/EE (B)
Durata: 8/9 ore (A);  8/9 ore (B)  (escluse le soste)
Coordinatori: Itinerario A – Maria Luisa Colabove e Giancarlo Spelat, Itinerario B – Ermes Furlani e Riccardo Maida (UD CE – Commissione Escursionismo)

Iscrizioni non ancora attive

foto: www.albertodegiuli.com,  www.sentierinatura.it

SETTIMANA NAZIONALE DELL’ESCURSIONISMO 2024

Data di inizio: mercoledì 11 Settembre 2024

Data di termine: domenica 15 Settembre 2024

Escursione/Cicloescursionismo (MTB)

Escursioni 2024

Il grande ritrovo in Cadore, a piedi e in mountain bike

La Commissione Centrale Escursionismo del Club Alpino Italiano ha affidato al Gruppo Regionale Veneto l’organizzazione della 25esima Settimana Nazionale dell’Escursionismo, che avrà luogo dall’11 al 15 settembre 2024 con il supporto della Sezione di Auronzo di Cadore.

All’interno della manifestazione si svolgeranno:

  • il V Raduno Nazionale dei Seniores
  • il XVI Raduno Nazionale di Cicloescursionismo
  • il IV Raduno Nazionale Escursionismo adattato
  • il I Incontro Nazionale Family CAI
  • l’incontro dei Giovani Juniores del CAI

La Commissione Escursionismo della Saf organizzerà per l’occasione escursioni e cicloescursioni che celebrano questo grande e importante evento CAI. I dettagli delle uscite verranno pubblicati prossimamente all’interno di questa pagina.

Organizzatori: UD CE – Commissione Escursionismo

foto: www.veneto.info

LA FORESTA DEL CANSIGLIO

domenica 15 Settembre 2024

escursione naturalistica

E

Escursioni naturalistiche 2024

Dalla foresta all’incontrario al sentiero motore alpino Cansiglio orientale

Il bosco del Cansiglio viene da sempre sfruttato per il suo legname. Attualmente il taglio ed il trasporto sono relativamente semplici. In passato c’era qualche problema in più dovuto anche alla mancanza di strade che salivano dalla pianura.

Dal parcheggio nei pressi dell’ex Albergo Sant’Osvaldo si raggiunge la località Archeton. Subito dopo si intercetta il sentiero Pian de le Stele che percorriamo interamente fino ad intersecare la strada forestale che conduce alla Casa Forestale della Candaglia. Superatala, ci immettiamo sul sentiero CAI 991 per raggiungere Casera Ceresera (m 1347) e quindi il monte Ceresera (m. 1420). Ritornati sui nostri passi e seguendo le indicazioni per il percorso del “Motore alpino” ci dirigiamo verso Fontana Pian dell’Erba e scendendo lungo la pista forestale all’Archeton raggiungeremo di nuovo il parcheggio e le auto.

Il motore alpino era un dispositivo per l’esbosco di legname inventato dall’ingegnere friulano Andrea Galvani e che consisteva in sistema  di sollevamento costituito da due rotaie parallele in legno su cui si potevano muovere due carrelli, legati tramite una fune e una ruota mobile a monte; si caricava  con pietrame il carrello superiore e con legna quello a valle: il maggior peso del pietrame consentiva al carrello carico di legna di risalire, percorrendo un dislivello di 300 metri e una distanza di 700. Il legname poi per mezzo di canalette di legno veniva fatto scendere verso coltura di Polcenigo e quindi Pordenone e Venezia. Il sistema, che restò in funzione per 5 anni, consentiva di risparmiare il lavoro di circa 30 uomini, fu poi dismesso in quanto la parte di bosco ove era collocato non offriva più la possibilità di sfruttamento di altro legname.

DISLIVELLO:  400 m circa
DURATA:  ore 4.30
TRASPORTO:  mezzi propri
COORDINATORI: Emanuele Rugo

ISCRIZIONI NON ANCORA APERTE

VRH NA ŠKRBINO

domenica 22 Settembre 2024

Escursione

EE/EEA - Auto

Escursioni 2024

Vrh na Škrbino da Tolminske Ravne

Itinerario A: Da Tolminske Ravne (910 m s l.m.) tra conche prative e paesaggi carsici mozzafiato andremo alla scoperta della dorsale compresa tra Vogel e Krn. Passando attraverso gli alpeggi dei monti inferiori di Bohinj l’Itinerario A giungerà sulla cima Vrh na Škrbino (2054 m s.l.m.) e l’Itinerario B godrà degli incantevoli altopiani circostanti. Da non perdere!

Dislivello: +/- 1200 m (A), +/- 1000 m (B)
Difficoltà: EEA (A),  EE (B)
Durata: 6 ore (A);  6 ore (B)  (escluse le soste)
Coordinatori: Itinerario A – Giorgio Pilosio e Simonetta Degano, Itinerario B – Giorgio di Giusto e Marina Pascolo (UD CE – Commissione Escursionismo)

Iscrizioni non ancora attive

RIFUGIO ALFONSO VANDELLI Gruppo del monte Sorapiss – Dolomiti Ampezzane

giovedì 3 Ottobre 2024

Escursione

EE - corriera da confermare

Escursioni seniores 2024

 

Partiremo da Passo Tre Croci ammirando il monte Cristallo ed il gruppo dolomitico delle  Marmarole.  Raggiungeremo poi il Rifugio  Alfonso Vandelli ai piedi dell’imponente Sorapiss e quindi l’incantevole, omonimo lago situato in un anfiteatro naturale formato da pareti maestose, le cui acque, dal meraviglioso color turchese, lasceranno sbalorditi.

Dislivello: + / – 400 m
Durata: 5 ore (soste escluse)
Coordinatori: A. Pasqualotto  L. De Marchi

( SAF CAI – Gruppo Seniores)

 

 

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

foto:  A.Pasqualotto  –  SAF CAI  Gr. Seniores

ANELLO DEL KRASJI VRH (CIMA CRASSI) DA DREZNICA

domenica 13 Ottobre 2024

Escursione

EE - Auto

Escursioni 2024

Escursione in Slovenia

Splendido itinerario ad anello che ci porterà a visitare una zona strategica durante la Grande Guerra in uno scenario altamente remunerativo e suggestivo per la bellezza del paesaggio.

Partiremo dalle malghe di Dreznica, il paese alle pendici della cresta ovest del Monte Nero, fino a un abbeveratoio dove, lasciate le auto, inizieremo a camminare inizialmente per strada forestale per poi attraversare un bosco di faggi contorti dal vento fino ad arrivare fino al bivio situato a quota 1450 metri.

Qui andremo in direzione del monte Debeljak attraversando numerose testimonianze della prima guerra mondiale fino a salire per facili roccette in cima al Krasji Vrh dove potremo godere di un meraviglioso panorama con vista su gran parte delle Alpi Giulie.

La discesa avverrà sul versante opposto per facile sentiero per ricongiungerci al bivio di quota 1450 m.; a quota 1270 m seguiremo l’indicazione per Planina Zapikrai e faremo rientro alle auto evitando la strada forestale.

Dislivello: +/- 1000 m
Difficoltà: EE
Durata: 7 ore (escluse le soste)
Coordinatori: Simonetta Degano e Mattia Clemente (UD CE – Commissione Escursionismo)

Iscrizioni non ancora attive

RIFUGIO CASERA DITTA 956 m Val Mesath – Erto

giovedì 17 Ottobre 2024

Escursione

E - mezzi propri

Escursioni seniores 2024

 

Il rifugio è situato nello splendido anfiteatro della Val di Mesath di Erto, in uno  selvaggio e meraviglioso ambiente al cospetto del Col Nudo. Aperto tutto l’anno, il rifugio è raggiungibile mediante il sentiero CAI 905.

 

 

Dislivello: + / – 400 m
Durata: 4 ore (soste escluse)
Coordinatori: E. Garlatti Costa  A. Nonino

( SAF CAI – Gruppo Seniores)

 

 

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

foto: www.ertoecasso.it

LA VALLE INCANTATA – MTB

sabato 19 Ottobre 2024

Cicloescursionismo (MTB)

MC/MC - Auto propria

Escursioni 2024

Lungo la Val Bertolo fino al Goriane

Magnifico itinerario a cavallo tra Italia e Austria. L’ascesa avviene percorrendo l’incantevole Val Bartolo, costellata dalle sue splendide baite e dagli stavoli. Il percorso prosegue poi in territorio austriaco, su piste forestali che si affacciano sull’ampia valle del Gail, fino a raggiungere il caratteristico villaggio alpestre del Goriane, dove all’interno è posta una grande campana, simbolo dell’amicizia tra i popoli: non a caso da questa sommità si gode una vista spettacolare su Austria, Italia e Slovenia. Si scende poi per mulattiere fino a Coccau, per dirigersi infine verso Tarvisio e rientrare a Camporosso.

Dislivello: +/- 1050 m
Durata: 5 ore (totali 30 km)
Coordinatori: Marco Morassi e Francesca Coccolo (UD CE – Commissione Escursionismo)

Iscrizioni non ancora attive

MALGA PALIS m 1397 Valle di Preone – Prealpi Carniche

giovedì 31 Ottobre 2024

Escursione

E - mezzi propri

Escursioni seniores 2024

 

La malga è sita sulle pendici orientali del monte Verzegnis.  Vi arriveremo percorrendo  la strada forestale che inizia a  Sella Chiampon. Proseguendo potremo raggiungere il monte Rizzat, ottimo punto panoramico sulla Carnia e su tutta la valle di Preone.

 

 

Dislivello: + / – 600 m
Durata: 4 ore (soste escluse)
Coordinatori: E. Garlatti Costa  A. Manganaro

( SAF CAI – Gruppo Seniores)

 

 

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

foto: www.calcarea.wordpress.com

SCOPPIETTANTE SIARADE 2024

domenica 10 Novembre 2024

Escursione/Cicloescursionismo (MTB)

Escursioni 2024

Festeggia con noi a fine stagione

Come ogni anno la Commissione Escursionismo Saf si riunisce assieme a Socie e Soci per la chiusura – siarade, in friulano – di un’altra felice stagione in montagna nello spirito e secondo l’etica del Sodalizio CAI.

Abbiamo in serbo per voi un percorso a piedi e uno in mountain bike che sveleremo nei prossimi mesi, sicuri anche questa volta di poter condividere un po’ di fatica, tanti paesaggi mozzafiato e gustosi piatti tipici con amici e compagni di avventura!

Iscrizioni non ancora attive

foto: unsplash.com

CASERA M.te dei BUOI da SIGILLETTO Collina

giovedì 14 Novembre 2024

Escursione

E - mezzi propri

Escursioni seniores 2024

 

La casera si trova sulle pendici del monte Ombladet ed  in parte ricostruita sul sito della vecchia casera distrutta da una slavina nel 2014. E’ raggiungibile da Sigilletto col sentiero CAI 169 che coincide con la pista di servizio.

 

 

 

 

Dislivello: + / – 600 m
Durata: 5 ore (soste escluse)
Coordinatori: E. Garlatti Costa  P. Venier  r. Pillinini

( SAF CAI – Gruppo Seniores)

 

 

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

foto: www.calcarea.wordpress.com

VALLI DEL NATISONE: il Monte San Martino e il castagno monumentale di Canalaz

domenica 17 Novembre 2024

escursione naturalistica

Escursioni naturalistiche 2024

Nelle valli del Natisone alla scoperta dell’immenso castagno secolare del Canalaz: 10 per 16 metri.

“C’è un castagno enorme che non conosci”…due giorni dopo, appena libere due ore, ho preso la moto e sono partito. Bellissima la strada per le Valli del Natisone in una tiepida giornata d’autunno. Belle le curve arrampicandosi verso il passo di San Martino. L’ho trovato quasi subito. Incredibilmente grande. Forse due fusti che si erano fusi in un eterno abbraccio o un unico fusto scanalato da un antico fulmine. Ci sono salito. Arrampicandomi sopra i bitorzoli cresciti negli anni sul vecchio fusto, fino a dove una tempesta di decine di anni fa lo aveva spezzato. La chioma era ricresciuta robusta, producendo nuove castagne, ma il fusto aveva lentamente iniziato un lento processo di decadimento. Ma è quasi normale per un castagno di oltre quattro secoli e con un fusto di almeno nove metri di circonferenza. Quando son sceso, dopo averlo osservato, l’ho misurato. Circonferenza 9,41 metri, altezza 16,40 metri. La pianta più grossa del Friuli Venezia Giulia.  Cit. Andrea Maroè della Giant Trees Foundation.

ISCRIZIONI NON ANCORA APERTE

CARSO: nei boschi di Basovizza tra pini, querce secolari e un confine difficile

domenica 15 Dicembre 2024

escursione naturalistica

Escursioni naturalistiche 2024

Salita alla Sella dei Cerri tra le maestose querce.

Partiremo ammirando il Tiglio monumentale di Crogole e poi saliremo all’interno della vegetazione carsica e dei suoi boschi, fino ad arrivare quasi al confine Sloveno dove saremo ripagati della fatica ammirando dei meravigliosi cerri secolari. Le maestose querce del bosco ci introdurranno in un ambiente isolato e silenzioso, ciò che rimane di un’estesa foresta carsica. C’è sicuramente qualcosa di austero in questi alberi secolari, tale da indurre un sentimento di rispetto, lo stesso concesso a chi più di noi è stato testimone del trascorrere del tempo e delle trasformazioni di questo angolo di mondo.

ISCRIZIONI NON ANCORA APERTE

 

Le escursioni già effettuate nel 2024

MALGA TUGLIA CON LE CIASPE

domenica 18 Febbraio 2024

Escursione con le ciaspe

EAI - Auto

Escursioni 2024

Alpi carniche

Splendida escursione in Carnia. Partendo dal parcheggio del Centro Biathlon di Forni Avoltri, si sale per un sentiero non segnato fino a ricongiungersi a quota m 1171 alla strada forestale. Dall’intersezione con il sentiero che proviene da Cima Sappada, l’escursione prosegue su un saliscendi molto panoramico: il percorso si snoda all’interno di tratti di bosco misto di abete rosso, abete bianco e faggio e si possono ammirare soggetti arborei di altezza superiore ai 35 m che stanno a significare l’elevata fertilità del suolo. Dal diradarsi del bosco si prosegue su tratti prativi sino a giungere alla Casera Tuglia. Al rientro si ripercorrerà lo stesso itinerario, al contrario.

Dislivello: +/- 600 m
Durata: 5,5 ore (soste escluse)
Coordinatori: Riccardo Maida, Mauro Flora e Michela Di Tomaso (UD CE – Commissione Escursionismo)

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

FAGAGNA E LE COLLINE FRIULANE: i gelsi monumentali di San Giovanni in Colle

domenica 18 Febbraio 2024

escursione naturalistica

Escursioni naturalistiche 2024

Un arboreto storico: il gelseto di San Giovanni in Colle di Fagagna.

In Friuli i gelsi (Morus alba L.), da tempi remoti coltivati per produrre le foglie da utilizzare per l’allevamento del baco da seta, erano e sono ancora presenti come piante singole e come filari lungo i bordi degli appezzamenti. Il gelseto di San Giovanni in Colle, frazione di Fagagna, è uno degli ultimi esistenti in regione ed era di proprietà della famiglia Luigi Miani. Nel tempo alcuni gelsi sono morti e nel 2023, a cura dell’Ecomuseo della Gente di collina dell’amministrazione comunale di Fagagna, della famiglia Ninzatti Redo e del giardiniere Giorgio Agostini, è stato messo in atto un primo ripristino con la messa a dimora, nelle fallanze di sei vecchi gelsi prelevati in altri contesti regionali. Il gelseto, gestito regolarmente, potrebbe essere inserito in percorsi di mobilità lenta e nell’elenco delle piante monumentali.

 

Carnevale sugli sci

Data di inizio: giovedì 8 Febbraio 2024

Data di termine: domenica 11 Febbraio 2024

GAS 2024

Passo del Forno in val Monastero sarà la meta da cui
sarà facile raggiungere il Munt Buffalora (2630 m), il Piz
Daint (2968 m), il Piz Vallatscha (3020 m), bellissime
gite panoramiche in territorio svizzero.

CAPPELLA ZITA DA VALBRUNA – Alpi Giulie

giovedì 8 Febbraio 2024

Escursione

EAI - mezzi propri

Escursioni seniores 2024

 

Bella e semplice escursione adatta a tutte le stagioni per raggiungere  la Malga Rauna che si trova in una radura sul versante nord dello Jôf di Miezegnot, nel cuore delle Alpi Giulie. Il posto bello e panoramico offre una straordinaria visione sulle cime circostanti e sulla val Canale sottostante.  A poca distanza della malga  la Cappella Zita,  costruita dai soldati austriaci nel 1917  e dedicata alla loro imperatrice Zita di Borbone, spicca solitaria nel  candore della neve sullo sfondo blu cobalto del cielo.

Dislivello: + / – 630 m
Durata: 5 ore (soste escluse)
Coordinatori: P.Venier  L. De Marchi  A. Manganaro  A. Nonino

( SAF CAI – Gruppo Seniores)

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

foto: www.themountainrambler.weebly.com

VAL VISDENDE – SAPPADA

giovedì 25 Gennaio 2024

Escursione

EAI - corriera

Escursioni seniores 2024

 

Escursione con le ciaspole nella bella e incontaminata Val Visdende, lontani dal turismo di massa e a stretto contatto con la natura. L’itinerario prevede la partenza e l’arrivo presso la località La Fitta (1320 m). Calzate le ciaspole, ci si avvia lungo la comoda strada della Val di Londo. Giunti al bivio Ciadon (1436 m) si prosegue sulla destra seguendo il segnavia CAI 170 della Strada delle Malghe. Dopo circa un’ora di cammino si giunge alla Casera Dignas (1436 m). Si prosegue lungamente, ora in campo aperto, fino alla Casera Campobon (1941 m), punto di arrivo. Dopo la sosta ristoratrice al cospetto di uno splendido panorama sulla Val Visdende, si rientra seguendo lo stesso percorso dell’andata.

Dislivello: + / – 620 m
Durata: 5 ore (soste escluse)
Coordinatori: O.Ecoretti  L. De Marchi   ( SAF CAI – Gruppo Seniores)

 

 

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

foto:  O.Ecoretti  –  SAF CAI  Gr. Seniores

#SICURI CON LA NEVE 2024: ESCURSIONE ALLE MALGHE DEL MONTASIO

domenica 21 Gennaio 2024

Escursione con le ciaspe

EAI - Auto

Escursioni 2024



#Sicuri con la Neve 2024:  giornata divulgativa teorico/pratica nell’ambito dell’iniziativa del CNSAS “Sicuri con la Neve”, parte invernale del più ampio progetto “Sicuri in Montagna” , cui Scuola e Commissione Escursionismo aderiscono da anni.

Dopo un breve briefing sulla normativa (D. Lgs. 28 febbraio 2021 n. 40) che disciplina l’obbligo del kit A.R.T.Va sonda e pala anche per le attività escursionistiche in ambiente innevato e sul loro utilizzo, effettueremo un’escursione con le ciaspole ai Piani del Montasio, con lettura del paesaggio e dimostrazione delle procedure di autosoccorso.
Obbligatorio kit A.R.T.Va, sonda e pala. Sarà fornito a chi ne è sprovvisto: indicarlo nelle note dell’iscrizione [fornitura possibile per la modalità della giornata, conforme alla Direttiva SAF per cui i kit si utilizzano “esclusivamente per attività di formazione e divulgazione”].

La giornata ha carattere divulgativo/ informativo per promuovere un corretto approccio alle escursioni in ambiente innevato; non abilita a conduzione di simili attività né rilascia attestati sull’utilizzo del kit.

Dislivello: +/- 400 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Giorgio Di Giusto, Riccardo Maida (UD CE – Commissione Escursionismo)

scarica programma_pdf guarda_foto

GORIZIA – Il bosco di Panovec: una vera oasi alle porte della città

domenica 21 Gennaio 2024

escursione naturalistica

Escursioni naturalistiche 2024

Una vera oasi per gli amanti della natura, ma anche per chi è semplicemente costretto a passare la maggior parte del tempo in città. Il bosco Panovec è un’autentica foresta alle porte della città di Nova Gorica, e ricopre un’area di ben 380 ettari. Nel XVI secolo divenne proprietà della dinastia degli Asburgo, che gli dedicarono una grande attenzione, impedendo che venisse disboscato. Tuttora è una zona protetta, ma anche molto vissuta, sia dai locali che amano passeggiare o allenarsi tra gli alberi, sia dai turisti. Il bosco, infatti, è attraversato da sentieri e percorsi didattici lungo i quali si possono osservare moltissimi tipi di alberi e piante, dall’acero montano alla quercia rossa, dal noce nero al bambù. E’ anche la casa di molti animali, tra cui spicca la rana di Lataste. Nel 1985, Panovec è stato inserito nel patrimonio naturale.

 

Giornata per la sicurezza sulla neve

domenica 21 Gennaio 2024

GAS 2024

Una giornata dedicata alla sicurezza nell’ambito del
progetto “Giornata di montagna amica e sicura in
ambiente innevato”. Verranno spiegate le tecniche di
ricerca con l’ARVA e la prevenzione delle valanghe.
Fortemente raccomandata a chiunque frequenti la
montagna d’inverno.

La prima volta con le pelli di foca 2024

domenica 14 Gennaio 2024

GAS 2024

La tradizionale giornata dedicata all’introduzione allo
scialpinismo per chi non ha mai provato questa attività,
organizzata grazie alla collaborazione fra la Scuola di
Alpinismo ed il GAS.

RIFUGIO VALLANDRO DA CARBONIN

giovedì 11 Gennaio 2024

escursione con ciaspe

EAI - CORRIERA

Escursioni seniores 2024

La salita al rifugio Vallandro da Carbonin è un’escursione molto piacevole e non troppo faticosa. Una comoda strada forestale larga e con dolce pendenza, di solito ben battuta e frequentata, permette di raggiungere la meta senza particolari difficoltà . Dal vasto altopiano di Prato di Piazza, dove si trova il rifugio, si gode di uno dei panorami mozzafiato più ammirati delle Dolomiti con scorci sul gruppo del Cristallo, sui Cadini di Misurina e sulla Croda Rossa di Ampezzo.

Dislivello: +/-  600 m
Durata:   h. 5.30 ore (soste escluse)
Coordinatori:  O.Nadalini  L. De Marchi

(UD SEN – Gruppo Seniores)

 

 

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

foto:www.silverdolomiti.com

La Befana nella polvere

Data di inizio: martedì 2 Gennaio 2024

Data di termine: domenica 7 Gennaio 2024

GAS 2024

Il primo appuntamento sociale del GAS, alla ricerca
della polvere migliore con gite di soddisfazione di livello
MS e BS.

Quest’anno andremo a Queyras, in Francia dal 2 al 7 gennaio 2024

Sistemazione con mezza pensione in un Gîte d’Étape a Saint Veran.
Numero max di partecipanti 25

Iscrizione con versamento CAPARRA DI 50 EURO

 

Torna all’inizio