Pasian di Prato

 

 

StSAF StPdP StCAI

 

SOCIETA’ ALPINA FRIULANA

Sezione di Udine del

CLUB ALPINO ITALIANO

Sottosezione di

PASIAN DI PRATO

Via Bonanni 56

Telefoni: 3683241330

Indirizzo e mail caipasiandiprato@gmail.com    – 

Consiglio Direttivo:

REGGENTE:

Lavarone Gianni

 Vice Reggente

Quaiattini Paolo

Segretario

Degano Enea

 Consiglieri:

Codutti enzo

Degano Enea

Del Forno Adriano

D’Odorico Lucio

Fabbro Franco

Leita Edi

Mazzoccoli Ernesto

Passantino Giampaolo

Quaiattini Paolo

Soravito De Franceschi Luca

Stroppolo Valter

 


 

Storia della Sottosezione

 La sottosezione CAI di Pasian di Prato (UD) è stata ufficialmente costituita con delibera del Consiglio Centrale del CAI di Milano e notificata con lettera n. 2101 del 12 marzo 1974 a firma del direttore generale dott. Alessandro Giorgetta.

Il comitato promotore, sottoscritto da n. 54 aspiranti soci, ha indetto per il giorno 2 aprile 1974 una assemblea per la nomina del Consiglio Direttivo.ella seduta viene illustrata l’attività del CAI e si promuove la ricerca di una sede-recapito. Con il benestare del Sindaco, viene provvisoriamente indicata la stanzetta adibita a biblioteca comunale.Nella stessa seduta vengono incaricati: il sig. Gianni Lavarone di coordinare il tutto e il sig. Aurelio Gigante a segretario.Per la composizione del direttivo si rimanda alla prossima Assemblea Generale.

Il 22 Marzo 1975 tale Assemblea convocata presso la Scuola Professionale di Passons. elegge il 1° Consiglio Direttivo: reggente: Gianni Lavarone, vice: Alberto Furlan, segretario: Alessandro Pagnutti, Tesoriere: Enrico Rosso, consiglieri: Giuseppe Quaiattini, Sergio Codutti, Aurelio Gigante, Nelson Zizzutto, Silvano Dell’Oste; revisori dei conti : Angelo Cattaruzzi, Elio Cipollari E Pietro Venturini.

L’Assemblea Generale del 1976, convocata a Colloredo di Prato presso il Bar “da Eliseo”, porta alcuni cambiamenti nel direttivo: segretario viene nominato Silvano Dell’Oste al posto di Alessandro Pagnutti; consiglieri: Nicolini Giacomini e Andrea Codutti al posto di Sergio Codutti e Silvano  Dell’Oste.

11/3/1977 – Assemblea presso la trattoria “da Polo” a S. Caterina. Giuseppe Quaiattini prende il posto di Alberto Furlan a vice; il tesoriere Enrico Rosso viene sostituito con Giuliano Bobbo; il revisore Angelo Cattaruzzi viene alternato con Franco Taciani.La sede, quasi stabile, viene ubicata in Piazza Matteotti in comunità con il nuovo gruppo ANA di Pasian di Prato.L’inaugurazione fu fatta dall’avv. Pascatti, Presidente della SAF CAI.

1978 e 1979 Il Direttivo, con qualche sostituzione, rimane lo stesso. Nel 1979 la marronata ha avuto luogo al rif. Julia a Sella Nevea 22/3/

1980 – Il reggente Gianni Lavarone, per incarico comunale, rassegna le dimissioni.L’Assemblea nomina il nuovo Direttivo: reggente: Giuseppe Quaiattini; vice: Andrea Codutti; segretario: Maurizio Casco; tesoriere: Sergio Codutti; revisore: Antonio Rosso; consiglieri: Andrea Grosso, Lucio Totis e Dionigi Degano.

10/4/1981 – Il Direttivo viene integrato dai consiglieri: Mario Fioritti, Nello Peressini, Ivano Del Torre; i revisori con Franco Taciani e Antonio Nobile. I Soci al 31/12/1981 sono 71.

Nel 1982 nascono alcuni malumori creando una crisi profonda. I soci scendono a 49.

8/4/1983 e successivamente il 21/4/1983 il Direttivo viene così modificato: reggente: Andrea Codutti; vice: Giuseppe Quaiattini; segretario: Maurizio Casco; tesoriere: Andrea Rizzi; revisori: Luigino Totis e Stefano Codutti; consiglieri: Lucio Totis, Antonio Nobile, Ivano Del Torre, Mario Fioritti e Nello Peressini.La marronata si è tenuta al rifugio “Tita Piaz”.

13/4/1984  – Il direttivo viene integrato con l’ingresso Di Luigino Gracco e Vittorio Mosconi.il numero dei soci sale a 77.Viene festeggiato il 10° di costituzione presso la sede ANA di Passons.Era il 14/10/1984: partecipa il coro ANA di Vittorio Veneto.La marronata presso il ristorante “da Giordano” a Chiusaforte.

L’anno 1985 – Si accentua la crisi. Viene revocato l’uso della sede da parte del proprietario dell’immobile.L’assemblea slitta al 10/10/1985; la presenza dei soci è di 10 unità.Viene ventilata l’idea di spostare la sede a Martignacco.Tutti accettano tranne il reggente Andrea Codutti che si dimette.Il vice Giuseppe Quaiattini convoca una nuova assemblea per il 9/1/1986.

9/1/1986 – Si conferma la sede attuale a Pasian di Prato e viene convocata una nuova assemblea generale per il giorno 11/4/1986.11/4/1986- Numerosa la partecipazione. Dopo ampia discussione chiarificatrice, si passa alla votazione del nuovo Consiglio.Nel frattempo Gianni Lavarone termina il suo mandato comunale ed è disponibile ad entrare nel Direttivo. La nuova composizione è la seguente. reggente: Gianni Lavarone; vice: Mario Fioritti; segretario: Mirella Gracco; tesoriere: Nello Peressini; revisori: Maurizio Tassile, Andrea Grosso; consiglieri: Luigino Gracco, Vittorio Mosconi, Mauro Rosso, Gianantonio Basaldella.Il 1986 ha visto nascere lo Sci Club di Pasian di Prato, in piena autonomia al di fuori del CAI, anche se numerosi fondatori sono Soci della nostra sottosezione.La marronata a Ravascletto presso l’albergo “Bellavista” con una foltissima partecipazione (90) tra Soci e familiari.

1987 –L’Assemblea ordinaria del 10 Aprile,ha sostanzialmente riconfermato il Direttivo precedente, viene sostituito solo Luigino Gracco con Stefano Aldrovanti. Viene costituita la Commissione per il cooordinamento intersezionale: Maurizio Casco e Luigino Totis sono i nostri commissari. Le escursioni programmate sono state poche,e poco frequentate anche per le condizioni climatiche avverse, uscite individuali al di fuori di quelle programmate si sono avute al gruppo del Gran Paradiso,Gruppo del Tricorno, Gruppo della Marmolada,Gruppo del Jalovec e Croda Rossa di Sesto.

1988 – L’assemblea ordinaria del 14 Aprile ha così distribuito gli incarichi; Reggente Lavarone Gianni,vice Reggente Fioritti Mario, segretaria Gracco Mariella, Consiglieri:Mosconi Vittorio,Aldovandi Stefano,Picco Giancarlo,Totis Lucio,;revisori dei conti Tassile Maurizio,Grosso Andrea,Fabbro Franco;Tesoriere Peressini Nello;Contatti co la SAF Sezione,e Sottosezioni Casco Maurizio e totis Luigi.Totale Soci 79. Attività Escursionistica ricalca in sostanza quella degli anni precedenti,con scarsa partecipazione alle uscite programmate, e molte iniziative individuali, o di piccoli Gruppetti autonomi,comunque sempre improntati all’interesse della montagna, e di appartenenza alla Sottosezione, e questo è importante per la crescita della stessa. L’attività 1988 si è conclusa con la tradizionale Marronata sempre a Ravascletto con la partecipazione di 70 tra Soci e Familiari.  

1989 –Il Consiglio direttivo Ricalca quello dello scorso anno,con il cambio solo del vice Reggente nella persona di Maurizio Casco al posto di Fioritti Mario,i Soci continuano ad aumentare,quest’anno se ne registrano 84, 5 inpiù dello scorso anno.L’ Attività Escursionistica finalmente è stata molto soddisfacente rispettato tutto il programma,in più con l’aggiunta di altre escursioni per soddisfare le richieste, fiore all’occhiello per la prima uscita ecologica alla capanna”Cinque Punte” fatta il 21 maggio con la pulizia del terreno circostante al Rifugio,con una raccolta di DIECI SACCHI DI RIFIUTI PORTATI A VALLE.  A conclusione dell’annata la tradizionale marronata,svoltasi quest’anno alla Malga Cuar nonostante il brutto tempo,in forma ridotta.

  1990 – Composizione del Consiglio Direttivo dopo l’Assemblea Generale annuale: Reggente Lavarone Gianni, Vice Maurizio Casco, Consiglieri: Lucio Totis,Mario Fioritti,Giancarlo Picco, Nicola Del Negro, Mariella Gracco, Enea Degano; revisore dei conti: Franco Fabbro e  Andrea Grosso; Tesoriere: Nello Peressini; Segretario Vittorio Mosconi; incaricati al Coordinamento: Maurizio Casco e Luigi Totis. Diverse le escursioni effettuate durante l’anno,anche di notevole interesse tra cui, una Ecologica sul M.Sernio, Gita Sociale sul M. Elmo da Sesto, e alcune Alpinistiche sul M. Bianco, M. Rosa, Ortles,Cevedale e Grossglokner.Marronata finale a Lauco.

1991- Mancano dati!

1992- Dopo l’assemblea Generale Annuale,la composizione del Consiglio Direttivo resta invariata rispetto a gli anni precedenti, i soci in totale sono 92. Le Escursioni effettuate non sono state molte,in gran parte fatte in collaborazione con altre sezioni, e Sottosezioni. Da quest’anno e iniziato un programma di collabborazione co le Scuole Elementari di Pasian di Prato.

1993- Mancano dati!

1994- Mancano Dati!

Il 20° di costituzione si celebra solennemente presso la sede ANA di Passons. La serata viene allietata dai cori della brigata alpina “Julia” della SAF CAI e dal nuovo coro ANA di Passons.

1995 – Rinnovo del Direttivo con alcune modifiche: reggente: Gianni Lavarone; vice: Vittorio Mosconi; segretario: Enea Degano; tesoriere: Claudio Querini; revisori: Andrea Grosso e Franco Fabbro; consiglieri: Maurizio Casco, Lucio Totis, Alberto Lucherini, Giuseppe Sesso, Denni Guzzo, Claudio Pellis, Luigino Totis.

I soci sono n. 168. La marronata presso l’osteria “ai Cuei di Baret”. Ripristino sentieri: n. 644 Val Raccolana – m.te Jama; n. 503 rif Ciurcele – sella della Caldiera. Si ripete l’esperienza dell’ anno precedente e si organizza di nuovo in luglio 4 giorni nel “Gruppo delle Mesules – Gran Pilastro.”

Organizzato dall’Amministrazione Comunale abbiamo aderito alla pulizia del torrente Lavia.

1996 – Alcune sostituzioni nel direttivo. Dall’11 al 14 luglio un gruppo di soci partecipano all’escursione sul “Gruppo del Catinaccio”.

24 e 25 maggio: lezioni di pronto soccorso assieme alla A.F.D.S..

Il 6/10 e il 12/10 Convegno SAF – CAI a Pasian di Prato.

Ripristino sentiero : 703 Leschiazze in val Resia.

Marronata a Paludea di Castelnuovo del Friuli. Il 10/12 ospite gradito cav. Cirillo Floreanini.

1997 – Grave lutto per la perdita di un nostro socio durante un’escursione Ivano Lacrimoso (26/3/1997). Gli alpinisti Callegarin e Piccilli hanno dedicato a Ivano una nuova via sul Jôf di Montasio: Terre Palizza – parete Nord Ovest. I quattro giorni del 10 al 13 luglio Pale di S. Martino.

I soci sono 225.

1998 – Ripristino sentiero n. 647 val Dogna – Cuel Tarond – m.te Granuda.Dal 16 al 19 luglio escursione nel Gruppo del Brenta. Marronata a Scriò di Dolegna.

1999 – Ancora sostituzioni del Direttivo. I 4 giorni di luglio trekking nelle Foreste Casentinesi La marronata a Colloredo di Campeglio. Soci n. 231

2000 – I classici 4 giorni di luglio sulle Alpi Orobie.Il 10/10 sul col Gentile per festeggiare i 50 anni della rinascita della Brigata Alpina “Julia”.Il 22/10 piacevole giornata trascorsa a Rivalpo di Paularo presso il Centro Tecnico della F.I.G.C. Marronata a Mernicco.

2001 – Il Direttivo viene confermato.Il 31/3 grande serata presso L’auditorium ENAIP con Nives Meroi, Romano Bennet e Luca Vuerich.I soliti quattro giorni di luglio nel Gruppo del Sella. 15 nostri soci partecipano all’inaugurazione del rinnovato rif. Marinelli. La marronata a Colloredo di Campeglio. I soci aumentano a 235.

2002 – Assemblea il 22/2: nel direttivo entrano Assolari Claudio e Michele Marchiol al posto di Picco Gianfranco e Rossit Loreno.I quattro giorni di luglio in val Aurina al rifugio Giogo Lungo. La chiusura dell’attività a Zovello.Nel corso dell’anno due nostri soci purtroppo ci hanno lasciati per grave malattia: Ivo Cecotti e Renato Castellani.

2003 Viene rinnovato tutto il Direttivo.Vengono eletti: Gianni Lavarone, Mauro Vecchiato, Mirella Arrigossi; Enea Degano; Claudio Assolari, Mirca Caruso, Gino Fioritti, Edi Leita, Franco Fabbro, Deniso Nicoletti, Vittorio Mosconi, Antonino Nobile, Giuseppe Sesso e Franco Tibaldo.Il Direttivo così eletto, distribuisce le cariche istituzionali: reggente: Gianni Lavarone; vice: Mauro Vecchiato; segretario: Enea Degano; revisori: Edi Leita, Franco Fabbro, Deniso Nicoletti; consiglieri: Mirella Arrigossi, Claudio Assolari, Mirca Caruso, Gino Fioritti, Vittorio Mosconi, Antonino Nobile, Giuseppe Sesso e Franco Tibaldo.L’anno della montagna viene organizzato dalla SAF CAI sul m.te Matajur.L’attività con le scuole di Pasian di Prato e paesi vicini continua a pieno ritmo. il socio Stefano Botto conquista la cima del Millishraju (mt. 5510) nelle Ande Peruviane.1° Maggio: primo incontro tra sezioni e sottosezioni a malga Coot, organizzato dalla Sezione di Manzano, con la partecipazione delle sottosezioni di S. Daniele, di S. Pietro al Natisone e naturalmente la nostra. I classici quattro giorni sulle Dolomiti di Sesto.Si inizia a predisporre i festeggiamenti per i nostri 30 anni.Si ripristina il sentiero 641 da Saletto al Cimone del Montasio per uno sviluppo di circa 15 km. Altro sentiero il 633 da Pezzeit a sella Buia.Marronata a Mernicco. Il 12/12 a Salisburgo per visitare il mercatino di Natale.

2004 – Viene confermato il direttivo.Per la prima volta entrano a far parte del direttivo della SAF – CAI tre soci in rappresentanza delle Sottosezioni: Adami Teobaldo (S. Daniele), Assolari Claudio (Pasian di Prato) Michelini Nicola (Tricesimo). I quattro giorni di luglio al rif. Contrin, Gruppo Marmolada.Per il 30° è stato pubblicato un bellissimo opuscolo di 86 pagine. E’ stata riportata cronologicamente la “vita” della nostra sottosezione e numerose fotografie dei momenti più significativi. N. 400 copie tutte esaurite.Il 25/9 inaugurazione di una copiosa mostra fotografica. Alle 21, presso l’auditorium comunale, serata alpinistica con Nives Meroi, Romano Bennet e Luca Vuerich: proiezione in dissolvenza delle imprese dei nostri amici sul Gasherbrum I° (mt. 8068), Gasherbrum II° (mt. 8035) e Broad Peak (mt. 8047).il 2/10 ore 21 rassegna cori con SAF – CAI, CAI di Cividale, CAI di Spilimbergo e gruppo ANA di Passons.Domenica 3/10 camminata naturalistica attraverso i prati stabili ed il parco del Lavia. Alle ore 15 Convegno annuale della SAF – CAI presso l’auditorium comunale.

2005 – Direttivo riconfermato.I soci continuano ad aumentare: n. 255.E’ stato iniziato per i  più giovani, due giorni con pernottamento in ottobre a Raveo presso l’ex asilo parrocchiale gentilmente concessoci.Continua con reciproca soddisfazione, le attività con le scuole comunali con diapositive, filmati, e accompagnamenti in uscite non troppo impegnative. In luglio, come di consueto, quattro giorni sulle Alpi Pusteresi: Vedrette di Ries.

Novità in assoluto la discesa e salita del campanile della parrocchia di Pasian di Prato per festeggiare la ricorrenza di S. Lucia.

Undici provetti alpinisti hanno dato dimostrazione di arrampicata, salvataggio di persone incidentate in montagna, salita dal piano stradale alla sommità (faticosamente) ed infine una S. Lucia, in discesa, che distribuisce dolciumi alla moltitudine di ragazzini al suolo. Spettacolare.

2006 – Direttivo riconfermato.I consueti 4 giorni di luglio culminano con la salita alla cima dell’Antelao (mt.3264), cima raggiunta da 15 soci in due ascensioni distinte.

2007 – Nell’anno in corso la quattordicesima edizione dei quattro giorni di luglio ha portato i nostri escursionisti  a cimentarsi nel Gruppo del Brenta con la via delle Bocchette Alte, il Sentiero Sosat e la via delle Bocchette Centrali. Il resto del programma stilato nell’assemblea di febbraio si concluderà domenica 9 dicembre con la manifestazione di S. Lucia.

2008 – il Reggente fa un primo richiamo a tutti i presenti a partecipare più positivamente alla vita sottosezionale dando un contributo che sia anche personale, così che il cambio di quei consiglieri che da anni ormai portano avanti l’attività della Sottosezione dia un nuovo impulso alla stessa. Il programma delle escursioni di questo anno ha avuto come apice i 4 giorni nelle Alpi Passirie e al Giogo di Tessa con la salita alla cima dell’ Altissima (m. 3480) con buona partecipazione a tutte le altre escursioni proposte nell’anno. In quest’ anno abbiamo raggiunto i 280 soci. Uno sguardo particolare alla manifestazione di Santa Lucia in piazza dove la stessa scendendo dal campanile ha lanciato e consegnato a circa 300 bambini vari dolciumi, per concludere con una discesa dallo stesso campanile degli alpinisti del nostro gruppo e di altre Sezioni. Importante anche il gemellaggio con il Gruppo Alpinistico di San Martino Buonalbergo (Verona) con escursione nel gruppo del Montasio e libagioni sempre contenute a Venzone e ai Piani del Montasio (Rif. di Brazzà).

2009 – Alla presenza del Presidente della S.A.F. Duratti Giovanni e del Presidente della Scuola di Alpinismo “Celso Gilberti” Moreno Bertossi e di una folta rappresentanza di soci si è svolta l’assemblea annuale. La relazione del Reggente spazia su tutta l’attività svolta dalla sottosezione, toccando in particolare le uscite con le scuole del comprensorio comunale, la toccante escursione con i diversamente abili al Rifugio Solaria, alla manutenzione dei sentieri (ben 5 quest’anno), ai due giorni con i nostri ragazzi e alle varie escursioni organizzate dove spiccano i quattro giorni nel Gruppo delle Dolomiti di Fanes, la successiva escursione di metà agosto nel gruppo del Similaune i due giorni con gli amici di S. Martino Buon Albergo affrontando la salita alla cima del Zermula. La marronata di fine ottobre in pratica conclude l’attività, mentre a metà dicembre S. Lucia in piazza dà ai nostri alpinisti l’opportunità di dare una fine dimostrazione delle loro capacità, scendendo dal campanile del capoluogo, con in testa S. Lucia con tanti doni per i moltissimi bambini intervenuti.

2010 – In quest’anno purtroppo dobbiamo ricordare la prematura perdita di tre nostri soci: Riccardo Rinaldi, Fabio Baron, Daniele Cossaro e gli amici Diego Andreatta e Luca Vuerich. Anche nell’ anno in corso si sono svolte numerose escursioni oltre alla classica gita sociale abbiamo organizzato l’intersezzionale a Sauris che nonostante il cattivo tempo ha avuto una partecipazione di oltre 100 persone, ai cinque giorni passati a percorrere le cime del Gran sasso in compagnia degli amici di S. Daniele, la gita sociale e i due giorni di agosto alla Vetta d’Italia; da ricordare infine i due giorni nel gruppo del Carega con gli amici di S. Martino Buon Albergo. Il nostro impegno con le scuole è continuato anche in quest’anno come pure l’attività di ripristino dei sentieri.

2011 – Nell’anno si segnalano a fine maggio l’escursione di 5 giorni all’Isola D’Elba che ci ha viso salire la cima del Monte Capanne, percorrendo l’inero percorso attrezzato; gli stupendi percorsi che attraversano in quota l’isola con i colori della sua splendida natura per poi scendere rapidamente in piccole spiagge con un mare stupendo che ci ha invitati a bagni ristoratori. Ad agosto con l’ormai consolidata attività con gli amici di S. Daniele abbiamo percorso in due giorni i sentieri che portano dalla Val di Solda passando sotto il gruppo dell’Ortles a scendere fino a Trafori. Con S. Martino Buon Albergo abbiamo raggiunto la cima del Gran Nabois. L’attività de nostri indomiti Scoiattoli Dell’INPS (indomiti nonni provetti scalatori) continua a portare questi escursionisti in giro per le nostre montagne. L’attivita di manutenzione sentieri si è fermata in attesa dei rimborsi che tardano ad arrivare.

2012 – Quest’anno l’attività in preparazione dei 5 giorni di luglio è stata più intensa, visto che la meta dei cinque giorni di luglio è la traversata dalla val di Cogne alla val Savaranche nel parco nazionale del Gran Paradiso; toccando il rifugio: Sella, il bivacco Leonessa, il passaggio sul Col Lauson (m. 3296), il rifugio Tetra Lyre, il rifugio Chabot. e il rifugio Vittorio Emanuele; Tutto in un ambiente splendido e nonostante la variabilità del tempo percorsa nei tempi previsti. Da notare anche la gita sociale che si è svolta alle Tre Cime di Lavaredo; purtroppo il programma previsto è stato condizionato in parte dal tempo. In quest’annata si festeggia anche il vent’anni di costituzione del gruppo degli Scoiattoli dell INPS con la pubblicazione di un libretto commemorativo dell’evento. La manutenzione sentieri è ferma in attesa della pubblicazione della nuova legge regionale che regola gli interventi sugli stessi.

2013 – L’assemblea annuale ha rinnovato l’intero consiglio direttivo della sottosezione e presentato il programma dell’attività per il 40° di fondazione. L’attività svolta in quest’anno è stata molto intensa seppure qualche uscita ha dovuto subire l’incertezza del tempo:  abbiamo iniziato con il Chiampeon, la domenica delle palme da Purgessimo a Castelmonte, Caseratte, Giaideit, l’intersezionale con l’anello di Muris, il Cansiglio, la Croda Negra, il lago del monte Nero in Slovenia. I cinque giorni hanno avuto come meta l’Alpe di Siusi, con pernottamento al rifugio Tires (da consigliare); ci ha visto percorrere l’altipiano di Siusi, la forcella di Terra Rossa, la forcella del Molignon coperta da molta neve, passare per il rifugio Bergamo e il Buco dell’Orso, percorrere l’intera cresta dei denti di Terra Rossa con l’omonima Cima utilizzando la ferrata Maximilian, percorrere l’altipiano dello Sciliar  e le sue cime, salire in vetta al Sasso Piatto passando per l’omonimo rifugio, ed in fine rientrare a malincuore ricordando quelle belle giornate. La gita sociale ci ha visti percorrere l’intera lunga e selvaggia Val Travenanzes partendo dal passo Falzarego e arrivando a Fiames sulla statale del Carbonin, anche questa giornata propiziata dal bel tempo. L’ultima escursione di un certo impegno è stata la traversata dalla Val di Tel alla Val di Plan; le  escursioni da Paludea al Col Manzon e la parete di Popecchio in Slovenia concludono l’attività estiva. Non dimentichiamoci di sottolineare il programma escursionistico con le ciaspe, per quasi tutto il periodo invernale, programma realizzato dagli amici di San Daniele con cui collaboriamo. Da sottolineare anche l’attività infrasettimanale che ha visto i nostri soci (del mercoledì) percorrere per l’intera stagione i molti sentieri di tutto il Friuli. Per concludere la marronata sociale ha avuto luogo al Pellegrino in quel di Castelmonte con una buona partecipazione di Soci.

2014 – Verbale dell’assemblea:  Il 40° di fondazione è il primo punto che il reggente Sig. Lavarone Gianni ha toccato nel ricordare la numerosa partecipazione dei Soci alla messa commemorativa de 40° di fondazione, gran parte di essi con la giacca sociale, il reggente si è detto particolarmente soddisfatto di tutto questo: abbiamo dato un segno particolare di partecipazione e gradite sono state le parole del celebrante don Luciano, parroco del capoluogo pasianese che da ex praticante escursionista, ha toccato il cuore di tutti i presenti in particolare del reggente. Erano presenti oltre al reggente Lavarone Gianni i soci Quaiattini Giuseppe, Frisano Luciano, e Lavarone Massimo soci fondatori della sottosezione. Continuando la relazione il 4 maggio 2014 abbiamo organizzato l’annuale “intersezionale” e l’escursione ha toccato i prati stabili nel parco del Lavia, con la partecipazione di oltre 220 persone, da ciceroni il sig. Lavarone Massimo per la parte storica e Assolari Silvia per la parte naturalistica. Al termine tutti a Passons presso la locale sede ANA i cui soci ci hanno preparato una gustosa pastasciutta che con un po’ di musica e l’allegria dei partecipanti hanno fatto il resto. Il 26 maggio numerosi soci hanno partecipato al trekking all’Isola d’Elba cinque giorni di escursioni e tanta tanta allegria. Il 29 ottobre la rassegna dei cori presso l’auditorium comunale in pratica chiudeva le manifestazioni del 40° di fondazione. Lasciando il 40° il reggente  si è limitato ad un breve escursus delle rimanenti attività; attività che a causa del maltempo si è ridotta di molto, quelle rimaste comunque hanno dato soddisfazione a chi vi ha partecipato: la Topolò Livech Topolò ci ha mostrato un paese particolarmente bello con un qualcosa di particolare; l’interessantissima Nonta Enemonzo Nonta svolta la domenica delle palme, con annessa benedizione dell’ulivo; la gita Sociale con oltre 50 partecipanti sul monte Piana tristemente famoso per i fatti della guerra 1915/18 con la visita ai ruderi delle trincee che occupano tuttora questo luogo, circondati da montagne stupende in primo luogo le Tre Cime di Lavaredo; l’Osternig con il suo cupolone erboso e ben visibile dalla valle; il Medol passando per il parco del Prescudin; per terminare sul Carso Monfalconese che tocca vari punti delle trincee e postazioni della guerra 1915/18. Terminata la relazione e approvata dall’assemblea all’unanimità si è passati alla lettura del programma 2015 da parte di Assolari con la solita precisione, programma che ha come punto principale il Catinaccio. Ai punti 4 e 5 lettura e approvazione del conto consuntivo e bilancio preventivo; al termine della lettura approvazione all’unanimità dell’assemblea  per alzata di mano di tutti e due i punti. Al termine di questa lettura e del voto un socio chiede che dal prossimo anno ci sia la possibilità di avere fotocopia dei conti per dare una visione al tutto. Prima di passare all’elezione dei tre consiglieri e di un revisore dei conti Gianni Lavarone dà notizia che al termine di questo mandato non si ricandiderà più e pertanto dice il reggente siete avvisati con molto anticipo e pertanto datevi da fare. Elezioni: dato che nessuno dei presenti si è messo in lista per consigliere o revisore dei conti, il reggente chiedeva ai tre consiglieri Galluzzo Silvano, Passantino Giampaolo, Vecchiatto Mauro e al revisore dei conti Nicoletti Deniso, il cui mandato è scaduto, se accettavano di rimettersi in gioco, e ricevendo una risposta affermativa chiedeva all’assemblea una approvazione per alzata di mano: all’ unanimità l’assemblea approva e rielegge i candidati; pertanto il direttivo rimane quello in vigore nel 2014. Ultimo punto: a un anno dalla scomparsa di Sandro Nobile su proposta di Degano Enea il 25 aprile o in un’altra data dello stesso mese si organizzerà un’escursione sul monte Chiampon per depositare un mazzo di fiori in ricordo dell’ amico Sandro.

2015 – Verbale dell’assemblea:

Relazione del Reggente, Sig. Gianni Lavarone, dimissionario dopo oltre 42 anni, il quale, nel dare un benvenuto e un saluto ai numerosi Soci presenti, ha voluto in una breve sintesi, toccare i punti più importanti dei suoi anni di Reggenza. La Fondazione della Sottosezione, i primi passi, le difficoltà, le sedi sempre provvisorie e inadeguate, fino all’attuale, presso la Sede ANA del Gruppo di Pasian di Prato. E con tale gruppo una collaborazione sempre più attiva e rappresentativa. Molti Soci sono passati, tanti purtroppo sono andati avanti, nonostante ciò il numero è sempre importante, anche con crisi e difficoltà di ogni genere. Ma si sa, i soci amano la montagna e lo stare insieme, ma a turbare i sogni di una più stretta presenza dei Soci ci hanno messo lo zampino il computer, internet, e varie, che tengono lontano i Soci dalla sede. Nel salutare per l’ultima volta i Soci come Reggente, Lavarone fa presente che la parola “Reggente”, già a queste elezioni sarà bandita, e il nuovo Responsabile della Sottosezione sarà chiamato “Presidente”. Secondo e Terzo punto dell’Ordine del Giorno: Approvazione del Conto Consuntivo 2015 e del Bilancio Preventivo 2016, entrambi sono stati approvati all’unanimità dall’Assemblea. Relazione Programmi 2015-2016: il Sig. Degano Enea ha fatto un piccolo resoconto sul programma effettuato nel 2015, e bisogna dire che se i 4 giorni al Catinaccio e la Gita Sociale sono stati un successo di partecipazione, le uscite domenicali sono state un flop. Nel presentare il programma 2016, dove spiccano i 4 giorni alle Pale di San Martino, Degano auspica una presenza più massiccia. Punto 5- Varie: sia Lavarone che Degano hanno voluto ringraziare i vari Consiglieri che per motivi di anzianità o dimissioni hanno lasciato il C.D. Querini Claudio e Tibaldo Franco lasciano per limiti di età, cioè i 75 anni, dopo l’entrata in vigore dell’iniqua decisione del Comitato Centrale, o chi per lui. Vecchiatto Mauro lascia dopo una lunga presenza, per motivi familiari. Assolari Claudio e Tosolini Stenia hanno deciso di non continuare la loro collaborazione dopo tanti anni di intenso e costruttivo lavoro, fatto con passione e capacità. Speriamo che sia il Querini che il Tibaldo possano essere inseriti nel Direttivo prossimo come Collaboratori senza diritto di voto.

2016: 22/02/2016 Assemlea generale per l’elezione del nuovo Reggente e consiglio direttivo, gli Scrutatori, dopo un attento controllo hanno dato gli esiti dell’elezione del nuovo Presidente, e del Direttivo:

Votanti 55 + 15 deleghe, 70 schede votate, 4 schede bianche

Passantino Giampaolo             voti 64

D’Odorico Lucio                         voti 1

Riva Armando                            voti 1

Consiglio Direttivo:

Votanti 55 + 15 deleghe, 70 schede votate

Degano Enea                             voti 52

Del Fabbro Guido                     voti 44

Del Fabbro Luca                       voti 42

Vit Chiara                                   voti 40

Stroppolo Valter                        voti 38

D’Odorico Lucio                         voti 36

Soravito De Franceschi Luca  voti 29

Leita Edi                                      voti 19

Galluzzo Silvano                        voti 19

Fabbro Franco                            voti 12

Inoltre sono stati dati altri incarichi, Valter Stroppolo oltre ad essere Consigliere,e impegnato nel Direttivo SAF come Consigliere delle Sottosezioni, e’ coordinatore e referente, assieme a Lucio D’Odorico del Gruppo degli Scoiattoli(INPS),che prendono l’incarico al posto di Claudio Querini,che lo a svolto per 24 anni. Del Fabbro Guido, segue e prepara le escursioni dei 4 giorni, Del Fabbro Machado Luca,e Chiara Vit come collaboratori informatici.Quest’Anno ci ha visto impegnati in molte uscite,iniziate con l’attraversata delle Zuffine,Castelmonte da Fragielis,Monticello da Moggio alto, Intersezionale sul Faeit, la Crasuline, M. Schenone, M. Hochwipfel, La Porticina, quattro giorni sulle Pale di San Martino con 14 partecipanti, Gita Sociale rovinata dalla Pioggia ad Arabba, due giorni sul Monte Baldo sopra il Lago di Garda(con 12 nostri Soci), con gli Amici di San Martino Buon Albergo, Jòf di Sompdogna,(causa mal tempo sono state annullate sei escursioni,due delle quali recuperate)anello delle Moggesse, chiudendo l’anno con la marronata, e Santa Lucia in Piazza. Discorso a parte meritano “quelli del Mercoledì” che ogni settimana sono impegnati su escursioni molto impegnative,non alla portata di tutti, e che comunque fanno ONORE alla Sottosezione. Il numero dei Soci è di 242.

2017: Come consuetudine l’anno inizia con l’Assemblea Generale dei Soci,presenti in nutrita schiera alla presenza del Reggente,del Consigliere Comunale De Santis Donato, e del Capogruppo ANA De Santis Giuseppe, entrambi nostri Soci, e dopo il Saluto di rito da parte del Consigliere Comunale, si è proceduto alla lettura della relazione Annuale della Attività svolta, all’approvazione del conto Consuntivo 2016,e del conto Preventivo 2017, presentazione programma 2017, Rinnovi tesseramenti, elezioni di un terzo del Direttivo. Anche quest’anno le escursioni sono state molteplici, ed effettuate quasi tutte,eccetto tre annullate causa mal tempo,partendo dal Bernadia,Campeon,M. Stella, M. Sciara, Intersezionale di Palmanova, Campone-Palcoda, S. Martino, M.Cuar,Lischiazze-Rio Nero, 4 giorni sulle Pale di S. Martino, Crete di Timau-Avostanis, Gita Sociale sul M.Grappa, Cima Cimadors. Concludendo con la marronata con una folta partecipazione (81) tra Soci e Simpatizzanti,e Santa Lucia inPiazza. Il Gruppo degli SCOIATTOLI INPS continua imperterrito nel perseguire il proprio programma di INDOMITI, facendo Proseliti e allargando i propri orizzonti (alla faccia dell’Età). Purtroppo quest’anno una tragedia ci ha colpito gravemente con la perdita del nostro Socio Del Forno Valter, il 5 di Agosto in discesa dal rifugio ANA sul Gran Monte periva Tragicamente.  Il numero dei Soci anno in corso è 217.

2018: L’Assemblea Generale annuaria dei Soci,apre come consuetudine l’anno solare con  una nutrita presenza degli stessi. Dopo la relazione del Reggente,e l’approvazione del conto consuntivo, e del Bilancio Preventivo per il 2018, ha preso la parola il consigliere Comunale,non che nostro socio,Donato De Santis portando il saluto dell’Amministrazione Comunale e il plauso per l’intensa attività svolta dalla nostra Sottosezione. Dopo di che è stato illustrato quanto fatto nell’arco di tutto l’anno. Le Escursioni iniziali hanno visto una discreta partecipazione di Soci fino alla metà di Giugno,dopo di che per le restanti escursioni sono state “disertate”, compresa la Gita Sociale che ci ha portato al Lago di Boinj,(Slovenia) con Escursione sul Monte Vogel,con una Corriera su 50 partecipanti i Soci cai  della Sottosezione erano 16, su 215 iscritti (avvilente). Fortunatamente il(sottoscritto Reggente) fa parte di quel Gruppo degli Scoiattoli (INPS) della nostra Sottosezione che escono ogni Mercoledì, con delle escursioni che soddisfano sotto tutti i punti di vista.

Reggenti che hanno retto dalla fondazione ad oa ggi la sottosezione di Pasian di Prato:

Lavarone Gianni dal 1974 al 1979

Quaiattini Giuseppe dal 1980 al 1982

Codutti Andrea dal 1983 al 1985

Lavarone Gianni dal 1986 al 2015

Passantino Giampaolo.dal 2016 al 2019

Dal 2019 Reggente della Sottosezione:

LAVARONE GIANNI

 

Programma delle escursioni per il 2019 della sottosezione SAF  CAI  di  Pasian di Prato

—–00000—–

22   febbraio  2019 – Ore 20.30  Assemblea ordinaria soci.Relazione del Reggente, approvazione Bilancio consuntivo,Bilancio Preventivo, elezione del nuovo Reggente e dei consiglieri in scadenza,Rinnovo Tesseramento,consegna libretto programmi 2019,visione delle escursioni Anno in corso.Si prega di non mancare.

  —–00000—–

Domenica: 17  Marzo 2019 -Sentiero M.Covria,e Col del Sole da Peonis-E – Ritrovo e partenza ore 7,30 sede CAI Pasian di Prato; ore 7,50 a Pagnacco a fianco Chiesa strada sottostante. Abbigliamento da Montagna,viveri e bevande al sacco,dislivello 500 mt.circa,(300 per chi si ferma in Val Planecis) Km.10,5 circa (andata e ritorno),tempi totali 6 ore compreso le soste.

—–00000—–

Domenica: 07 Aprile Cascate della Val D’Arzino-E- Ritrovo e partenza ore 7,30 Sede CAI Pasian di Prato, ore 7,50 a Pagnacco parcheggio a fianco Chiesa,da quì si proseguirà:per Maiano,Cornino,Flagogna,Anduins direzione Sella Chianzutan.Equipaggiamento normale da escursionismo viveri e bevande al sacco, dislivello mt.190 circa,km.10 circa A.e R. tempi totali 5 ore e 30 compreso le soste.Per chi fosse interessato all’escursione,deve darne conferma entro le ore 21,00 del venerdì antecedente la data di effettuazione dell’uscita al 3402695187.

—–00000—–

Giovedi 25 Aprile– Rogazioni di san Marco-Organizza Sezione CAI Val Natisone -T-E- Ritrovo e partenza ore 07,00 Sede CAI Pasian di Prato,ore 08,00 a Tercimonte Superiore,Chiesa di San Giovanni,equipaggiamento normale da Escursionismo,viveri e bevande al sacco,Dislivello:il percorso è altalenante in un su e giù,senza pendenze di particolare rilievo,Tempi di percorrenza 6 ore circa,Km.12/14 circa.

 —–00000—–

Domenica: 05 Maggio 2019 Intersezionale ANNULLATA Per avverse condizioni meteo.

   ——00000—–

Domenica: 19 Maggio 2019 – Puanina Tour (giro delle malghe di Ugovizza organizzatori Sottosezione di San Daniele)Ritrovo e partenza ore 07,00 sede CAI di Pasian di Prato, ore 07,45 Bar da Rico a Gemona del Friuli, abbigliamento da Montagna,viveri e bevande al sacco,dislivello 650 metri,positivi e enegativi,tempi 6 ore circa in totale . ESCURSIONE RINVIATA A DOMENICA PROSSIMA 26 MAGGIO STESSE MODALITA’.

  —–00000—–

Domenica: 02 Giugno 2019 -Forra di Garnitzenkalm  (Austria):T-E- Ritrovo e partenza: ore 07,00,sede CAI pasian di Prato,ore 07,35 Bar da Rico a Gemona del Friuli,abbigliamento da Montagna, viveri e bevande al sacco,dislivello 400 mt. pos. e neg. / km. 12 circa tempi:ore 6,30 circa. Si CONSIGLIA di dotarsi di un casco protettivo, e un buon paio di scarponi.

—-00000—–

Domenica: 30 Giugno 2019- Malga Ungarina e Malga Confin -EE- Ritrovo e Partenza ore 07,00 sede CAI Pasian di Prato, ore 07,35 Bar da Rico a Gemona del Friuli; abbigliamento da Montagna,viveri e bevande al sacco, dislivello 800 metri pos.e neg. lunghezza percorso 12 km. c/a , carta tabacco n° 20.

  —–00000- —-

Dal 12 al 14  Luglio2019- Tre giorni sulle Dolomiti–  EEA

  —–00000—–

Domenica: 28 Luglio 2019- T-E-EE- Gita Sociale al Lago di “Kolnbrein” Carinzia (AUSTRIA): -ANNULLATA-

—–00000—–

Domenica: 01 Settembre 2019 Col Gentile- EE- Ritrovo e partenza ore 07,30 sede CAI di Pasian di Prato, ore 08,05 Bar da Rico a gemona del Friuli. Abbigliamento da montagna,viveri e bevande al sacco, dislivello 900 mt. pos.e neg.Tempi di percorrenza ore 6,30 compreso le soste, km. 12 circa andata e Ritorno.

     —–00000—–

Domenica 22 Settembre 2019:Escursione Didattica “Zoufplan” Organizza CAI San Daniele. Ritrovo e partenza ore 07,00 sede CAI. Pasian di Prato, ore 07,45 Bar da Rico a Gemona del Friuli. Abbigliamento da montagna,viveri e bevande al sacco,dislivello 100 metri,tempi di percorrenza ore 6 compreso le soste per spiegazioni e divulgazioni didattiche.
————————————————————————–0000————————————————-
Difficoltà E:Domenica 06 ottobre Escursione Organizzata dagli amici del CAI VAL NATISONE,di San Pietro al Natisone con meta, Anello di Stupizza,Ritrovo e Partenza ore 07,30 parcheggio scuole di San Pietro al Natisone,abbigliamento da montagna,viveri e bevande al sacco,Dislivello mt.1150,Lunghezza km.15,5, tempi di percorrenza ore 6,30,carta tabacco N°41.Gli interessati all’escursione devono dare conferma tramite mail,o telefonicamente entro le ore 21 di venerdì 04 ottobre al 3402695187, mail caipasiandiprato@gmail.com.
——————————————————————0000———————————————————–

Domenica:  20 Ottobre 2019: Marronata domenica 20 Ottobre,presso il ristorante “La Dal Pape” a Turrida di Sedegliano.Prenotazioni entro il 12 ottobre.
—->———————————————————0000—————————————–

—–00000—–

 Domenica: 10 Novembre 2019 -Casera Valine Alta con San Daniele Difficoltà E:
————————————————————-0000—————————————————-

  —–00000—–

.

Nei mesi di Gennaio e Dicembre si effettuano escursioni con le ciaspe in collaborazione con la Sottosezione di S. Daniele.

Inoltre ogni mercoledì o giovedì si effettuano escursioni il cui itinerario verrà pubblicato sul sito (attività infrasettimanale) della sottosezione

Per informazioni: Bruno Colle 348 7421325; Lucio D’Odorico 346 0628299

A parziale modifica del programma dei Seniores (Scoiattoli) di Pasian di Prato, l’escursione infrasettimanale di mercoledì 20 novembre 2019 sarà un anello comprendente il Monte Briniza (q. 1636), cima della catena del Granmonte, con partenza dall’abitato di Monteaperta (q. 600 ), e un dislivello di circa 1100 metri.
Il punto di ritrovo è alle ore 7,30 al parcheggio di Pagnacco, vicino alla chiesa.
Da Pagnacco a Tavagnacco, Reana, Qualso, Nimis, Torleano e Monteaperta.
Il percorso inizia prendendo il sentiero 710 che sale ripidamente in linea quasi retta fin sulla cresta del Montemaggiore, poco oltre il Monte Testa Grande, a quota 1550 circa; si abbandona il sentiero 710 e si prende a dx la cresta in salita, direzione est, e con qualche saliscendi si raggiunge la meta: la cima del Monte Briniza, quota 1636.
Per il ritorno si prosegue sulla cresta mantenendo la direzione est, con ancora qualche saliscendi, poi si inizia a scendere e a quota 1540 si prende a dx il sentiero 710 che scende abbastanza tranquillamente. A quota 1028 si può prendere sulla dx un sentiero che scende più direttamente a Monteaperta, oppure si può proseguire sul lento sentiero che arriva a Montemaggiore nello stesso punto dell’altro, poco distante dalle auto.

Organizzatori/accompagnatori non titolati: Bruno Colle/Lucio D’Odorico.
(Si rammenta, come ben precisato nell’Editoriale della rivista CAI “Montagne 360” di settembre 2019, che i partecipanti all’escursione, consapevoli che gli accompagnatori non sono titolati, devono avere una autonoma capacità e preparazione ed essere quindi autosufficienti nel percorso).

N.B. : la salita è piuttosto ripida e merita attenzione: per EE. Come alternativa è possibile salire/discendere sul comodo sentiero 711.

SAF CAI Pasian di Prato
Valter Stroppolo