Comitato Scientifico

Il Comitato Scientifico Centrale (Csc) del Club Alpino Italiano è stato il primo organo tecnico operativo del Cai. La sua costituzione sancisce lo stretto rapporto da sempre esistente tra alpinismo e ricerca scientifica che nel 1999 si è ampliato con l’istituzione degli Operatori naturalistici e culturali (onc), bracci operativi del Csc, impegnati sul territorio a promuovere e diffondere le conoscenze naturalistiche e antropiche.

Gli Onc sul territorio fanno riferimento ai Comitati scientifici regionali e, dove presenti, ai Comitati sezionali. All’interno della Società Alpina Friulana operano diversi Operatori Naturalistici e Culturali che organizzano continuamente una intensa attività divulgativa, al fine di accendere in ognuno dei frequentatori delle montagne quella curiosità necessaria per conoscere veramente la montagna e l’ambiente circostante e scoprire così anche caratteristiche e peculiarità difficilmente individuabili senza uno stimolo mirato.

Dal 2020 l’attività degli Operatori naturalistici e culturali della SAF è coordinata dal neocostituito Comitato scientifico sezionale, erede della tradizione scientifica dell’Alpina. Il Comitato, a mezzo dei suoi operatori, pro- muove la conoscenza e lo studio del territorio e specialmente degli ambienti di montagna nei loro aspetti naturalistici e antropici, effettuando primariamente studi, ricerche e divulgazione scientifica, organizzando conferenze, corsi ed escursioni per divulgare e promuovere la conoscenza dell’ambiente montano nelle sue diverse componenti naturalistiche e antropologico-culturali. Promuove inoltre la pubblicazione dell’attività scientifica e contribuisce ad arricchire il patrimonio culturale mettendo in comune e disponibile alla libera consultazione la documentazione prodotta negli anni, anche usando il mezzo digitale.

L’attività del Comitato scientifico sezionale (Css) nel 2021 è intensa e diversificata, e si concretizza primariamente in corsi, conferenze ed escursioni tematiche.

CORSO “SORPRENDENTI PIANTE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA”
Si chiamerà così il ciclo 2021 delle Lezioni di cultura alpina e sarà un percorso esperienziale per il riconoscimento delle erbe commestibili, officinali e velenose.
Le lezioni hanno lo scopo di consentire di riconoscere sul terreno le erbe commestibili e officinali più frequenti, e nel contempo conoscere le tradizioni, le ricette, le leggende, i metodi di preparazione di tisane e decotti.
A guidare il corso sarà l’esperto micologo e botanico Sergio Costantini.

I SEGRETI DEL TAGLIAMENTO
Un territorio, il suo paesaggio, racchiude in sé sia la storia naturale che lo ha formato e plasmato, sia le vicende e la cultura delle genti che lo hanno popolato. Il rapporto tra gli elementi naturali e umani che compongono un territorio è dinamico: entrambi si influenzano a vicenda e concorrono a scrivere la storia di quel luogo. Questo progetto, fortemente voluto dagli Onc della SAF, si articolerà in sette escursioni e alcune conferenze e permetterà di conoscere in maniera approfondita il Tagliamento, svelando caratteristiche, peculiarità e segreti dell’ultimo grande fiume dell’Europa centrale che ancora scorre liberamente. Il progetto, ispirato anche dall’omonimo libro di Cristina Noacco (Ediciclo Editore), vede la collaborazione nelle uscite in ambiente di esperti e delle sezioni Cai rivierasche (San Vito al Tagliamento, Codroipo, Spilimbergo, San Daniele del Friuli, Gemona, Tolmezzo, Forni di Sopra).
>>> vai alla pagina del progetto “I Segreti del Tagliamento”

Di seguito le uscite in ambiente in programma per il 2021:

Non ci sono eventi in programma.