Cultura

FRIULANI IN ANTARTIDE

Immagini dagli archivi di Ardito Desio

Fino al 26 marzo alla Galleria Tina Modotti (ex Mercato del Pesce) di via Paolo Sarpi a Udine c’è la mostra “Friulani in Antartide”, a cura del Museo Friulano di Storia Naturale (orari martedì-venerdì dalle 15 alle 18, ingresso gratuito), che mostra immagini prese dall’archivio di Ardito Desio, emerito alpinista e geologo nonché presidente della Saf negli anni Trenta e legato all’Alpina fino alla sua morte, avvenuta a 104 anni. Il prossimo 12 dicembre saranno 20 anni dalla sua scomparsa, avvenuta nel 2001.

Dal 1959, con la stipula del Trattato Antartico, comincia l’esplorazione dell’Antartide, che diventa un laboratorio scientifico a cielo aperto. Già nel 1956 il friulano Ardito Desio aveva cercato di organizzare una spedizione scientifica italiana in Polo Sud che però non era andata in porto. Infatti l’interesse italiano per l’Antartide risale alla metà dell’Ottocento, benché le prime spedizioni italiane ufficiali abbiano preso avvio negli anni Ottanta del secolo scorso, quando l’Italia aderisce al trattato.

Ardito Desio è comunque il primo italiano a raggiungere il Polo Sud nel 1962, ospite degli Stati Uniti. È del 1968-69 la prima spedizione scientifico-esplorativa nazionale del Club Alpino Italiano e del CNR a cui partecipano il grande alpinista friulano Ignazio Piussi assieme, fra gli altri, al giovane geologo Marcello Manzoni, che oggi risiede a Udine. Insieme scriveranno “Zingari in Antartide” (Alpine Studio), magnifico libro che ha avuto numerose ristampe

Dal 1985 la presenza italiana in Antartide ha proseguito ininterrotta e sono stati numerosi gli studiosi partiti dal Friuli Venezia Giulia per compiere ricerche al Polo Sud, fra cui Furio Finocchiaro.

Il Museo Friulano di Storia Naturale, grazie anche al materiale disponibile nell’Archivio Desio, racconta in questa mostra la storia di queste esplorazioni dagli albori ai giorni nostri. Vi hanno collaborato Mariela Desio, figlia di Ardito e artefice del trasferimento dell’archivio a Udine, con Marcello Manzoni, Furio Finocchiaro e i figli di Ignazio Piussi.

(redazione culturale Saf)

Per informazioni: Museo Friulano di Storia Naturale tel. 04321273211 (info.mfsn@comune.udine.it)