Escursioni


In questa pagina trovate tutte le escursioni organizzate della Commissione Escursionismo, dal Gruppo Seniores e dalla Commissione Culturale e Divulgativa per l’anno 2020.

Causa emergenza Covid-19, ll Programma 2020 è stato modificato: ci siamo riorganizzati per riprendere le escursioni con piacere ed in sicurezza, sulla base delle nuove direttive CAI per l’Escursionismo. Seguiteci sul sito, sulle ns. newsletter e pagine Facebook!

Qui da leggere e scaricare le Note operative partecipanti e il Modulo di autodichiarazione, validi per le nuove attività, che ne integrano il Regolamento standard. Le troverete allegate in ogni Programma di escursione.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre attività iscriviti alla newsletter

Inoltre potere godervi le foto delle passate escursioni già effettuate nel 2020.

Foto e i programmi delle escursioni degli anni passati: 2017, 2018, 2019


Le escursioni del 2020

 

IL COLLIO (Collio Superiore)

sabato 19 Settembre 2020

Escursione in mountain bike da Cormons

MC/MC - MTB + Auto

esc_20200919_IL COLLIO.jpgEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Escursione ad anello in mountain bike partendo da Cormons, per poi sconfinare in Slovenia, rientrare in Italia ed arrivare alle vigne più alte del Collio, e quindi scendere verso Dobrovo, Ruttars e ritornare a Cormons. Paesaggio splendido tutto in mezzo alle vigne.

Dislivello: +/-650 m
Durata: 5 ore (35 km)
Coordinatori: Mauro Rizzo, Olivo Ecoretti e Marco Morassi (UD – Commissione Escursionismo)

foto: www.civadoitaly.com

ANELLO PASSO ELBEL dalla Val Pesarina

giovedì 24 Settembre 2020

Alpi Carniche

EE - Auto

Minolta DSC

Escursione attualmente annullata causa Covid-19

Percorso che si svolge nella zona delle dolomiti Pesarine, partendo dal parcheggio per il rifugio De Gasperi. Si sale in questa direzione fino a raggiugere il bivio che svoltando a sinistra ci fa passare sotto il campanile di Mimoias e di seguito raggiungiamo la meta. Il ritorno avviene passando per casera Mimoias e infine al parcheggio.

Dislivello: +/-750 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Claudio Assolari – Gildo Garlatti (UD SEN – Gruppo Seniores)

ANELLO DELLA STRETTA DI FLEONS E DEL PASSO GIRAMONDO (Alpi Carniche)

domenica 27 Settembre 2020

Sui percorsi della Grande Guerra nel Vallone di Bordaglia accompagnati dallo storico Marco Siega

E - Auto

esc_20200927_anellodellastrettadifleonsedelpassogiramondo.jpgEscursione attualmente sospesa causa Covid-19

L’itinerario ha inizio a Forni Avoltri presso la chiesetta di Pierabech. Si percorre il vallone Sissanis per il Sentiero della Fede fino alla stretta di Fleons. Si prosegue per un tratto di Traversata Carnica, passando per le casere Sissanis di Sotto e di Sopra, dapprima fino a Sella Sissanis (Quota Pascoli) e quindi a Passo Giramondo. Saremo accompagnati dalla guida storica Marco Siega che, strada facendo, ci racconterà delle vicende belliche accadute lungo il percorso, in particolare nell’anfiteatro di Bordaglia, e della Compagnia Volontari Alpini Gemona che combattè in questi luoghi distinguendosi per valore. Rientreremo per il piccolo incantevole lago Bordaglia di origine glaciale e le casere Bordaglia di Sopra e di Sotto. Il lago, considerato tra i più belli della Carnia, è inserito all’interno dell’oasi faunistica di Bordaglia-Fleons istituita dalla regione Friuli-Venezia Giulia nel 1968.
A fine escursione per chi lo desidera sarà possibile effettuare una visita guidata alla mostra permanente della Grande Guerra in Val Degano presso il museo di Forni Avoltri. Sarà con noi Giacomo Pinna curatore del museo.

Dislivello: +/-1100 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Maria Luisa Colabove, Riccardo Maida, Germano Romanin (UD – Commissione Escursionismo in collaborazione con la Sezione CAI di Forni Avoltri)

IL MONTE ZOUFPLAN

domenica 27 Settembre 2020

Escursione naturalistica culturale

E - Auto

I laghetti, le rocce vulcaniche, le arenarie rosse e il panorama lungo la Dorsale

L’itinerario si sviluppa nell’alta Valle del Bût, caratterizzata dalla presenza di una dorsale con le zone sommitali, tra 2000 e 2200 metri di quota, formate da rocce non carbonatiche. Sul Monte Zoufplan, poco a valle della strada che, a meridione, si avvicina alla sommità, è esposto il contatto tra la Formazione del Dimon, ultima unità del Paleozoico antico, costituita da rocce di origine vulcanica e l’Arenaria di Val Gardena di età permiana superiore caratterizzata da sottili brecciole e peliti dal caratteristico colore rosso. La cornice dei laghetti che occupano il fondo di una conca glaciale a ridosso della cima conferisce ulteriore motivo d’interesse alla zona.

Dislivello: + 500 m / – 500 m
Durata: 5 ore
Coordinatori: Olivo Ecoretti, Francesca Marsilio (UD CCD – Commissione Culturale e Divulgativa)

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

MONTE CORONA

giovedì 1 Ottobre 2020

Tra Italia e Austria

E - Auto

dig

Escursione attualmente annullata causa Covid-19

Da Pramollo si sale dolcemente tra alpeggi e pascoli in un ambiente conosciuto molto bene dai paleontologi per la grande quantità di piante fossili del carbonifero. Non da meno sono i panorami che si potranno vedere, dai Tauri alle cime più alte delle Giulie.

Dislivello: +/-700 m
Durata: 5 ore
Coordinatori:  Livio De Marchi e Claudio Assolari (UD SEN – Gruppo Seniores)

MONTE SERNIO 2187 m (Alpi Carniche)

domenica 4 Ottobre 2020

Ascesa dalla Val Aupa

EE-F - Auto

esc_20201004_M-Sernio.jpgEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Lassù, sul Monte Sernio, i panorami sono i più estesi, dalle Carniche alle Giulie. Impenetrabile e apparentemente irraggiungibile, ci conquisteremo il permesso di salirlo dalla Val Aupa, facendoci complici della sua solitudine di roccia.
Dal parcheggio oltre l’abitato di Dordolla seguiremo il sentiero CAI n. 437 fino a Forcella Foran de la Gjaline, poi per sentiero 419 a Forca Nuviernulis. Da qui asprezza e magia si mescolano per i salti rocciosi, le cengette e le paretine inclinate che ci portano alla cima. Il rientro è per medesima via. Escursione con notevole dislivello, necessita un appropriato impegno fisico – tecnico.

Dislivello: +/-1500 m
Durata: 9 ore
Coordinatori: Giorgio Di Giusto, Marco Manzini, Piero Pasquili (UD – Commissione Escursionismo)

LA REGATA IN BICI (Carso triestino)

domenica 11 Ottobre 2020

Escursione in mountain bike da Prosecco (TS)

MC/MC - MTB + Auto

esc_20201011_LA REGATA IN BICI.jpgEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Itinerario unico con vista dalla catena alpina al mare.
Panorama a 360° dalla torre di Liburnio alla vedetta di Slataper, pedaleremo tra la boscaglia carsica e su spettacolari piste sterrate,  ammirando la Barcolana dall’alto.

Dislivello: +/-300 m
Durata: 3 ore (20 km)
Coordinatori: Mauro Rizzo e Marco Cabbai (UD – Commissione Escursionismo)

foto: www.pedalaqb.com

EX MINIERA DEL RIO RESARTICO

giovedì 15 Ottobre 2020

Parco delle Prealpi Giulie

E - Auto

esc_20201015_miniera-del-rio-resartico.jpgEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Si salirà la stretta Valle del Rio Resartico passando per i ruderi del villaggio minerario e salendo ancora si giungerà all’ingresso della miniera e reso visitabile dalla direzione Parco delle Prealpi Giulie. Dalla fine dell’ottocento e fino a primi anni cinquanta, nella miniera si estraeva un minerale di facile infiammabilità; questo veniva portato a Resiutta dove veniva distillato per estrarne alcuni oli minerali pesanti, utilizzando come combustibile i gas che si liberavano durante la lavorazione. La prima illuminazione pubblica della città di Udine fu alimentata dall’olio distillato da questi minerali.

Dislivello: +/-700 m
Durata: 4 ore
Coordinatori:  Gildo Garlatti – Pietro Venier  (UD SEN – Gruppo Seniores)

MONTE CHIAVALS

domenica 18 Ottobre 2020

Traversata con partenza dalla riserva naturale della Val Alba

EE - Auto

esc_20201018_Monte Chiavals.jpgEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Il Monte Chiavals si trova nella Riserva naturale regionale della Val Alba. Dalla sua cima si gode un panorama incredibile a 360° sui vicini Sernio, Grauzaria e Zuc del Bor e sui più lontani Montasio e Canin. Dal parcheggio della val Alba ci incammineremo subito su sentiero inoltrandoci all’interno di una faggeta. Inizieremo a prendere quota su comodo sentiero che ci condurrà, incrociando una mulattiera ed una strada di guerra su cengia rocciosa, al bivacco Bianchi, di recente ricostruzione. Ci concederemo una meritata sosta ristoratrice ammirando l’incantevole vista che si gode dal bivacco sulla sottostante Val Aupa. Pronti per riprendere il cammino seguiremo la segnalazione dell’Alta Via CAI di Moggio, che ci porterà a salire direttamente il pendio sovrastante; qualche gradino accennato sulle zolle erbose faciliterà la nostra risalita che comunque rimarrà impegnativa, svolgendosi lungo la linea di massima pendenza. Giunti quasi in prossimità della cima non ci rimarrà che percorrere una parte di cresta con attenzione dove questa si fa sottile ed esposta, ancora pochi metri e ci ritroveremo sulla piccola vetta, caratterizzata da una simbolica croce in legno.

Dislivello: + 1000 m / – 850 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Luca Del Bianco e Antonio Nonino (UD – Commissione Escursionismo)

MONTE MATAJUR 1641 m (Prealpi Giulie)

domenica 25 Ottobre 2020

Anello sul confine, da Cepletischis

EE - Auto

esc_20201025_Matajur_camminabimbi.jpgEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Verso est, le vallate oltre il Natisone si restringono e ci portano in terre di confini destinati ad obbedire alla Natura, che questi limiti non conosce. Saliremo dal parcheggio di Cepletischis fino in cima per il sentiero CAI 736, già Alta Via Valli del Natisone e parte del Sentiero Italia. Passeremo dai piani submontani con bosco misto alle faggete oltre Casera Tamorsca, calpesteremo la stessa via usata da Rommel nel 1917, attraverseremo i labirinti calcarei per il M. Glava e raggiungeremo la chiesetta del Redentore in vetta. A sudovest tutto il declinare della piana, ad est tutta la visuale sul gruppo del Canin per noi.. Rientreremo per il versante sud fino al Rifugio Pelizzo, quindi per il  Sentiero Naturalistico del Matajur segnavia CAI 750 fino a ricongiungerci al n. 736 e chiudere l’anello.

Dislivello: +/-1150 m
Durata: 9 ore
Coordinatori: Giorgio Di Giusto, Riccardo Maida e Marina Pascolo (UD – Commissione Escursionismo)

foto: www.camminabimbi.it

 

Le escursioni già effettuate nel 2020

RIFUGIO FLAIBANI PACHERINI

giovedì 9 Luglio 2020

Alpi carniche

E - Auto

esc_20200709_rifugio-flaiban-pacheriniEscursione annullata causa Covid-19

Da Forni di Sopra si entra nel cuore del Parco delle Dolomiti Friulane. E’ una piacevole escursione in andata e ritorno lungo il sentiero CAI 632: saliamo in un ambiente tipico, dove la faggeta prima ed i larici poi, lasciano il posto ai mughi intervallati da estesi ghiaioni. Spettacolare è la fioritura estiva, in particolare sul terrazzo del rifugio nella Val di Suola, e mirabile è cogliere i camosci e stambecchi residenti nel gruppo del Pramaggiore.

Dislivello: +/-00 m
Durata: 4 ore
Coordinatori: Antonio Nonino e Livio De Marchi (UD SEN – Gruppo Seniores)

I NOSTRI CONFINI (Alpi Giulie)

sabato 4 Luglio 2020

Escursione in mountain bike da Fusine Val Romana

BC/BC - MTB + Auto

esc_20200704_I NOSTRI CONFINI.jpgEscursione annullata causa Covid-19

Escursione ad anello in mountain bike sul Monte Forno. Percorso impegnativo ma remunerativo con arrivo in cima al Monte Forno, punto di incontro dei tre confini italiano, Sloveno, Austriaco.

Dislivello: +/-880 m
Durata: 6 ore (25 km)
Coordinatori: Rizzo Mauro, Marco Morassi e Ermes Furlani (UD – Commissione Escursionismo)

foto:  www.wikiloc.com | rivederlestelle

SENTIERO CORBELLINI E PASSO ELBEL – VAL PESARINA

domenica 28 Giugno 2020

Traversata da Sappada alla Val Pesarina – Gruppo del Clap – Alpi Carniche Occidentali

EEA | EE - Pullman

esc_20200628_sentierocorbellinipassoelbel-valpesarinaEscursione attualmente annullata causa Covid-19

Una traversata nel cuore delle Dolomiti Pesarine che con due itinerari ci porterà da Sappada alla Val Pesarina attraverso due percorsi spettacolari.

Il percorso A ci vedrà impegnati sul Sentiero attrezzato Corbellini su un percorso vario e suggestivo, attraverso valloni e costoni panoramici. Recentemente messo in sicurezza, alterna passaggi scavati nella roccia, aree boscose e prative, passerelle di legno ed un probabile passaggio su nevaio, fino a giungere al Rifugio f.lli De Gasperi (1767 m).
+ 750 m  / – 500 m| EEA | 7 ore

Il percorso B parte lungo un tratto in falsopiano attraverso la Valle del Rio Storto e poi del Rio Enghe, per poi sormontare una bastionata rocciosa tra boschi di larici e vallette detritiche fino ad una fresca cascata. Raggiungeremo poi il panoramico Passo Elbel (1963 m). Da qui in una ora abbondante si raggiugerà il Rifugio per poi scender tutti assieme verso la località Pian di Casa (1280 m).
+ 850 m  / – 700 m| EE | 6,5 ore

Coordinatori: Luca Del Bianco, Francesca Marsilio, Marco Morassi, Daniele Scodeller (UD – Commissione Escursionismo)

MONTE TERSADIA

domenica 28 Giugno 2020

Treppo Carnico-Alpi Carniche

T/E - Auto

L’escursione inizierà da Malga Valmedan Alta (m 1566), saliremo per la principale (sentiero CAI 409) fino alla sella e da lì, lungo la cresta panoramica, fino alla vetta del monte Tersadia (m 1959), con una vista panoramica a 360°.

Dislivello: + 400 m / – 400 m
Durata: 5 ore
Coordinatori: Livio De Marchi e Renzo Panello (UD CCD – Commissione Culturale e Divulgativa)

NB: Leggere bene il programma e gli allegati contenuti per le modalità di iscrizione e partecipazione all’uscita.

scarica_pdfguarda_fotopulsante_iscrivitiv12

SAMBOK da Falzes

giovedì 25 Giugno 2020

Cima panoramica nelle vicinanze di Brunico

E - Auto

esc_20200625_sambock.jpgEscursione annullata causa Covid-19

Remunerativa e non difficile salita dal borgo di Falzes percorrendo sentieri che si snodano in boschi e prati in quota fino a raggiungere la cima per godere un panorama unico sulle circostanti cime segnalate da un apposito indicatore di vette.

Dislivello: +/-810 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Claudio Assolari e Stenia Tosolini  (UD SEN – Gruppo Seniores)

IL ROCK GLACIER SULL’ALTOPIANO DI CASERA RAZZO

domenica 21 Giugno 2020

Escursione naturalistica e culturale

E - Auto

esc_20200621_Rock Glacier altopiano Casera Razzo.jpgEscursione annullata causa Covid-19

Con il professor Renato Colucci del Cnr-Ismar, docente di glaciologia all’Università di Trieste, andremo alla scoperta del ghiacciaio nascosto a quota 1800 metri sull’altopiano di Casera Razzo, in Carnia. A partire da una profondità di circa 8 m dalla superficie si trova un corpo di ghiaccio misto a detriti. Attualmente ha un volume di circa un milione e mezzo di metri cubi. Quello che si credeva essere ciò che tecnicamente si chiama un rock glacier – un “relitto”, ossia senza più alcuna presenza di ghiaccio al suo interno, si è rivelato essere intatto, con ancora ingenti quantità di ghiaccio: un ghiacciaio roccioso ancora preservato sotto detriti e sedimenti nonostante il cambiamento climatico in atto.

Dislivello: +/-400 m
Durata: 5 ore
Coordinatori: Denia Cleri e Renzo Paganello (UD CCD–Commissione Culturale e Divulgativa)

I PARCHI IN MTB (Collio Orientale)

sabato 13 Giugno 2020

Escursione in mountain bike da Spessa

MC/MC - MTB + Auto

esc_20200613_I PARCHI IN MTB.jpgEscursione annullata causa Covid-19

Escursione ad anello in mountain bike su strade e sentieri del Collio Orientale. Si parte dal Bosco Romagno per poi raggiungere Corno di Rosazzo, il Monte Quarin, il bosco di Plessiva, Vencò, Prepotto e di nuovo il Bosco Romagno, attraverso parchi protetti, vigne prestigiose e boschi.

Dislivello: +/-460 m
Durata: 5 ore (35 km)
Coordinatori: Mauro Rizzo e Olivo Ecoretti (UD – Commissione Escursionismo)

CROCIERA IN LAGUNA

giovedì 11 Giugno 2020

Isole: S. Andrea – S. Erasmo – Lazzareto Nuovo

T - Pullman

esc_20200611_crociera-in-laguna.jpgEscursione annullata causa Covid-19

Per conoscere gli aspetti meno noti ma non meno interessanti della storia veneziana, ci imbarcheremo  a Portegrandi (VE) e navigheremo dapprima verso l’isola di Sant’Erasmo, conosciuta anche come “gli orti della Repubblica Serenissima”, quindi verso il Lazzaretto Nuovo dove ci attenderà un duplice percorso, uno storico archeologico interno alle ampie strutture realizzate per contrastare le “malattie senza rimedio” come la peste bubbonica ed uno naturalistico esterno fra le “barene”, per approdare infine alla piccolissima isola di Sant’Andrea dove potremo osservare una delle più importanti opere difensive del XVI sec a difesa di Venezia.

Durata: 7 ore
Coordinatori: Antonella Pasqualotto e Daniela Biasutti (UD SEN – Gruppo Seniores)

MONTE GOLICA 1834 m (Karavanke) – SLO

domenica 7 Giugno 2020

Escursione ad anello tra i narcisi del Monte Golica

E - Pullman

esc_20200607_Monte Golica.jpgEscursione annullata causa Covid-19

Il Monte Golica (1834 m) è collocato nella catena occidentale delle Karavanke, sul confine tra Austria e Slovenia. Superato il bosco sottostante, il monte si apre agli occhi dell’escursionista in tutto il suo splendore come un immenso prato, da godere soprattutto in primavera. In tale stagione in vaste aree i suoi verdi pendii si ricoprono di bianchi e profumati narcisi che fioriscono tra maggio e giugno, creando un incantevole gioco ottico poiché, visto da lontano, il Golica sembra cosparso da zone innevate o, meglio, da zucchero a velo. Ma oltre ai narcisi fioriscono, e non meno belli, anche anemoni, ranuncoli e primule. Una volta in vetta la vista potrà spaziare tra i laghi azzurri della Carinzia e le cime rocciose delle Alpi Giulie.

Dislivello: +/-950 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Paolo Blasoni e Olivo Ecoretti (UD – Commissione Escursionismo)

ANELLO DELLA BATTAGLIA DI PRADIS

giovedì 28 Maggio 2020

Intersezionale Seniores UD-GO

T/E - Auto

esc_20200528_anella-battaglia-pradis.jpgEscursione annullata causa Covid-19

Uscita intersezionale con il Gruppo Seniores di Gorizia che ci permetterà di conoscerci per intraprendere, nel corso dell’anno, uno scambio di esperienze e di condivisione del programma escursionistico. Il sentiero storico della battaglia di Pradis costituisce un percorso che consente di attraversare i luoghi degli episodi del 5 e 6 novembre 1917. L’itinerario parte dalla piazza di Pielungo e raggiunto il bivio di Forno una breve deviazione ci porta alla cappelletta presso la quale si stabilì il comando del generale Rocca il 6 novembre1917 e al borgo Forno sul cui colle è possibile visitare i resti del cimitero di guerra. Ritornati al bivio, l’anello prosegue lungo un sentiero che porta ai suggestivi ponti sul Rio Salaries e poi al Rio di Molin nel punto in cui forma una stretta forra scavata nella roccia. Si prosegue attraversando alcune borgate e quindi al cimitero di guerra e alla colletta Val da Ros dove si trova la capanna Alpina fino a raggiungere il castello Conte Ceconi con visita al parco dove concluderemo in convivialità.

Dislivello: +/-500 m
Durata: 6 ore
Coordinatori: Gildo Garlatti e Daniela Biasutti  (UD SEN – Gruppo Seniores)

 

Torna all’inizio