Programma 2019

Carissimi amici,
scrivere ogni anno questa breve lettera di presentazione del programma è sempre, per me, motivo di orgoglio e di soddisfazione. L’Alpina, dopo 144 anni di vita, con giovanile energia propone, grazie alla collaborazione di tanti volontari, il programma poliedrico e prestigioso che troverete in questo libretto.
Presentare tutta l’attività di un anno, in una edizione sempre ricca di novità, è la conferma della vitalità, dell’impegno e della dedizione degli operatori volontari impegnati nelle numerose specialità della nostra sezione.
Il nostro entusiasmo è sostenuto e amplificato dal sensibile aumento del numero dei soci avvenuto nel 2018, che si accompagna all’incremento che già si era verificato nell’anno precedente.
Ciò ci consente di guardare con fiducia al futuro, con il desiderio di fidelizzare chi è già socio ed attrarre chi potrebbe diventarlo.
Si può pensare che, per l’iscrizione, motivazioni sufficienti siano i servizi che offre il Cai: la possibilità di attivare l’assicurazione infortuni e per la responsabilità civile in attività istituzionale, l’assicurazione sul soccorso alpino su tutto il territorio europeo, gli sconti nei rifugi Cai in Italia, l’assicurazione infortuni e per la responsabilità civile in attività personale, l’abbonamento alla rivista mensile Montagne 360° e infine l’utilizzo gratuito dell’App GeoResQ, come strumento per la geo-localizzazione in caso di necessità da parte del Soccorso alpino e per la registrazione della traccia durante le escursioni.
Non credo però che il successo di un sodalizio così longevo e vitale dipenda solo dai servizi e dalle agevolazioni che offre l’iscrizione al Cai. Credo e spero, invece, che la ragione vera sia il senso di appartenenza a un gruppo che si riconosce in valori quali l’amore per la natura, il profondo rispetto per l’ambiente, l’ammirazione per le popolazioni che vivono, spesso con sacrificio, nelle terre alte, e per le loro tradizioni.
Vogliamo salvaguardare la montagna attraverso la manutenzione delle opere alpine e dei sentieri e trasmettere il desiderio di vivere la montagna attraverso l’impegno degli istruttori e degli accompagnatori, che hanno programmato e vi propongono oltre un centinaio di uscite in ambiente, che troverete in questo libretto.
A tutti coloro che nella Saf collaborano per mantenere vivi e attuali questi valori va il mio ringraziamento, anche a nome di tutti gli iscritti dell’Alpina. Ai soci in genere, e a chi lo diventerà, rivolgo il mio invito a offrire il proprio contributo a favore della Società Alpina Friulana.
Concludendo, spero vivamente che il programma per il 2019 possa incuriosirvi e spronarvi a uscire di casa per venire in montagna con noi, in compagnia e in sicurezza.
Se scattasse in voi la curiosità e il desiderio di saperne di più, vi invito a visitare la nostra bella sede per partecipare ai nostri corsi, per conoscere gli accompagnatori, per seguire le lezioni di cultura alpina, per consultare i testi della nostra ricca biblioteca.
Se vi verrà la curiosità di vedere e di ascoltare, vi consiglio invece di partecipare all’affascinante rassegna dei film e dei protagonisti della montagna.

Buon 2019 e buona montagna a tutti.

Antonio

scarica_pdf