PASSI NELLA STORIA DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

sui sentieri testimoni della Storia,
oggi vincoli di unione e amicizia tra i popoli

il progetto

Avvicinare i giovani alla tematica dei confini - geografici, culturali ma anche come elementi di sensibilizzazione verso l’integrazione di nuove culture - attraverso lo studio delle vicende storiche e degli itinerari di confine, che fanno parte integrante del passato della nostra regione: questo è l’obiettivo del nuovo progetto SAF sviluppato in collaborazione con Agesci FVG.

Il programma si sviluppa in dodici percorsi (Passi dei romani, della fede, dei Turchi, di Napoleone, dei migranti verso Austria e Germania, della Grande Guerra #1, della Grande Guerra #2 , dei minatori, della guerra fredda, della rotta balcanica, della natura #1 e della natura #2) che a loro volta danno vita a conferenze online con esperti di settore, escursioni guidate sul campo, produzione di materiale cartaceo e online per condividere percorsi, approfondimenti e notizie rilevanti oltre a numerosi eventi collaterali multimediali e in presenza.

La SAF si è resa promotrice di questo progetto all’interno della sua missione di studio, informazione e formazione sulla natura e in particolare sui territori montani. Fin dalla sua fondazione, avvenuta nel 1874, l’associazione si è sempre dedicata ai valori dell’ecologia, della tutela dell’ambiente montano e della sua conoscenza dal punto di vista naturalistico, antropologico, etnografico e storico.

Partner di Progetto

Agesci FVG, Comune di Udine, Università degli Studi di Udine, istituto Comprensivo di Basiliano e Sedegliano, Parco Nazionale del Triglav, Legambiente FVG, Museo della Grande Guerra di Ragogna, Associazione Oikos onlus, Associazione culturale Due Mondi, Associazione SZSO. Il progetto vede la collaborazione del Circolo Speleologico e Idrologico Friulano.