Escursioni


In questa pagina trovate tutte le escursioni organizzate della Commissione Escursionismo, dal Gruppo Seniores e dalla Commissione Culturale e Divulgativa per l’anno 2020.

Causa emergenza Covid-19, ll Programma 2020 è stato modificato: ci siamo riorganizzati per riprendere le escursioni con piacere ed in sicurezza, sulla base delle nuove direttive CAI per l’Escursionismo. Seguiteci sul sito, sulle ns. newsletter e pagine Facebook!

Qui da leggere e scaricare le Note operative partecipanti e il Modulo di autodichiarazione, validi per le nuove attività, che ne integrano il Regolamento standard. Le troverete allegate in ogni Programma di escursione.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre attività iscriviti alla newsletter

Inoltre potere godervi le foto delle passate escursioni già effettuate nel 2020.

Foto e i programmi delle escursioni degli anni passati: 2017, 2018, 2019


Le escursioni del 2020

 

There are no upcoming events.

 

Le escursioni già effettuate nel 2020

GROßVENEDIGER 3674 m (Gruppo Alti Tauri – Alpi Noriche) – AUSTRIA

Da sabato 25 Luglio 2020

A domenica 26 Luglio 2020

Traversata da Innergschloss - Venedigerhaus (1689 m) a Pragraten (1309 m)

A/E - Pullman

esc_20200725_094643 copiaEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Attraversando il Tirolo orientale da sud a nord si è colpiti dalla maestosa e selvaggia bellezza delle cime perennemente innevate degli Alti Tauri. Questa splendida traversata ha come meta il raggiungimento della cima del Großvenediger una delle più alte e belle cime degli oltre sessanta “tremila” dei Tauri.
Molto interessante la proposta dell’itinerario escursionistico che consente di arrivare al Rifugio Neue Prager Hütte a ben 2796 m di quota, per rientrare il secondo giorno lungo il medesimo itinerario di salita ammirando scenari di incomparabile bellezza.

1° giorno
Itinerario A e B + 1100 m | E | 4.45 ore

2° giorno
Itinerario A + 850 m / – 1950 m | A | 7.30 ore (+ 1.30 sosta)
Itinerario B
– 1100 m | E | 4.30 ore  (+ 0.45 sosta)

Durata: 2 giorni
Coordinatori: Paolo Cignacco e Tiziano Scarsini  (UD – Commissione Escursionismo in collaborazione con la Scuola di Alpinismo Celso Gilberti CAI SAF Udine)

ALTA VIA DI NEVES

Da mercoledì 22 Luglio 2020

A venerdì 24 Luglio 2020

Trentino Alto Adige – Val Aurina

E/EE - Pullman

esc_20200722_alta-via-di-neves.jpgEscursione annullata causa Covid-19

L’Alta Via Vetta di Neves si snoda attraverso uno scenario mozzafiato ai piedi del Gran Mesulé (m 3.480) e della Punta Bianca (m 3.371) con partenza al Lago di Neves.
1° Giorno – dal Lago di Neves (m 1.868) attraverso la Valle della Pipa raggiungiamo il Rifugio Ponte di Ghiaccio (m 2.450)
2° Giorno – escursione di media difficoltà e poco dislivello che, passando in prossimità dei ghiacciai della Val Aurina, ci porterà fino al Rifugio Porro (m 2.426)
3° Giorno – Alta via Kellerbauer, lunga circa 11 chilometri, percorre su un crinale tra le valli di Selva dei Molini e Rio Bianco.
È caratterizzata da vari sali-scendi e dopo aver superato selle e forcelle, raggiunta la baita Sonnklar Hütte (2430 m) scenderemo a valle con la cabinovia della Milchraiser Alm.

Dislivello: 1° giorno + 600 m 2° giorno +/- 400 m 3° giorno +/- 700 m
Durata: 3 giorni
Coordinatori: Gildo Garlatti e Claudio Assolari (UD SEN – Gruppo Seniores)

MONTE CREGNEDUL – ALPI GIULIE (2351 m)

domenica 19 Luglio 2020

Salita per sentiero CAI 625 e traccia vecchia mulattiera militare

E - Auto

Itinerario A: L’escursione si sviluppa su traccia marcata e poco faticosa che ricalca la vecchia mulattiera militare risalente alla Grande Guerra, la cui prima parte è immersa in bosco di abete prima e larice poi, fino a quota 1600 m. Il resto del percorso si sviluppa su pendii erbosi non particolarmente ripidi, per diagonali di ampio respiro che ci permetterà di osservare uno scenario di assoluta bellezza: a N, l’ampio canalone detritico che si chiude in alto verso la Forca de la Val, sovrastata dal Modeon dal Buinz e dalla Cima della Puartate. Seguendo sempre la traccia della mulattiera, per ampie diagonali sui verdi, si passa a fianco del M. La Plagnota che si lascia alla destra. Da qui il sentiero si sviluppa su pietraie fino alla cima (m 2351)

Itinerario B: Facile escursione a carattere storico-naturalistico durante la quale avremo modo di osservare le bellissime fioriture delle numerose specie montane e le diverse fortificazioni che un tempo difendevano il costone che scende dal Monte Cregnedul. La meta della nostra escursione sarà la Cima La Plagnota (m 1978) immersa nei ruderi della Grande Guerra.

Dislivello:  itinerario A +/- 1179; itinerario B +/- 750
Durata: itinerario A 6 ore; itinerario B 4 ore
Coordinatori:  itinerario A Simonetta Degano e Tiziano Scarsini ; itinerario B Gabriele Gervasio e Marco Manzini  (UD CE – Commissione Escursionismo)

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

                  scarica_pdf                   guarda_foto

itinerario A: pulsante_iscrivitiv12 itinerario B: pulsante_iscrivitiv12

MONTE CANIN (Alpi Giulie)

domenica 19 Luglio 2020

Salita al Monte Canin e al Picco di Grubia tra Botanica e Geologia

EEA/EE - Auto

esc_20200719_canin.jpg

Escursione attualmente annullata causa Covid-19

Itinerario A: Affascinante salita non priva di interesse storico che tocca ambienti di rara bellezza.
Depressioni carsiche tra le più profonde al mondo, un lembo di ghiacciaio superstite (potrebbero essere necessari i ramponi e la piccozza per attraversarlo a luglio), la salita alla cima con una ferrata impegnativa quanto basta e una discesa in territorio sloveno affacciati sul balcone del Kaninski pod con la nuova ferrata del Monte Forato che ci riporterà al mitico rifugio Gilberti e alla stazione della funivia.
+/- 850 m| EEA | 8 ore

Itinerario B: Facile escursione alla scoperta del caratteristico paesaggio carsico e della sua magnifica flora alpina lungo il sentiero botanico del Bila Pec ed alla scoperta del sentiero geologico del Foran dal Muss ai piedi del Monte Canin.
+/- 450 m| EE | 5-6 ore

CoordinatoriItinerario A  Simonetta Degano e Tiziano Scarsini, Itinerario B Elio Campiutti e Gabriele Gervasio (UD – Commissione Escursionismo)

SENTIERO DEL CENTENARIO (Alpi Giulie)

domenica 12 Luglio 2020

Anello dalla Val Rio del Lago a Forcella Vallone

EEA/EE - Auto

esc_20200712_SentierodelCentenario.jpgEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Le Alpi Giulie sono un inno alla bellezza. Le maestose vette, rimaste inesplorate fino all’inizio del Novecento, sono ora frequentate da amanti della montagna provenienti da tutta Europa.

Itinerario A: dalla località Sella Nevea si scende verso Cave del Predil fino al ponte sul Rio Bianco (m 989). Qui inizia l’escursione che sale lungo il canalone del Rio della Trincea, fino al Rifugio Corsi (sentieri CAI 650-629). L’itinerario continua a salire fino alla Forcella Vallone ove inizia il sentiero attrezzato del Centenario che, avvalendosi di scalette e attraversando gallerie della Prima guerra mondiale, percorre le creste delle Cime Piccole di Rio Bianco fino alla Forcella Alta di Rio Bianco. Da qui si scende su un ripido ghiaione fino al Bivacco CAI Gorizia e poi al Ricovero Brunner per il sentiero CAI 625, fino a raggiungere la strada a poca distanza dal punto di partenza.
+/- 1300 m| EEA/EE | 8 ore

Itinerario B: come per l’itinerario A fino alla Forcella del Vallone, scendendo per il ghiaione al Bivacco CAI Gorizia. Discesa per lo stesso percorso.
+/- 1300 m | E/EE | 7 ore

Coordinatori: Maria Luisa Colabove, Francesca Marsilio (UD – Commissione Escursionismo)

ANELLO DEL MONTE VUALT

domenica 12 Luglio 2020

EE - Auto

Il Monte Vualt è una montagna che si trova a cavallo fra la Val Alba e la Val Aupa e lo raggiungeremo attraverso un percorso ad anello senza grosse difficoltà, che richiede una buona preparazione fisica per la sua lunghezza e dislivello. Partiremo da Dordolla, piccolo ma stupefacente borgo della Val Aupa, nelle Alpi Carniche, a 612 metri di quota, frazione di Moggio Udinese, porta ben visibile della Valcanale (o Canal del Ferro), la valle che conduce, tra montagne aguzze e severe, direttamente ai due valichi con l’Austria e con la Slovenia, vicini tra loro, in questo angolo nord-orientale d’Italia.

Dislivello: + 1300 m / – 1300 m
Durata: 7 ore
Coordinatori: Maria Luisa Colabove e Francesca Marsilio (UD CE – Commissione Escursionismo)

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

ANELLO DI LANZA

domenica 12 Luglio 2020

dal Passo Cason di Lanza (m 1552) Alpi Carniche

T/E - Auto

Partendo dalla Casera Cason di Lanza inizieremo a salire all’interno di un bosco fino ad arrivare ad una schiarita che il sentiero attraversa in piano. Da questo punto si apre una bella visuale sul Monte Zermula che ci accompagnerà per l’intero percorso ad anello. Attraverseremo prati acquitrinosi solcati da ruscellamenti e popolati dall’erioforo, prati con magnifiche fioriture, zone oltre il limite della vegetazione arborea dove macchie di ontano, rododendro e mirtillo si alternano a zolle erbose con brugo, arnica e campanula barbata. Il percorso, dinamico con tratti in salita, altri in falsopiano e pianeggianti, attraversa anche punti di interesse storico in quanto risulta solcato da trincee e resti di fortificazioni risalenti alla Grande Guerra. Il panorama offre durante tutta l’escursione una visuale completa sulle vette della Creta di Aip fino alla cresta del Monte Zermula; dal Monte Cordin alla Creta di Lanza, alle Pale di San Lorenzo. Escursione facile e adatta a tutti.

Dislivello: + 500 m / – 500 m
Durata: 5 ore
Coordinatori: Denia Cleri, Bruno Mongiat, Emanuele Rugo, Renzo Panello (UD CCD – Commissione Culturale e Divulgativa)

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

                  scarica_pdfguarda_foto

gruppo A: pulsante_iscrivitiv12gruppo B: pulsante_iscrivitiv12

RIFUGIO FLAIBANI PACHERINI

giovedì 9 Luglio 2020

Alpi carniche

E - Auto

esc_20200709_rifugio-flaiban-pacheriniEscursione annullata causa Covid-19

Da Forni di Sopra si entra nel cuore del Parco delle Dolomiti Friulane. E’ una piacevole escursione in andata e ritorno lungo il sentiero CAI 632: saliamo in un ambiente tipico, dove la faggeta prima ed i larici poi, lasciano il posto ai mughi intervallati da estesi ghiaioni. Spettacolare è la fioritura estiva, in particolare sul terrazzo del rifugio nella Val di Suola, e mirabile è cogliere i camosci e stambecchi residenti nel gruppo del Pramaggiore.

Dislivello: +/-00 m
Durata: 4 ore
Coordinatori: Antonio Nonino e Livio De Marchi (UD SEN – Gruppo Seniores)

I NOSTRI CONFINI (Alpi Giulie)

sabato 4 Luglio 2020

Escursione in mountain bike da Fusine Val Romana

BC/BC - MTB + Auto

esc_20200704_I NOSTRI CONFINI.jpgEscursione annullata causa Covid-19

Escursione ad anello in mountain bike sul Monte Forno. Percorso impegnativo ma remunerativo con arrivo in cima al Monte Forno, punto di incontro dei tre confini italiano, Sloveno, Austriaco.

Dislivello: +/-880 m
Durata: 6 ore (25 km)
Coordinatori: Rizzo Mauro, Marco Morassi e Ermes Furlani (UD – Commissione Escursionismo)

foto:  www.wikiloc.com | rivederlestelle

SENTIERO CORBELLINI E PASSO ELBEL – VAL PESARINA

domenica 28 Giugno 2020

Traversata da Sappada alla Val Pesarina – Gruppo del Clap – Alpi Carniche Occidentali

EEA | EE - Pullman

esc_20200628_sentierocorbellinipassoelbel-valpesarinaEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Una traversata nel cuore delle Dolomiti Pesarine che con due itinerari ci porterà da Sappada alla Val Pesarina attraverso due percorsi spettacolari.

Il percorso A ci vedrà impegnati sul Sentiero attrezzato Corbellini su un percorso vario e suggestivo, attraverso valloni e costoni panoramici. Recentemente messo in sicurezza, alterna passaggi scavati nella roccia, aree boscose e prative, passerelle di legno ed un probabile passaggio su nevaio, fino a giungere al Rifugio f.lli De Gasperi (1767 m).
+ 750 m  / – 500 m| EEA | 7 ore

Il percorso B parte lungo un tratto in falsopiano attraverso la Valle del Rio Storto e poi del Rio Enghe, per poi sormontare una bastionata rocciosa tra boschi di larici e vallette detritiche fino ad una fresca cascata. Raggiungeremo poi il panoramico Passo Elbel (1963 m). Da qui in una ora abbondante si raggiugerà il Rifugio per poi scender tutti assieme verso la località Pian di Casa (1280 m).
+ 850 m  / – 700 m| EE | 6,5 ore

Coordinatori: Luca Del Bianco, Francesca Marsilio, Marco Morassi, Daniele Scodeller (UD – Commissione Escursionismo)

 

Torna all’inizio