I Giovedì dell’Alpina on-line – edizione 2021

Cinque appuntamenti dall’1 al 29 aprile in diretta on-line

Mingma G. Sherpa, uno dei leader della conquista invernale del K2, in dialogo con Maria Emanuela Desio, le immagini storiche della spedizione del ’54 e della straordinaria salita dei nepalesi lo scorso 16 gennaio. Angelo Floramo e il Tagliamento. Marco Milanese e il suo nuovo libro. Silvia Metzeltin: una conversazione su alpinismo e geologia, Augusto Cosulich e Sebastiano Parmegiani su epidemie e ambiente. Dal primo al 29 aprile, in diretta ogni giovedì alle 21 su questo sito e sui canali YouTube e Facebook della Società Alpina Friulana.

I Giovedì dell’Alpina, incontri on-line organizzati dalla Società Alpina Friulana, nati l’anno scorso per per sostituire le attività sociali in presenza vietate dagli obblighi imposti dal distanziamento sociale a causa della pandemia da Sars-Cov2, ritornano anche in questa primavera 2021 con un taglio culturale e dedicato all’attualità. 

Saranno cinque gli appuntamenti a cui si potrà assistere in diretta sui canali social della SAF (YouTube e Facebook) e su alpinafriulana.it. Tutti gli incontri, gratuiti e aperti a tutti, cominceranno alle 21.


Giovedì 1 aprile – ore 21
Il debutto sarà giovedì primo aprile con “Il Tagliamento, una via per gli dei, i simboli, gli uomini”, conferenza di ANGELO FLORAMO, scrittore e divulgatore dall’eloquio pirotecnico che promette anche questa volta di catturare la platea, sia pur a distanza. La “lezione” è inserita nel progetto “I segreti del Tagliamento” a cura del Comitato Scientifico. Concluderà la serata Gian Piero Deotto, che presenterà il suo libro fotografico dedicato al fiume che narra per immagini un “viaggio di una goccia d’acqua dalla foce alla sorgente”, edito dalla Società Filologica Friulana.
>>> rivedi la registrazione


Giovedì 8 aprile – ore 21
“Covid 19 e il futuro della montagna” AUGUSTO COSULICH parlerà della correlazione fra epidemie e ambiente, un tema che ha già affrontato sull’ultimo numero della rivista In Alto, così come SEBASTIANO PARMEGIANI, che esporrà i temi relativi alle prospettive di sviluppo delle terre alte della nostra regione, anche in relazione ai mutati orizzonti indotti dal cambiamento climatico. Chiusura con Andrea Piussi, autore delle fotografie della serata.
>>> rivedi la registrazione


Giovedì 15 aprile – ore 21
La SAF ospiterà MINGMA GYALJE SHERPA, uno dei leader della conquista tutta nepalese alla vetta del K2 lo scorso 16 gennaio, prima invernale assoluta sulla seconda montagna più alta della Terra. Un incontro, dal titolo “K2 ieri e oggi” reso possibile dalla corrispondenza di MARIA EMANUELA DESIO e del console onorario del Nepal in Italia (e cofondatore di Avventure nel mondo) PAOLO NUGARI, che saranno in dialogo con Mingma G assieme a UMBERTO SELLO e a GIUSEPPE MUSCIO, direttore del Museo Friulano di Storia Naturale di Udine e conservatore dell’Archivio di Ardito Desio. Le immagini delle spedizioni in Karakorum del 1929 e del 1954 e altre immagini storiche tratte dall’archivio si uniranno a quelle della spedizione nepalese dello scorso gennaio, con il commento dei protagonisti.
>>> rivedi la registrazione


Giovedì 22 aprile – ore 21
L’ospite della serata sarà MARCO MILANESE, guida alpina ed esponente dei nuovi alpinismi, a presentarsi questa volta nella veste di scrittore come autore di Volare le montagne, suo debutto letterario con Ediciclo Editore, appena uscito con la prefazione di Mauro Corona. In dialogo con lui, due ospiti a sorpresa.
>>> guarda


Giovedì 29 aprile – ore 21
La conclusione sarà affidata a SILVIA METZELTIN, un’amica dell’Alpina dopo il suo magnifico articolo su In Alto 100 e la partecipazione alla presentazione del volume lo scorso dicembre. “Alpinisti e Scienze della Terra” il tema su cui parlerà in dialogo con COSTANZA DEL GOBBO, cui spetterà il compito di legare ai nostri territori l’approccio più vasto della illustre geologa e alpinista.


Tutti gli incontri sono curati da Alessandra Beltrame e Marco Cabbai, promossi dalla Commissione culturale e divulgativa della Società Alpina Friulana che riceve il sostegno della Fondazione Friuli.